ULTIMA - 22/1/19 - OGGI VIRTUS VERONA-PORDENONE, LE PAROLE DI MISTER GIGI FRESCO

Il Pordenone dopo il Monza. Calendario beffardo per la Virtus Verona che tre giorni dopo il match del Brianteo incrocia le armi della capolista del girone, reduce da dieci risultati utili consecutivi (oggi, fischio d'inizio ore 18.30). Ecco le parole del presidente allenatore rossoblu Luigi Fresco rilasciate ieri alla vigilia della partita: "A
...[leggi]

PRIMA PAGINA

17/9/15
IL PUNTO SUL CAMPIONATO DI SERIE D (GIR. C e D) – 3^ GIORNATA

VIRTUS STRARIPANTE, LEGNAGO SFORTUNATO E VILLA SUL FONDO.

Fuochi d'artificio al Gavagnin-Nocini nel turno infrasettimanale del girone C di serie D. Dopo 40 secondi scambio in area fra Cernigoi e Mensah, autostrada aperta per l'attaccante rossoblu che infila il portiere incopevole. Nessuna reazione della Luparense che anzi subisce ancora l'offensiva della VirtusVecomp che continua a premere e al 5' costringe all'uscita il portiere Murano, l'arbitro vede un fallo di mano fuori area ed espelle il portiere. Esce quindi Perosin per far posto al secondo portiere Nalin e gara subito tutta in salita per la Luparense. Non lascia spazi la VirtusVecomp ai lupi padovani, su calcio d'angolo svetta Cernigoi di testa e tocca la palla di quel tanto che basta per piazzare in rete il 2 a 0 rossoblù. Timida reazione della Luparense al 22' con Brotto e Beccaro ma la difesa rossoblu libera per rilanciare subito Verdun il quale lascia partire un tiro improvviso che il portiere non trattiene e favorisce il tap-in di Cernigoi che al 29' mette in rete il 3 a 0 per la VirtusVecomp di mister Gigi Fresco. Nella ripresa la VirtusVecomp si limita a controllare la gara, la testa dei veronesi è già al Venezia per l'incontro clow di domenica prossima. Al 5' Mensah indirizza di testa una palla precisa all'angolino ma questa volta nalin è bravo ad intuire e a cavar fuori la palla con le ulghie andando a sbattere sul palo. Al 21' c'è gloria anche per Alessandro Rizzi che subentra a Verdun e riesce a farsi trovare subito pronto su un lancio in area infilando di potenza il 4 a 0 virtussino. Al 28' punizione da 30 metri circa per la VirtusVecomp, batte Burato, tutti si aspettano un traversone ma il rossoblu batte direttamente a rete sorprendendo Nalin per il 5 a 0. Al 38' la Luparense cerca e trova la rete della bandiera, Brotto appostato al limite dell'area misura un preciso pallone all'angolino basso dove Tebaldi non può arrivare. Finisce 5 a 1 per i Fresco-boys che danno appuntamento ai loro tifosi a San Donà di Piave per l'incontro fra le due capolista a punteggio pieno, Venezia-VirtusVecomp di domenica 19 settembre alle ore 15.30.

Nel girone D, allo stadio Gabrielli di Rovigo il Delta Rovigo impone il 2 a 2 ad un Legnago in buona salute e autore di un’ottima prestazione, che non ha saputo concretizzare sei nitide palle gol e si è visto annullare un gol di Adriano per un fuorigioco che non c’era. Biancazzurri di mister Orecchia che raccolgono elogi ma un solo punto. Il Delta Rovigo ha sprecato un rigore con Baldrocco che si è poi riscattato segnando il gol del momentaneo 2 a 1 in posizione sospetta. Dopo 7’ locali in vantaggio: angolo di Boilini inzuccata-gol di Castellani che sorprende la difesa a zona e il portiere che non esce. Al 17’ il pareggio: fallo su Broso, batte la punizione Viviani con un bolide imprendibile. Nella ripresa al 9’ rigore per il Delta Rovigo per un intervento in area di Cybulko su Baldrocco, penalty che lo stesso giocatore batte altissimo. Al 14’ azione corale del Legnago: Tessari da centro area tira alle stelle il pallone del possibile 2 a 1. Gol sbagliato, gol subuito, e al 35’ Delta va in vantaggio con Baldrocco che sembra in posizione sospetta. Passa un minuto ed è subito pareggio dei biancazzurri sul cross di Zerbato che Martino appoggia in rete. Il Legnago potrebbe vincere in tre occasioni, al 38’ con Zerbato che salta un paio di avversari e non conclude, poi al 40’ con Dal Bianco che tira deciso a rete e il portiere devia in angolo e al 44’ con Adriano fermato da un fuorigioco inesistente.

Nell'altra partita del girone D, l'altra veronese, il Villafranca di mister Sauro Frutti perde contro il Ribelle, di Castiglione di Ravenna, che si riprende dopo lo smacco subito domenica scorsa contro la Sammaurese. I romagnoli vanno ad espugnare il terreno del Villafranca con uno 0 a 1 che potrebbe esssere stato molto più pesante. Avvio di partita con entrambe le squadre che cercano di offendere. Prima Rodriguez fallisce in contropiede il possibile vantaggio per gli ospiti di mister Mauro Antonioli, ex Chievo, poi l'ex Mantova Manuel Spinale colpisce la traversa per i blaugrana con una conclusione da 30 metri. La Ribelle continua a premere e al 26' usufruisce di un rigore che Bernacci spara alle stelle. Poco dopo, al 32°, ancora gli ospiti vanno vicino al vantaggio con Lari che colpisce clamorosamente il palo. La ripresa vede sempre i ravennati protesi in avanti alla ricerca del gol ma il tiro di Bajrami viene fermato dalla traversa. Prova e riprova e la Ribelle passa grazie ad un contropiede di  Rodriguez che sfrutta un'indecisione di Antinori e insacca con un gran tiro a giro da fuori area. Dopo il vantaggio gli ospiti controllano la gara e rischiano al 35° quando Avanzi su punizione colpisce il palo. Al triplice fischio delusione per i tifosi locali sugli spalti che hanno visto anche la presenza dell'ex bomber dell'Inter e della Nazionale Roberto Boninsegna.
Domenica prossima blaugrana in casa del Lentigione alla ricerca dei primi tre punti.

La redazione di www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(1220)