ULTIMA - 21/1/19 - GLI ACCOPPIAMENTI DELLA COPPA DELEGAZIONE DI VERONA

Si è chiuso ieri il 1° turno della Coppa Verona 2018-19 riservata alla formazioni di Terza categoria, denominata “Memorial Gianni Segalla”, che ha visto il passaggio ai quarti di finale delle prime classificate dei 7 gironi, Lessinia, Saval Maddalena, Borgo Trento, Dorial, Gazzolo 2014, Roverchiara, Ausonia Calcio e la migliore seconda classificata
...[leggi]

PRIMA PAGINA

21/9/15
IL PUNTO SUL CAMPIONATO DI 1^ CATEGORIA (GIR. B) – 3^ GIORNATA

ALTRI 5 RUGGITI E IL PRIMATO ASSOLUTO APPARTIENE AL CASALEONE! BENE ANCHE SANGUINETTOVENERA E REAL SAN ZENO

E’ l’unica squadra a punteggio pieno, quella allenata da mister Stefano Sacchetto, una laurea nel cassetto in Scienze Politiche e una bottega di antiquario da difendere e propagandare. Questo Casaleone non scherza davvero: molla morsiconi a destra e a sinistra ed ora è solo al comando con 9 punti in 3 gare già giocate.
 
Ieri, la consacrazione del primato solitario dei giallo e blu della Bassa: l’1 a 5 a San Bonifacio, in casa della neo-retrocessa e teen-ager Sambonifacese di mister del coach Freddy Serato e del suo secondo Fuffo Cenci. Il minerbese e gran “ballerino” Alessandro Guerra (doppietta per lui ieri), Matteo Bonomi(1993), Menini e Luca Sfiller (classe 1995), poi, il gol-consolazione (molto magra!) ad opera di Osas.
 
Bevilacqua di mister Simone Brunelli, che non zampilla ancora una goccia di un punto in classifica in questi primi 270 minuti di campionato: deve cedere, 0 a 2, anche al più gasato, al più convinto SanguinettoVenera di Nicola “Fonzie” Bertozzo da Isola della Scala. E’ ancora il sangue partenopeo Mario Di Cristo a cacciarla dentro per i sangue-venerabili, imitato dal marocchino El Badaoui (commento dettagliato della gara e foto in ultim'ora).
 
L’Audace del presidente Giorgio Zambaldo e del mister Matteo Biroli si porta a ridosso delle protagoniste con i suoi 6 punti racimolati in 3 gare: vince, all’ombra del “Tiberghien”, per 3 a 1, a spese del Lonigo 1910 del presidente Renato Randon e di mister, il veronese Salvatore Di Paola. Al Pia, Dalla Mura e Righetti, questi i cannonieri sanmichelati; il solo Davide Longo, classe 1993, invece, per i leoniceni, ultimi in chiassoso condominio a quota 1 punto.
 
L’A.C. Tregnago viene sconfitto in casa propria per 1 a 2 dai vicentini del Real San Zeno di mister Crivellaro, attualmente secondi alla pari del Sanguinetto-Venera a quota 7 punti. Angelo Tamiozzo, classe 1985 e il neo-acquisto dei bianco-rossi del presidente Maurizio Bastianello, Vallarsa, eclissano l’unico gol giallo e blu firmato dai ragazzi di mister Beppe Castagna con l'ex Illasi Andrea Antonelli.
 
Sale in classifica, è ora a 6 punti, anche il ValdalponeRoncà, che a Montecchia di Crosara venerdì sera 25 settembre vivrà la sfida benefica con le Vecchie Glorie dell’Hellas Verona. Il colpaccio da parte dei ragazzi del trainer il soavese Mirko Dalle Ave e del presidente Emilio Cavazza viene messo a segno a Raldon (dove manca un vero panzer!) dal “re dei bomber” Christian Turozzi, da Filippo Menini e da Braggio; doppia artigliata, invece, sferrata da Corbo, per i “ramarri raldonati” – ancora a un solo punto - della presidentessa, la dottoressa in Lettere, Francesca Sacco.
 
Sorprendente colpaccio della matricola Sossano Villaga Orgiano al “Giobatta Battistoni” di San Giovanni Lupatoto, in ritardo sulla tabella di marcia, ma conforta il fatto che lo fosse stato anche l’anno scorso nel primo spicchio di andata. 1 a 2 per l’undici guidato da mister Maurizio Segato, con piattelli disintegrati dal 1994 Andrea Zarantonello e dal centrocampista 1992 Paolo Lovato; tra i due spari, il fuoco fatuo emesso da Nicola Avesani per i biancorossi del nuo mister Marco Burato.
 
A Ronco all’Adige, il “Beppe Signori di Perzacco di Zevio”, al secolo Alessio Soave illude l’Albaronco di mister Nicola Corrent per quanto riguarda la conquista dei 3 punti; infatti, l’A.C. Cologna Veneta di mister Maurizio Lissandrini si è ripreso dalla disfatta di sette giorni fa, e riacciuffa il pari a un minuto alla fine grazie all’invenzione di Jacopo Dall’Omo, rientrato dal prestito con l’Aurora Cavalponica, e classe 1996.
 
In riva al Piganzo, l’A.C. Isola Rizza ha avuto ragione, 3 a 1, di un comunque ben disposto in campo e volonteroso Croz Zai. E’ mancata qualche scintilla a centrocampo tra i ragazzi di mister Matteo Meneghetti, rimasto, a risultato oramai maturato, in dieci uomini per l’espulsione dell’appena entrato in campo Matteo Pozzani. Ma, ricordiamoci che gli isolarizzani sono quasi gli stessi della passata stagione, in cui terminarono il Torneo come fantastici players off, e, quindi, non sono a digiuno di questo genere di campionato.
 
Paratona alla Gian Luigi Buffon, e cioè da un palo all’altro, dell’estremo crozzino nonché juventino Nicola Sanna, classe 1988, ex U.S. Cadore e Borgoprimomaggio, un paio di ghiotte occasioni per gli ospiti mancate da “Skizzo” Stefano Rognini, precisi i traversoni dalla fascia scodellati da Enrico “Puleggia” Bolton” Marchesini (classe 1990), il “Fenomeno” Francesco Gasparato (classe 1980) sulla via della guarigione, poi, per i larizzani i gol di uno strepitoso Luca Andriani da Oppeano, classe 1990, col 10 dei grandi campioni sulla schiena, e doppietta dell’irresistibile Massimo Mantovani, fantasioso nel pennellare sul secondo palo il gol del 2 a 1, più “rocambolesco” nel firmare la doppietta. In tribuna anche il primo cittadino Enrico Pasqualini, ex calciatore dei “porcorizzi” di mister Christian Campagnari e del presidente Giorgio Mantovani. Ottima la conduzione arbitrale della signorina, con tanto di coda bionda di cavallo, Greta Pasquesi della Sezione Aia di Rovigo.

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(2009)