ULTIMA - 23/5/19 - MISTER ANDREA CATURANO LASCIA IL GIOVANE POVEGLIANO

Dopo sei anni di stretta collaborazione, le strade del Giovane Povegliano e di Andrea Caturano, prima diesse e poi mister, si dividono, come lui stesso ci conferma: "Ci siamo lasciati con una bella stretta di mano amichevole, con decisione unanime. Ho voglia di intraprendere nuovi progetti e nuove ambizioni. Faccio un grosso in bocca al lupo
...[leggi]

PRIMA PAGINA

14/9/15
IL PUNTO SUL CAMPIONATO DI 2^ CATEGORIA (GIR. B) – 2^ GIORNATA

AD ARBIZZANO E CADORE RIESCONO 2 COLPACCI DA CAPOGIRO. IN TESTA PURE IL MONTORIO E L'ALPO CLUB ‘98

Il Montorio del presidente Lorenzo Peroni è partito con la turbina già surriscaldata: 2 vittorie in 2 incontri. Ma, non è solo, per fortuna dei nostri appassionati lettori. Sennò, sai che noia, alla Franco Califano?
 
I nero-verdi hanno due “panzer” là davanti, pronti a sparare mortai: Dylan Argentieri ed Alessandro Caputi...mi hai? Ieri al gol solo l’ex zeviano ed Berretti del Mantova Calcio. La vittima è stata l’Alpo Lepanto di mister Stefano Sella, alla sua prima caduta stagionale.
 
Ad allinearsi ai castellani neroverdi di mister Titti Tiziano Salvagno come la proiezione di una fantastica eclissi, ecco i rosso-neri dell’altro Alpo, quelli del Club più esclusivo, il 1998 di mister Stefano Ferro: 2 a 1 ai “draghi rossi”, ancora feriti mortalmente, del Borgoprimomaggio di mister “Caligola” Davide Pegoraro. Meggiorini, per il vantaggio alpese, poi, pari di Alessio Bartolomioli, quindi, il sorpasso del neo-rossonero ed ex Quaderni, l’ing. Federico Briani, al suo 3° gol in 180 minuti.
 
Clamoroso il colpaccio sferrato dall’Arbizzano di mister Ivo Castellani, 1 a 2, in casa del Real San Massimo di mister Nereo Gazzani, ex trionfatore nel Bonferraro del presidente Francesco Gamberini, in 1^ categoria (rinuncia del titolo, poi, passato a “Rambo” Bissoli, presidente della Scaligera). All’arbizzanese Nicola Vantini, replica il “Pablito” Rossi del rione San Massimo, ma, i fari e i flash sono tutti puntati su Mignolli, l’autore della vittoria dei giallo e blu valpolicellesi del “Ciri” Silvano Gasparato.
 
U.S. Cadore sorprendentemente in vetta, in chiassosa compagnia e a punteggio pieno. I cadorini di mister Loris Allegrini e di Giacomo Sancassani, nipote di uno degli avvocati civilisti più forti del Veronese (il padre è odontoiatra), passa, 1 a 2, ad Avesa, squadra affidata a mister Luca Bortoletto (trattasi di un ritorno di fiamma di colui che aveva portato i colligiani in 1^ categoria, nello spareggio vinto al neutro di Castelnuovo del Garda a spese del Povegliano di mister Mario Colantoni). Non perde, certo, la Busola… (suo il primo gol dei nero-verdi del presidente Francesco Bonturi) l’U.S. Cadore; al raddoppio con Zendrini. Poi, il gol illusione a firma di “pasticcio” Marco Papiccio, classe 1993, ex Crazy Colombo e Golosine.
 
Prima vittoria per la neo-retrocessa A.C. Illasi: 1 a 0 contro i non ancora rodati “leoni rosso-verdi” della San Marco Borgo Milano di mister Emanuele Battocchio e del presidente Bruno Romani da Cagli di Pesaro Urbino, classe 1936 (è coetaneo a Luciano Moggi). La differenza lo fa un colpo d’Ala, davvero orgoglioso, della squadra allenata da Massimo Burato.
 
Baldi… di gioia compie il numero 10 della matricola Scaligera Lavagno del diesse Pippo Baltieri e di mister Ivan Benin che vince 1 a 2 a Corbiolo, dove torna a segnare per i granata di mister Antonio Vanti bomber Paolone Bicego, ma il suo è ancora un gol di Pirro! Decisiva per i nero-oro del presidente Samuele Tosi la doppietta di Riccardo Baldi, ex Isola Rizza e Scaligera 2003.
 
Primi 3 punti per l’Olimpia Pontecrencano, il club più o meno privè della famiglia Testi (Maurizio è il nuovo mister dei “geniali pontieri” cittadini): 2 a 1 all’Ares Calcio Vr di mister Pigatto significa voler inviare un messaggio all’Alta Corte della classifica. Significa voler dialogare con i massimi sistemi, perché l’Ares, assieme alla Juventina Valpantena, parte con i favori dei pronostici della vigilia, eh. In vantaggio, però, ci vanno gli aretini di mister Doriano Pigatto grazie a capitan Alessio Piccolo, classe 1987, ma poi, sono rimontati dal tecnicissimo Luca Ottofaro e infine superati da Villaraspi, ex San Zeno e Bnc Noi.
 
Vince ed allontana quasi un incubo, appollaiatosi quasi come la nuvoletta sulla Fiat Bianchina di Fantozzi sul capo dei poianesi, la Juventina Valpantena dei fratelli e dirigenti Malaffo, Diego e Giorgio: 1 a 0 rifilato al “Lorenzo Bellamoli” ai piè della Valpantena dai bianco-neri di mister, lo psicanalista Andrea dr Scardoni. Vittima è l’eccellente A.C. Mozzecane, la quale, fino ad ora, ha avuto la somma sventura di aver incontrato 2 delle 3 papabili sicure al titolo (la 3^ è l’Ares, l’altra è stato il Montorio). 3 a 0; E’ di Thomas Bertagna, figlio del panzer sanmartinese Lando – mancata punta del Bari ed ex tanta serie C di allora, ex anche del Legnago e del San Giovanni Valdarno (Sangiovannese) -, pure ex Pol. Virtus, a fare la differenza, con le bacchette proprie di un vero maestro d’orchestra.
 
Ed allacciatevi forte le cinture di sicurezza, domenica prossima a Poiano arriverà proprio il Montorio. Le due squadre competevano – alla metà degli anni 80 – per raggiungere in esilaranti testa a testa da mozzafiato per il paradiso della 1^ categoria. Come si vede, la storia si ripete. Alla Giobatta Vico!
 
Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it

Visualizzato(1971)