ULTIMA - 23/1/19 - LA VIRTUS VERONA CEDE CONTRO LA CAPOLISTA PORDENONE (1-2)

Per l'ennesima volta la Virtus Verona di mister Gigi Fresco viene beffata nei minuti finale della partita dopo essersi battuta alla pari contro la capolista incontrastata del girone B di serie C, il Pordenone di mister Attilio Tesser. A decidere la sfida a favore dei neroverdi friulani è stata una rete del 38enne Emanuele Berrettoni, ex Hellas Verona,
...[leggi]

INCONTRI VIP'S

15/12/07 - INCONTRI RAVVICINATI : FRANCESCA RETTONDINI ...

Nei “Vip nel Pallone” anche una graziosa rappresentante del gentil
sesso, Francesca Rettondini, modella e attrice veronese.

Francesca, tu tifi Hellas Verona o Chievo?

"Sono diventata col tempo sportiva, ma originariamente - devo ammettere – ero tifosa del grande Verona. Sì, lo ammetto, sì: Hellas Verona, Curva Sud, ancora adesso!".

Come è nata la tua passione per l'Hellas?

"Me l'ha trasmessa mio padre, Loris, giornalista esperto di bridge e giudice di linea nel tennis.
Proprio per la passione che entrambi nutrivano per la racchetta, papà conosceva Zigoni, e una volta, in un torneo sulle Torricelle, l'ha fatto perdere, chiamando fuori una palla che per l'attaccante invece era dentro. Non ti dico quanto l'ha fatto andare su tutte le furie Zigo: era uno che non voleva mai perdere.
Le prime volte mi accompagnava mio papà allo stadio “Bentegodi”.
Mio padre mi parlava spesso di Zigoni e del Verona e, allora, anch'io diventai una fan di quel pazzo scatenato di Gianfranco Zigoni.
Me l'hai passato prima al telefonino e in privato è ancora più pazzo, più simpatico. Come te, del resto, Andrea".

Recentemente, hai detto che le luci della ribalta non ti hanno tolto lo sguardo dalle persone che soffrono. Se ti parlo di sofferenza, che cos'è che ti viene in mente?

"E' vero: questa è una cosa da tener sempre presente, da non scordare mai, anzi.
Anche perché quando soffri in prima persona, hai sempre ben presente cosa significa questo tipo di sentimento.
E, la sofferenza è uno dei cancri della nostra vita.
Ma, mai sottovalutarla, perché la vita è un circolo, no?; quindi, ricordarsi sempre, aiutare sempre chi soffre e avere buona memoria del dolore.
Quando si soffre, ci sono sempre altre persone che soffrono, c'è sempre una persona da aiutare, tante persone da aiutare".

Qual è la tua stella preferita?
Betelgeuse, stella rossa, supergigante, pulsante – mi ha spiegato un allenatore di calcio dilettantistico laureato in Fisica Astronomica -, circa 40.000 volte più splendente del sole?


"La Betelgeuse? No, non la conosco.
A me piace Orione.
Sirio? Ah sì, so che è una stella che brilla fortissimo.
Dai, la scopriremo, assieme (gulp!?!),
Andrea, perché no?
Ma, esiste, o mi stai prendendo in giro, perché mi sa che tra te e Zigoni..., non so chi sia più pazzo".

Ma, Verona, Francesca, ti manca qualche volta?

"Sì, ma non me la faccio mai mancare perché torno sempre. Ecco perché".

Quand'è che la pensi di più?
Nei momenti di gioia o di sconforto?


"Quando ho veramente fame – e giù una risata – mi vengono in mente i piatti di mia madre.
Conosco il raboso, il vino che piace a Zigoni, ma il nostro amarone è un'altra cosa.
L'amaron è sempre l'amaron, suvvia, lasciamoci con questa massima".

Cos'è che ti manca della città di Giulietta e Romeo?

"L'amaron, la polenta, gli “useleti” (uccellini), tutto mi manca: le strade, la gente, la temperatura, anche quando fa freddo e a Roma no.
Mi manca la brina, mi manca tutto. Tutto".

Tu hai dichiarato di esserti innamorata due volte e mezzo...

"Sì, due volte e mezzo perché l'altro era piccolino, era più basso di me.
Battute a parte, saluto i tuoi meravigliosi ragazzi, uno più bello dell'altro.
Ma, che li chiudi tutti in redazione? Secondo me, li chiudi col lucchetto ed è impossibile andarli a prelevare.
Poi, escono di notte, come i vampiri, e, tac, alla mattina, di nuovo chiusi là dentro.
I tuoi collaboratori sono ragazzi bellissimi, ma, soprattutto sono bravissimi.
Sono professionisti giovanissimi. Auguri a te, caro Andrea, e a tutti i tuoi stupendi ragazzi!".

Andrea Nocini per pianeta-calcio.it 23 dicembre 2005












Visualizzato(2218)- Commenti(8) - Scrivi un Commento