ULTIMA - 23/3/19 - MICHAEL DE SANTIS (ROSEGAFERRO) CREDE NELLA SALVEZZA

Domani si gioca al 26^ giornata dei campionati dilettantistici veronesi dove comincia ad infiammarsi la lotta per il titolo e per non retrocedere. In Seconda categoria quest'anno retrocederanno solo due squadre per girone quindi i play-out vedranno impegnate solo la 14^ e 15^ squadra classificata, da questo scontro uscirà la squadra che sarà
...[leggi]

PRIMA PAGINA

21/9/15
IL PUNTO SUL CAMPIONATO DI SERIE D (GIR. C e D) – 4^ GIORNATA

L'ORGOGLIO DELLA VIRTUS NON BASTA COL VENEZIA. IL LEGNAGO ARPIONA LA PRIMA VITTORIA, IL VILLA IL 1° PUNTO.

Nella 4^ giornata del campionato di serie D, girone C, si giocava il big-match al vertice fra Venezia e Virtusvecomp, entrambe a punteggio pieno con 9 punti in 3 gare. Al 10' subito la doccia fredda per i rossoblu veronesi di mister Gigi Fresco, da calcio d'angolo Favaro pennella un perfetto cross per la testa di Ferrante che sigla l'1 a 0 per il Venezia che al 12' coglie la traversa piena con Calzi su calcio di punizione fuori area. Fase stanca della partita, dopo la fiammata iniziale, fa caldo, e ora la VirtusVecomp riesce a controllare il centrocampo veneziano con meno affanno. Al 37' punizione da 40 metri di Calzi per Serafini al quale non riesce nella deviazione al volo e, sulla ripartenza, la VirtusVecomp è molto pericolosa con Alba che si libera di tre difensori prima di mettere in mezzo per Mensah che viene anticipato. Altra azione della VirtusVecomp al 42' con Santuari, ma il suo tiro è alto. Rossoblù che subito dopo rimangono in dieci per l'espulsione di Cernigoi per doppia ammonizione.

Secondo tempo con il Venezia in vantaggio 1 a 0 che parte subito all'attacco e viene premiato al 3' dal secondo gol di Serafini che porta i lagunari sul 2 a 0. Va subito in scena l'orgoglio dei rossoblu di Borgo Venezia, palla a centrocampo, da Alba a Mensah che raccoglie palla e dai venti metri scavalca Vicario con una bordata a scendere. 2 a 1, la partita si riapre e adesso i giocatori del Venezia cominciano a guardarsi negli occhi preoccupati. La VirtusVecomp prende campo e al 23' gran tiro di Alba che costringe Vicario a distendersi in tuffo e a salvare il risultato. Nell'ultimo quarto d'ora la VirtusVecomp prende decisamente l'iniziativa e crea diverse occasioni per arrivare al meritato pareggio. Mancano 5' e i rossoblu sono tutti all'attacco per l'ultimo arrembaggio; Venezia costretto in difesa pur avendo un uomo in più. L'arbitro chiama 3 minuti di recupero, l'incontro termina con i rossoblu all'attacco e con il 2 a 1 per Unione Venezia. VirtusVecomp consapevole però che potrà continuare ad essere protagonista ed a giocarsi un ottimo campionato.

Nella quarta giornata del campionato di serie D, girone D, il Parma, alla quarta vittoria consecutiva, è rimasto da solo in testa alla classifica per aver battuto, nella partitissima della giornata, l'Altovicentino per 2 a 0 grazie ai gol nella ripresa di Ricci (2') e Melandri (26'). Al secondo posto il San Marino, che ha sconfitto il Ravenna nel posticipo serale con un gol di Braccini al 91', e il forte Lentigione, squadra della frazione del comune di Brescello in provincia di Reggio Emilia, bloccato in casa sullo 0 a 0 dal Villafranca.

Il Villafranca che ottiene il primo punto stagionale in casa del Lentigione, al termine di una partita molto combattuta a centrocampo ma quasi priva di occasioni da rete importanti. La squadra locale di mister di Zattarin parte subito in avanti alla ricerca della quarta vittoria consecutive in altrettante partite di campionato disputate, ma deve fare i conti con dei blaugrana molto determinati. Dopo pochi minuti locali già pericolosi con un gran tiro al volo da fuori area di Santagiuliana che si stampa sulla traversa, a Cantamessa ormai battuto. Nel corso della prima frazione i ragazzi di mister Sauro Frutti, dopo la bella prova a Parma, mettono sotto pressione i padroni di casa, che, dopo l'occasione avuta, faticano molto ad essere pericolosi. Sono invece i veronesi a rendersi pericolosi al 39° quando Vecchi anticipa un De Angelis incerto nell'uscita svirgolando un pallone che ricade sulla parte alta della traversa per poi uscire in angolo. Sul corner il Villafranca sfiora il vantaggio con un colpo di testa che esce di poco  alto. Nella ripresa i blaugrana calano di intensità, ma il Lentigione però non riesce a trovare quasi mai la conclusione a rete. All'86° il neo-entrato Pandiani s'invola sulla sinistra e a tu per tu con Cantamessa invece di tirare tocca all’indietro per Miftah che non trova la palla troppo arretrata per lui. Il Villafranca si ricompone e porta a casa il punto senza difficoltà, imponendo il primo stop della stagione all'ex capolista del girone.

Per il Legnago invece, è arrivata la prima vittoria stagionale, dopo buone prestazioni ma pochi punti (una sconfitta e due pareggi) contro il giovane Bellaria che ha tenuto in bilico il risultato fino al 94' più per errori di mira dei biancazzurri che per sua pericolosità offensiva. Chi sbaglia paga e al 38' della ripresa per poco non arriva la beffa nell'unico tiro in porta degli ospiti: Infatti il numero 10 Mattia Gagliardi si è visto deviare sul palo la sua "bomba" dal portiere del Legnago Damian Cybulko. Il gol biancazzurro è stato firmato da Antonio Broso, al suo terzo gol stagionale, dopo sei minuti di gioco, incornando in rete una punizione di Viviani. Il Legnago nel finale potrebbe raddoppiare per due volte con Taylor imbeccato da Dal Bianco (tiro altissimo) e con Tresoldi che dopo aver superato due avversari, appoggia al portiere. Ben dieci i corner battuti dal Legnago, ora settimo in classifica con 5 punti alla pari della Virtus Castelfranco.

tratto dagli addetti stampa delle società - www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(1162)