ULTIMA - 21/1/19 - GLI ACCOPPIAMENTI DELLA COPPA DELEGAZIONE DI VERONA

Si è chiuso ieri il 1° turno della Coppa Verona 2018-19 riservata alla formazioni di Terza categoria, denominata “Memorial Gianni Segalla”, che ha visto il passaggio ai quarti di finale delle prime classificate dei 7 gironi, Lessinia, Saval Maddalena, Borgo Trento, Dorial, Gazzolo 2014, Roverchiara, Ausonia Calcio e la migliore seconda classificata
...[leggi]

PRIMA PAGINA

28/9/15
IL PUNTO SUL CAMPIONATO DI PROMOZIONE – 4^ GIORNATA

POL. VIRTUS ED AURORA CAVALPONICA TENTANO LA FUGA, POKER DEL DOSSOBUONO ALLA PROVESE

Anche in questa 4^ domenica fioccano le reti e le vittorie roboanti. Partiamo da quella più squillante soffiata dentro le cornamusa dalla matricola Olimpica Dossobuono di un mister Beppe Bozzini sempre più tartassato dalla giustizia sportiva e costretto ancora una volta a seguire i suoi ragazzi dalla tribuna (in panchina ieri il suo secondo Maurizio Bertosin): pesante 4 a 1 rifilato alla più gettonata Provese di mister Michelino Cherobin. Doppietta dell’”avvocato” Lorenzo Donella, poi, Zorzella e Kassum; il solo Matteo Pasini, appena rientrato, la caccia dentro per i rosso-neri della frazione di San Bonifacio: troppo poco!
 
Guidano la classifica del girone “A” di Promozione, a 10 punti, la coppia Polisportiva Virtus Borgo Venezia-Aurora Cavalponica. I rosso e blu borgo-veneziani – galvanizzati dai magici massaggi di Maria Brighenti – guizzano, 0 a 1, anche all’”Esterino Avanzi” di borgo Roma, contro i giallo e rossi guidati da “Mou” Mario Colantoni. Mattatore per i rossoblù di mister Simone Bragantini è Dassiè, cognome francofono per il difensore-goleador Simone, classe 1995, che ricorda tanto o la marca di uno champagne o quello di una torta nuziale.
 
A San Gregorio di Veronella, 2 a 1 dell’Aurora Cavalponica dell'irraggiungibile presidente Stefano Bressan a spese dell’A.C. Cadidavid di mister Massimiliano Canovo. E’ “nonno” Gianluca Correzzola a indicare la via della vittoria, imitato più tardi dal “cosacco” ex Alba Borgo Roma Goran Ivanov, mentre in mezzo a loro inscena il suo balletto il giovane bianco e blu dal nome belga, Vauvert. Cavalponica di mister Brendolan che domenica sarà di scena proprio in casa dell'Alba Borgo Roma che sogna l'aggancio.
 
L’A.C. Garda raggiunge al quarto posto e a quota 7 i giallo-rossi albaromani, vincendo vicino alla propria fraglia per 3 a 0 a spese dell’A.C. Zevio del trainer ostigliese Paolo Marchi. L’ex caldierese Rambaudo, abitante in borgo Trieste, Prince, e poi, “Pogba” Yao, ex Trissino ed ex Villafranca per i rosso e blu dello skipper Gigi Possente. Aspettando i numeri di Cenzato e del 1998 Dall’Ora.
 
Il Sona Maddalena Mazza di mister Lucio Beltrame aziona la freccia non quella proprio degli indiani, ma quella del sorpasso, al “Renzo Tizian”, andando a imporsi per 1 a 3 nella nuova casa della Pro San Bonifacio dell’avvocato Mariano Dalla Valle e del vice-presidente Claudio Fattori, quello della Dolce Mela. Ancora una volta bomber “Lorenzo il Magnifico” Meda, poi, l’ex polivirtussino Gilbert Cadete, classe 1989, quindi ancora Meda e poi il vagito di Ignat per i prosambonifacesi di mister Peter Taccardi.
 
L’A.C. Lugagnano di mister Pippo Damini (penalizzato in settimana dalla sconfitta a tavolino a favore del Sona), da noi incontrato al sabato sera a braccetto della sua compagna a visitare i padiglioni fieristici della Sagra del riso a Isola della Scala, piega il braccio della resistenza, 3 a 2, oppostagli dal Nogara, ancora in secca con le reti e i pesci fino ad ora raccolti. Gran bel gol, da 30 metri ed all’incrocio, quello firmato dal capitano degli “ussari del basso Tartaro”, capitan Andrea Codognola, buon avvio dei bianco-rossi nogaresi di mister Andrea Bertelli per via del gol realizzato da Luca Pasquali, ma poi la scena è tutta del “Luga”; che scrolla la rete avversaria con Fiorini, Marco Fresolone e con “scarpette da ballerino del “Bolschioj”” Nicolò Dalla Pellegrina, classe 1989, ex anche dei mantovani del Castelbelforte.
 
Netto ed inequivocabile 3 a 0 dell’F.C. Valgatara a spese della molto quotata, dai brokers del nostro calcio mercato, Belfiorese di mister Flavio Carnovelli; priva, però, di Stefano Guandalini, non invece di bomber Marvin “Hagler” Favalli, ed alla prima scivolata stagionale. Per “El Barça della Valpolicella” di mister Roberto Pienazza la cacciano in buca Giacopuzzi, Marconi ed “El Principe” Andrea Mileto, ex Zevio.
 
Seconda vittoria per l’A.C. San Zeno Vr di mister “Bolo” Davide Bolognesi, rientrato a giocare nella mitica busa vigilata dal mezzo busto bronzeo di Arrigo Ligabò, detto “Molena”. Battuto per 2 a 0 il Grezzana di mister Andrea Matteoni, con rigore trasformato da Nicola Milani e da una conclusione velenosa di Cristanini. L’ingegner-architetto Luca Grigolo, aulica “colonna” della difesa granata, ancora senza il suo “Bronzo di Riace” difensivo Davide Cacciatori, costretto ancora sul lettino dei massaggi.

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(2025)