ULTIMA - 22/1/19 - OGGI VIRTUS VERONA-PORDENONE, LE PAROLE DI MISTER GIGI FRESCO

Il Pordenone dopo il Monza. Calendario beffardo per la Virtus Verona che tre giorni dopo il match del Brianteo incrocia le armi della capolista del girone, reduce da dieci risultati utili consecutivi (oggi, fischio d'inizio ore 18.30). Ecco le parole del presidente allenatore rossoblu Luigi Fresco rilasciate ieri alla vigilia della partita: "A
...[leggi]

PRIMA PAGINA

14/9/15
IL PUNTO SUL CAMPIONATO DI 2^ CATEGORIA (GIR. D) – 2^ GIORNATA

POZZO TRACIMANTE SUL GAZZO, IL VIGO AFFONDA L’ALBAREDO, L’ASPARETTO CEREASUD VALICA IL PORTO, IL REAL VIGASIO PASSA SUL CANAL BIANCO

Eravamo ieri al “Nicola Pasetto” di Pozzo di San Giovanni Lupatoto e, francamente, il successo del 4 a 0 dei pozzani ci è apparso un pochino extra-large. Sì, come quelle maglie estive che, al rientro dalle godute ferie, non riesci più a infilarti, tanto sono diventate strette (e larghi, sicuramente, i fianchi o le maniglie dell’amore!). Buon primo tempo dei maccacaresi di mister Matteo Gobbetti (“Non sono affatto scontento della prova dei miei ragazzi; che hanno creato le migliori azioni nei primi 45 minuti”: così a fine gara, pensante già al prossimo match, quello contro l’Albaredo). Bravo, ma non è una novità, il “gigante dei pali” Stefano Facchinetti.

Ma, ci ha colpito, ovviamente, in positivo la doppia realizzata da Francesco Rognini – no, non è un benché minimo lontano parente del Rognini crozzino! -, subito in gol, a tempo di record (dopo nemmeno 3° secondi), quando mister Giuliano Andreoli lo faceva entrare al posto di Gulmini. Un uno-due taglia gambe per i Boys maccacaresi, i quali, però, accusavano le gravi assenze, in ispecie, quelle del “Principe” Thomas Soragni e dell’ex Nogara Alberto Persi. Prima, il mancino ex Edera, ex Virtus, ex Virtus Tempo Libero, Gigi Onofrio, batteva l’incolpevole Marconcini. Poi, Jerry “Scotti” Ambrosi, cara creatura allevata assieme a Pilon dal presente mister Luigin “Gin” Toniella, juventino doc, marcava il bis sul pallottoliere pozzano.
 
Sorprendente colpaccio del “vecio” Bovolone di mister Denis Padovani, impresa compiuta in casa nientepopodimeno dei papabili allo scettro di maggio 2016, i Boys Buttapedra di mister Paolo Novali, del presidente Giovanni Arduìn e del tuttofare “El Lola”, al secolo Antonio Lollato: 0 a 1 per i rinati, rigenerati “mobilieri”, mattatore “el vecio alpin” di Christian Pedaci.

Nessuno in vetta a punteggio pieno, eh. Allora, sotto col GSP Vigo 1944, altra candidata all’Oscar di maggio 2016, che sminuzza con un perentorio 4 a 1 l’Albaredo Calcio di mister – è nuovo! – Pittaro (non cosciamo il suo nome di battesimo). Tra gli albaretani, anche il fratello del primo cittadino Ruta, Ferdinando “Re di Borbone”, difensore della classe 1990. I marcatori vighiani, allenati dal mister argentino-italiano Luis Gustavo Passera? Eccoveli serviti: Simone Danielli, doppietta per il nato nel 1990, Bernardiniello e Kabanovich; per l’Albaredo del presidente Daniele, ma, per carità, non mi faccia un…Piasere, ha realizzato la mèta il solo Maestrello. Troppo poco per poter pensare di osare almeno a un punto, o no?
 
