ULTIMA - 21/5/19 - MARCOLINI SCARPA D'ORO, PASSARIELLO SUPER-BOMBER DI TERZA

Si sono chiusi tutti i campionati dilettantistici della nostra provincia dall’Eccellenza alla 3^ categoria che hanno laureato i nuovi capo-cannonieri dei vari gironi e la nuova scarpa d’oro 2018-19, queste tutte le classifiche finali. In Eccellenza, dove si sono giocate 32 partite, chiudono appaiati in vetta a 16 reti Mariano Mangieri del Pozzonovo ed
...[leggi]

PRIMA PAGINA

7/9/15
IL PUNTO SUL CAMPIONATO DI 1^ CATEGORIA (GIR. A) – 1^ GIORNATA

PGS CONCORDIA, PASTRENGO E PESCHIERA “PIRATE”, MONTEBALDINA E BUSSOLENGO FANNO GIA' SUL SERIO

Vittorie esterne, ironia della sorte, per 3 compagini che iniziano con la “P”: il Pgs del diesse Daniele Buttura si aggiudica il derby personale con la presidentessa Sara “Pitti Donna” Olivieri, facendo uno scarabocchio sul Quaderni di mister Fabrizio Gilioli in Postumia. E’ di Avesani l’unghiata velenosa, sferrata al 90°, quando oramai si ha la lingua lunga e non vedi l’ora di gettarti sotto i bollenti e ristoratori fumi della doccia. Parte, dunque, bene il Pgs infarcito di una colonia di ex avesani, capeggiata dal tottiano Marione D’Aleo e gruppo affidato all’ex compagno di Pippo Maniero ai tempi delle giovanili del Padova, mister Nicola Chieppe.
 
La vittoria più eclatante è però quella riportata dalla matricola Pastrengo di mister Paolone Brentegani: 1 a 3 a Vigasio, in casa dell’altrettanto matricola Atletico di mister Massimiliano Signoretto. Tiziano Sesay, ex CastelnuovoSandrà rientrato alla base, Davide Pignato e Fabio Ragnoli ex punta di Castiglione e Rivaltese: questi i frombolieri pastrenghesi del presidente Umberto Segattini, a fronte del gol-consolazione realizzato da Devis Torni.
 
Fragorosa vittoria del Bussolengo – 4 a 1 – a spese della matricola Real GrezzanaLugo di mister Michael De Santis. “Nonno” Gian Luca Manzato, Filippo Lonardoni e Gianmaria Donisi (doppia per lui), calano il poker per i ragazzi di mister Franco Tommasi, a fronte del rigore ineccepibilmente trasformato da Braim El Hamich, il “Trezeguet dei dilettanti”.

Vittoria interna per la Montebaldina del “richiamato alle armi” trainer caprinese, Simone Cristofaletti: 3 a 2 ai danni del Pedemonte, passato dalle mani ultra esperte del “millenario della panca” Rinaldo Zantedeschi a quelle di Stefano Modena e di Giorgia Brenzan. In vantaggio i bianco-rossi pedemontani grazie a Peretti su rigore, il pareggio per i caprinesi è opera di Berti. Poi, lo “zingaro del gol”, Emanuele Bagata (amante delle aree di rigore, della filantropia e dei nostri libri), di nuovo lo spunto pedemontano di Padovani, indi, il colpo fatale sferrato ancora da “Nicola” Berti a poco dal suono della sirena.
 
0 a 0 tra la neo-promossa Parona di mister Flavio Marai e il neo-retrocesso CastelnuovoSandrà, con i “castellani del basso lago” di mister Gianni Canovo rimasti in dieci per il doppio giallo comminato al loro numero 5 Lanza, 1 a 1 invece a Fumane, tra il Valpolicella e il Povegliano di mister Marco Pedron (altra favorita alla conquista dello scudetto), con il gol di Marai ad illudere i valpolicellesi di mister Michele Purgato e Redolfi a togliergli ogni sogno di vittoria nel finale. Rosso ad Opri, ex Ambrosiana, giocatore del Valpolicella del presidente Ferdinando Boscaini. E del diesse, il giovanissimo Francesco Allegrini.
 
Inizia male la stagione per il Casteldazzano, passato dopo anni di gestione Adelchi Malaman, a quella di mister Manuel Pauciullo: 1 a 3 subito dalla matricola Peschiera, con un Matteo Bianchini davvero che non finisce sotto rete di stupire né di segnare (la paternità gli deve avere solo giovato). In vantaggio con Gobbi, i castellani si facevano rimontare dagli arilicensi del presidente ed ex sindaco Umberto Chincarini – skipper riconfermato è Roberto Sorio -, in virtù della doppia griffata dall’ex centro-boa di pallanuoto, Michele Rigo, e dall’acuto assordante emesso proprio dal “Bianco” Bianchini. Il nuovo Jovetic del basso lago.
 
Il Valeggio di mister Lucio Marconi e dei simpaticoni Simone Maffessanti (il “Beautiful” di Nogarole Rocca ha pareggiato i conti nell’1 a 1 finale con la Scaligera), del mantovano e “pneumatico” Marco Baraldi, del “puffo al tritolo” Mattia Magagnotti, di “Ibra” David Fornari, dell’ing. Elettrico (anche in campo; ed alloro conseguito presso l’Ateneo patavino) Federico Bertaiola, di “pitone” Ivan Gorna, del capitano di lungo corso Patrik Cavalletti (padre di due splendidi gemelli), dei fratelli De Rossi, Andrea “il filosofo” e Francesco dagli occhiali montatura Arisa San Remo 2011, ebbene, il Gabetti Valeggio prima si fa sculacciare dall’isolano barman Mattia Fraccaroli (ex Nogara, classe 1995), poi, pareggia il conto.
 
Scaligera data per una delle favorite alla vittoria finale, ben costruita da quel genio del mercato che è Claudio Patuzzi, quella riallenata dal raldonate trainer Simone Marocchio, con l’erbetano Michele Maestrelli in difesa, il futuro avvocato Mattia Tondello (interista ed ex Oppeano), il navigato Andrea Corsini da Buttapietra, “Guz” Gusella, il biondino da Bovolone ed anche lui ex Oppeano (compagno di merenda di Tondello), il tatuato Mattia Fraccaroli (classe 1995), il mancino Gasparato, ex dj, e Big Jim Davide Lonardi, rientrato alla grande dall’infortunio che lo vide operato ai primi di novembre dell’anno scorso. Ma, dal fisico d’acciaio, da vero Leonardo da Vinci.

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(1980)