ULTIMA - 26/5/18 - S.GIOVANNI LUPATOTO AL 4° TURNO, BATTUTA LA CALIDONENSE (2-1)

Continuano a stupire i biancorossi del presidente Daniele Perbellini che, dopo aver liquidato 3 a 0 domenica scorsa a Sarego la Seraticense, con in panca per l'ultima volta mister Andrea Sirio Manganotti, che si è dimesso poche ore dopo lo spareggio che ha portato i "lupi biancorossi" al 3° turno dei play-off di Promozione, si sono
...[leggi]

IN BREVE - ARCHIVIO

15/1/18
OGGI L'ULTIMO SALUTO AL PRESIDENTE DELL'ALBA RENATO VENTURI

Ecco, un breve, sereno quanto commovente ritratto dello zio Renato, presidente dell’Alba Borgo Roma, recentemente scomparso, compilato dal nipote Fabio, ex a lungo Presidente della 5^ Circoscrizione (Borgo Roma) ed ex vice-presidente della Provincia, e presidente dell’Agsm. “Mio zio è stato sempre presidente: sia del Cervino, sia della trasformazione del Cervino in Alba Borgo Roma. Ho iniziato a giocare anch’io (classe 1979) nel Cervino molti anni fa in porta, per poi passare nell’Alba Borgo Roma, animata dalla stessa passione da mio zio Fiorello. Renato era molto conosciuto nel quartiere e mai come in questi giorni ce ne stiamo accorgendo tutti. Nell’Alba Borgo Roma ci ha sempre messo tutto, anima e corpo, all’indomani che è andato in pensione, dopo anni di apprezzato, anche lì, e ben voluto infermiere in Ospedale. L’Alba è stata una terza figlia, in pratica: era sempre al campo “Esterino Avanzi”, le sue attenzioni erano per la famiglia e i tanti giovani che ha contribuito ad allevare e far crescere sani, sia fisicamente che moralmente. Aveva garantito il gioco del pallone anche a chi non poteva permetterselo, a chi non aveva i soldi per comperarsi le scarpe e il kit sportivo. Anche le ragazzine del rione hanno avuto più o meno tutte un fidanzatino che ha vestito la casacca giallo-rossa dell’Alba Borgo Roma”. “Ci sono rimasti tutti male” conclude Fabio Venturi “quando hanno appreso la notizia della scomparsa dello zio, perché pensavano oramai che fosse immortale a 82 anni già compiuti. Ed ora, noi tutti, lo vogliamo ricordare con quel sorriso che sapeva ogni volta regalare a chi lo avvicinava. Si porta via un calcio, purtroppo, che non esiste più oggi, fatto di valori ben più solidi e robusti di quelli odierni”. Nel pomeriggio, alle ore 15.00, presso la Basilica di Santa Teresa a Tombetta, si terrà il funerale di Renato Venturi.

LE ALTRE BREVI - clicca sulla notizia per visualizzarla
DALLE SOCIETA' - clicca sulla notizia per visualizzarla


OFFERTE DAI NOSTRI SPONSOR
LE CRONACHE DELLA DOMENICA
PIANETA-CALCIO GALLERY - clicca sulla foto per ingrandire