Il Calcio Urbana, della cui realtà riporteremo domani sul nostro sito un bel servizio sulla sua vita calcistica, il suo “battito”, supera per 2 a 1 il Gips Salizzole affidato a mister Adriano Rossignoli, detto “El Ros”. In vantaggio i rosso e blu salizzolesi del presidente-laccatore dei pronipoti dei dogi e dogaresse della Serenissima, il mastro (in bottega con la figlia Amanda) laccatore Leonello Migliorini, a cura di Modulon, il Gips subiva il recupero dei giallo-verdi basso-patavini di mister Davide Pevarello, del presidente Stefano Tirello e del tuttofare Alessandro Gelain, con due guizzi di Marco Zulian, classe 1994, e un ruggito proprio di…Nicola Biancardi, classe 1987.

1 a 1 tra Sustinenza ed Atletico San Vito Cerea, con la matricola sotto di una rete, per guizzo dei sanvito-ceretani di mister Gianluca Corso compiuto da Bissoli. Poi, sale in cattedra un grandioso Maychol Andreossi, ex A.C. Oppeano, ex giovanili del Cerea, classe 1995, esterno alto, “Il Vidal del Menago”, il quale ha letteralmente fatto impazzire il suo stretto marcatore sanvitese e ha bagnato con una imperiosa prestazione le scarpe firmate da Luca Toni, quelle color verde fluorescente. Il pareggio degli “scariolanti” sustinentesi, guidati da mister Denis Guerra, diesse Paolo Leardini, presidente, il potente Marco Zuliani, è opera di Andrea Tarocco, detto “Tarocheto”.

L’Asparetto CereaSud di mister Pippo Crivellente tracima ed abbatte il Porto di Legnago della presidentessa Beatrice Zancanella e del nuovo mister Paolo Caliari. 0 a 1 e rete firmata dal marocchino Abbary; in porta la grande, insuperabile “Medusa” di Matteo Gianello, ex portiere di Napoli, Chievo e Piacenza. Asparetto del presidente Gianni Vicentini e del diesse Zeno Montagnoli che ha tesserato in queste ore l'ex punta dell'Olimpica Dossobuono Federico Vaccari, classe 1996 già in gol in Coppa a Nogara.

Il mister del Porto, Paolo Caliari, a fine gara racconta: "Purtroppo abbiamo fallito un rigore dopo soli 6 minuti di gioco che avrebbe potuto cambiare l'inerzia dell'incontro. Poi, loro non hanno praticamente mai tirato nello specchio della nostra porta e, come spesso accade nel calcio, siamo stati puniti in una delle loro isolate azioni offensive con un gol viziato, secondo me, da un netto fuorigioco."
 
Pari e patta, 1 a 1, anche a Bonferraro, tra l’undici di mister Andrea Greggio e il Cà degli Oppi del presidente Maurizio Marchiotto; mister è il riconfermatissimo Gianmatteo Malagnini. Apre i titoli di copertina, verso la mezz’ora del 1° round, il cadeglioppidino Avesani, chiude Patuzzo, ad una decina di minuti al termine.
 
In prossimità del Canal Bianco, nell’estrema Veronesità, nelle Estreme Grandi Valli Veronesi, altra e pericolosa battuta d’arresto per il Villabartolomea del presidente Gabriele Zanardo e di mister Mura. 1 a 2 e passa il Real Vigasio di mister, il mozzecanese Roberto Dandelli: in vantaggio i bianco-neri del “Villa” grazie ad Andrea Zanardo, 20 gennaio 1996!, fratello di Marco, classe 1993 ed anche lui punta, poi, i realvigasiani sembrano prendere, alla maniera dei sarti, le misure. E trafiggono l’estremo Bissoli con tiri del mantovano – ancora lui! - Marco Rondelli e di Bonini.
 
Villabartolomea e Porto di Legnago, le uniche formazioni di questo equilibrato girone “D” ancora a zero punti!

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it

Visualizzato(1678)