ULTIMA - 21/3/19 - SEMIFINALI DI COPPA VERONA: SAVAL "CORSARO" A GAZZOLO

Ieri sera si sono giocate le partite di andata delle semifinali della Coppa Verona 2018-19 che mette in palio, oltre al prestigioso trofeo, anche un posto nel prossimo campionato di Seconda categoria 2019-2020. Sfortunata la gara per il Gazzolo 2014 del presidente Paolo Valle che alla fine ha perso 1 a 2 in casa contro il bravo e fortunato Saval Maddalena
...[leggi]

PRIMA PAGINA

12/10/15
IL PUNTO SUL CAMPIONATO DI 1^ CATEGORIA (GIR. A) – 6^ GIORNATA

CASTELDAZZANO, ECCE VICTORIA! PARONA CORSARO A LUGO, MA I COLPACCI LI COMPIONO IL VALEGGIO E IL BUSSOLENGO

Finalmente, Casteldazzano: primi 3 punti della nuova stagione per i “castellani” del presidente Giacomo Tabarrini. L’undici di mister Dolci li coglie in casa e nel derby contro l’Atletico Vigasio del presidente Gianfranco “baffo” Pozza e di mister Massimiliano Signoretto. A decidere l'incontro ci pensa l'ex Cadidavid Alex Gobbi. Il big match, quello tra il Pastrengo di miste Paolo Brentegani e la Montebaldina di mister Simone Cristofaletti, termina nella classica bolla di sapone a livello di concretezza e di reti: cioè 0 a 0, e tutti vissero infelici e scontenti.

“El Busso”, sul cui morale dell’intera squadra il presidente Emilio Montresor agisce da pompiere collaudato visto che i suoi ragazzi hanno sempre pigiato sull’acceleratore ogni autunno calcistico, ebbene il Bussolengo di mister Franco Tommasi viola il “Manuel Fiorito”, 1 a 2, con i bianco-viola del Concordia di mister Nicola Chieppe impallinati da Sala – non il presidente dell’Expo, eh! – e dal prodotto locale Matteo Tezza, classe 1996, che rendono inutile il sigillo del solito Otoo. Il riso degustato a Isola della Scala dai bianco-viola del presidente Marco Giavoni deve essere rimasto indigesto al tottiano Mario D’Aleo (alla fidanzata, la fiorentina Francesca, ieri in tribuna) e soci.
 
E’ un Peschiera, quello di mister oberto Sorio, che da due anni a questa parte, vive dei gol e della grande esperienza accumulata dal mancino vilafranchese, l’interista Matteo “Bianco” Bianchini: doppietta anche ieri per l’ex magazziniere del Mantova di serie B, “El Bianco”, appunto, doppietta incorniciata dalle “perle” silate dalla loro collana da “San” Bonifacio Mochiah e prim’ancora dal “bomber dalla faccia triste”, l’ex centro-boa di pallanuoto Michele Rigo.
 
La Scaligera 2003 ha un nuovo scudiero, un nuovo “condukator”, il laureato in Scienze Motorie Davide "Big Jim” Leonardi; ritornato più forte di prima dopo l’operazione ai crociati patita lo scorso 17 novembre dal dr Ricci. E’ lui come una stella Cometa ad indicare la via della Risurrezione alla giallorossi del suo mister ritrovato, Simone Marocchio; che l’aveva lanciato nella bella favola raldonate. Poi, ilraddoppio di Mattia Fraccaroli, ex Nogara, classe 1996, nella vita di tutti i giorni barista di fronte alla stazione ferroviaria di Isola della Scala, poi, il “Bel Guz”, l’ex oppeanese ma di Bovolone Riccardo Gusella. Ma, in campo, ci sono anche gli avversari del CastelnuovoSandrà del presidente Luca Sandri e guidati da mister Gianni Canovo; i quali si affidano al bomber tregnaghese Mattia Molini per la fredda e riuscita trasformazione del calcio di rigore che issa la bandiera bianca.
 
La matricola Parona di mister Flavio Marai si impone sul sintetico di Lugo: non di Romagna, dove debuttò un impaurito, timido Arrigo Sacchi da Fusignano, e dove si svolse nell’agosto 1970 il film “Il presidente del Borgo Rosso F.C.” con protagonisti Alberto Sordi, comparse di Omar Sivori e del sanguinettese Germano Pistori, allora numero 4 dei bianco-neri romagnoli (ora diesse della Primavera). L’allora compagine romagnola si chiamava e si chiama ancora oggi Baracca (in onore all’aviatore Francesco) Lugo, oggi, il Lugo di casa nostra si chiama Real GrezzanaLugo ed è guidato da Michael De Santis. La differenza sta negli anni, nella geografia e nella categoria. I bianco-verdi del presidente ed agente di commercio Riccardo Portoghese passano grazie alla conclusione di bomber Joshua Nyamekeh.
 
Colpaccio memorabile per il Gabetti Valeggio del difensore di Marmirolo, il “pneumatico” Marco Baraldi, rampollo dei “boss dei penumatici” di quelle parti, ed oggi, Marco, difensore datato 1988: il Gabetti passa da lui in settimana a gonfiare gomme e a ricaricare entusiasmo e va a vincere, 0 a 1, nientepopodimeno che in casa del Povegliano del diesse Flavio Dal Santo e di mister Marco Pedron. Mattatore, per i rossoblù di mister Lucio Marconi, Il filosofo, per via della barbetta da studioso dei massimi sistemi, Francesco De Rossi, ex Pol.Quaderni.
 
A proposito del Quaderni: i “nero-verdi della Postumia” colgono l’importante successo interno, superando per 3 a 1 il Valpolicella di mister Michele Purgato e del diesse Francesco Allegrini. In rete, per i biancazzurri del presidentissimo Fernando Boscaini, ci vanno con Dario Maccachero, ma dopo che l’avevano già cacciata in fondo al sacco “Salvo” D’Acquisto, “nozze con i fichi”…Secchi (Marco) e con Domenico “’O Scugnizzo” Marino. Espulsi per i quadermesi di mister Fabrizio Gilioli il prof. Di Matematica a Castelletto di Brenzone, l’ing. Daniele Scattolini, classe 1986, e il valeggiano Magagnotti.

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(1955)