ULTIMA - 18/2/19 - GRANDE GESTO DI FAIR PLAY DEL SAVAL MADDALENA

Grande gesto di fair play, che difficilmente si vede nei campi di calcio dilettantistici, quello accaduto ieri prima della gara fra la capolista Pieve San Floriano e il Saval Maddalena del presidente Flavio Massaro, squadra in piena lotta per una poltrona play-off nel girone A di Terza categoria. I biancazzurri locali avevano in distinta ben tre giocatori
...[leggi]

IN BREVE - ARCHIVIO

23/1/19
LA VIRTUS VERONA CEDE CONTRO LA CAPOLISTA PORDENONE (1-2)

Per l'ennesima volta la Virtus Verona di mister Gigi Fresco viene beffata nei minuti finale della partita dopo essersi battuta alla pari contro la capolista incontrastata del girone B di serie C, il Pordenone di mister Attilio Tesser. A decidere la sfida a favore dei neroverdi friulani è stata una rete del 38enne Emanuele Berrettoni, ex Hellas Verona, all'86° minuto. Buono l'avvio degli ospiti che dopo neanche 10 minuti sono già in vantaggio. Angolo dalla destra di Burrai sul quale svetta la testa di Magnaghi che batte Chironi. Al 24° gli ospiti colpiscono un clamoroso palo con una bomba da fuori area di Bombagi, Magnaghi raccoglie la ribattuta ed insacca ma il signor Miele di Torino annulla per fuorigioco dello stesso attaccante. Al 36° Candellone calcia di potenza ma il suo tiro esce di un soffio alto. Il primo tempo si chiude con la Virtus Verona sotto di un gol. I rossoblu veronesi non si scoraggiano e nella ripresa reagiscono con personalità e ribattono colpo su colpo. Al 12° cross di Danti sul quale Misuraca mette la mano e l'arbitro assegna il rigore per la Virtus Verona. Sul dischetto va lo stesso Domenico Danti che insacca l'1 a 1. Il Pordenone ci prova poco dopo con un gran sinistro di Ciurria fuori di poco. Poi, al 17° minuto, Tesser opera il cambio che sarà poi decisivo. Esce Misuraca ed entra l'esperto Berrettoni che subito dopo porge un buon assist per Candellone che sfiora il nuovo vantaggio. Alla mezz'ora punizione di Burrai che trova la testa di Magnaghi ma Chironi para. Due minuti dopo gran destro di Burrai con Chironi che blocca in due tempi. Al 37° Virtus ad un passo dal vantaggio con la bordata dalla distanza di Rossi che sfiora la traversa. La pressione neroverde aumenta, e i rossoblu cominciano ad arretrare subendo la sindrome della "zona Cesarini". Candellone prova a girarsi in area, la difesa rossoblu respinge, ma sulla palla si avventa come un falco Berrettoni che insacca nell’angolino il 2 a 1 che condanna, ancora una volta nei minuti finali, la Virtus Verona. Le altre gare della 3^ giornata di ritorno hanno visto l'AlbinoLeffe cedere 1 a 2 in casa col Gubbio, il Giana Erminio pareggiare 1 a 1 con la Fermana, il Rimini impattare 0 a 0 col L.R. Vicenza, il Fano cadere pesantemente in casa (0-3) col Südtirol, il FeralpiSalò batte 3 a 2 la Ternana, il Ravenna fa 2 a 2 con la Triestina, il Renate fa 0 a 0 col Monza, il Teramo cade in casa con l'Imolese (0-2) e il Vis Pesaro pareggia 1 a 1 con la Sambenedettese. In vetta con 46 punti il Pordenone, al 2° posto a 36 punti c'è la Triestina seguita a 35 dalla Fermana raggiunta dall'Imolese, al 5° posto a 32 il Ravenna, poi a 31 Vicenza, Feralpisalò, Sud Tirol e Sambenedettese, a 30 Ternana, Vis Pesaro e Monza. Al 13° posto a 27 punti troviamo il Gubbio. Poi a 23 punti inizia la zona a rischio con Teramo, Fano e Rimini, a 22 il Renate, poi a 19 la Virtus Verona raggiunta dal Giana Erminio e ultima l'Albinoleffe a 18 punti.

LE ALTRE BREVI - clicca sulla notizia per visualizzarla
DALLE SOCIETA' - clicca sulla notizia per visualizzarla


OFFERTE DAI NOSTRI SPONSOR
LE CRONACHE DELLA DOMENICA
PIANETA-CALCIO GALLERY - clicca sulla foto per ingrandire