ULTIMA - 23/1/19 - LA VIRTUS VERONA CEDE CONTRO LA CAPOLISTA PORDENONE (1-2)

Per l'ennesima volta la Virtus Verona di mister Gigi Fresco viene beffata nei minuti finale della partita dopo essersi battuta alla pari contro la capolista incontrastata del girone B di serie C, il Pordenone di mister Attilio Tesser. A decidere la sfida a favore dei neroverdi friulani è stata una rete del 38enne Emanuele Berrettoni, ex Hellas Verona,
...[leggi]

PRIMA PAGINA

7/9/15
IL PUNTO SUL CAMPIONATO DI PROMOZIONE – 1^ GIORNATA

E’ GIA’ AURORA, 1° TURNO PRO…SAMBO E DELLA PROVESE

Salpato anche il Torneo di Promozione, girone “A”. Sorridono subito l’Aurora Cavalponica di mister Gianfranco Brendolan e dell'arcigno difensore Simone Romellini, d’acciaio come le tonnellate di ferro che la sua azienda ritira quotidianamente: 3 a 2 ai danni del temuto F.C. Valgatara, dagli addetti ai lavori ritenuto una delle belle realtà, soprattutto all’indomani del bel campionato condotto l’anno scorso – da matricola -. Ma, a passare in vantaggio è il “Barça della Valpolicella” di mister Pienazza con Leonardo Aldrighetti, silenziato dall’acuto emesso dall’”ussaro” Ivanov, e surclassato dai frastuoni sotto rete commessi dalla doppietta di Alessandro “Bugatti” Borgatti, di Giacopuzzi l'inutile 3 a 2 finale dei blaugrana.
 
Bell’impresa esterna della neo-trasformata Pro San Bonifacio (raccoglie l’eredità della Pro Hellas Monteforte) del nostro “seminatore d’argento 2015”, il bancario nonché dottor Peter Taccardi: 0 a 1 a Nogara, matricola del girone la squadra bianco-rossa, “orfana” in tribuna del suo presidente ed impresario edile Andrea Martini, in viaggio a Nova Gorica con la famiglia. Mattatore è Crestani. Che fa la…Cresta agli “ussari del basso Tartaro” di mister Andrea Bertelli…

0 a 0 in Valpantena tra la matricola Union Grezzana del riconfermato mister Andrea Matteoni e la Polisportiva Virtus, passata dalle mani di mister Michele Cherobin a quelle di Simone Bragantini, scuola Virtus, ma l’anno scorso in sella alla Pro Hellas Monteforte. Polivirtussini ancora senza bomber Francesco Rossetto, e traversa scheggiata da Alessandro Zenatti e piallata da Romano. Poi, nient’altro da segnalare. Ma, eravamo alla prima, non della Scala, eh.
 
1 a 1 invece tra l’A.C. Cadidavid del sempre più londinese presidente, l’avvocato Francesco Dalle Pezze, interista impenitente, e la matricola terribile Olimpica Dossobuono. Apre per i locali di mister Massimiliano Canovo il “completo in tutto” nonché vigasiano Davide Falavigna, chiude il sipario “Ronnye” Maichol Aliperti per i molto rimaneggiati giallorossi di mister Giuseppe Bozzini, costretto già a fare a meno a centrocampo degli esperti e capaci Luca Corradi e Luca Tardiani.
 
L’A.C. Garda, altra squadra data in pole position per la vittoria finale, non riesce ad andare oltre il 2 a 2 casalingo contro l’altrettanta favorita Sona di mister Lucio Beltrame. Simone Bonetti, poi, l’autorete del sonese Gallasin, quindi Lorenzo “Il Magnifico” Meda, ma è di “mandibola” (i giocatori più forti, secondo una teoria cara al nuovo diesse gardesano, il trentino Gabriel Maule, sono abbondanti di condilo facciale) Francesco “Vitel” Tomè (prossimo all’alloro in Scienze Motorie) il colpo del definitivo 2 a 2 per i ragazzi di mister Gigi Possente.
 
Debutto col botto, 2 a 1, per la molto considerata U.S. Provese, passata – come sopra ricordato – nelle mani di Michele Cherobin. La vittima è la matricola A.C. San Zeno Vr del nuovo mister, l’ex Toro di Emiliano Mondonico, l’ex Barletta (serie B) di mister Totò Di Gennaro, l’ex Olbia, Davide Bolognesi, l’anno scorso alla guida degli Juniores Regionali granata. E, subentrato a mister Vasco Guerra; che ha dovuto lasciare per motivi di lavoro. Doppio vantaggio dei rosso-neri di Prova di San Bonifacio, con Luca “chiamatemi uomo” Fortunato e con Verzè. La rimonta incompleta è stata inalberata da Pietro “settepolmoni” Martignoni.
 
1 a 1 all’”Esterino Avanzi” di borgo Roma, tra l’Alba del nuovo condukator, il reggino “Mou” Mario Colantoni e l’A.C. Lugagnano del riconfermato mister Pippo Damini. Una squadra molto – e con ragione – ambiziosa quella giallo e blu guidata dal presidente ed avvocato Giovanni Forlìn. Per i rionali cartoni di buon vino commercializzati da “Lollo” Lorenzo Baraldi, tornato in campo e già in gol alla 1^ giornata di campionato. Ma, ci pensa Bonetti a non regalargli la gioia del tiro da 3 punti.
 
Nell' 1 a 1 contro la Belfiorese passa in vantaggio il buon A.C. Zevio già visto in Coppa, caratterizzato dal cambio societario e dall’arrivo in panca del trainer di Ostiglia, il professor Paolo Marchi, grazie a una fucilata di Federico Girardi, già in grandissima forma. Poi ecco, per i biancazzurri di  mister Flavio Carnovelli, il pari definitivo del “Luca Toni della Bassa”, al secolo Stefano Guandalini da Maccacari di Gazzo veronese.

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(2434)