ULTIMA - 16/1/19 - OGGI JUVENTUS E MILAN SI CONTENDONO LA SUPERCOPPA ITALIANA

Juventus e Milan, oggi alle ore 18.30 si contenderanno a Gedda, in Arabia Saudita, la Supercoppa Italiana. Sia i rossoneri che i bianconeri hanno già vinto sette volte il trofeo e stasera sperano di conquistare l'ottavo successo. I due allenatori adotteranno stasera un modulo molto offensivo con il chiaro intento di portare a
...[leggi]

PRIMA PAGINA

19/10/15
IL PUNTO SUL CAMPIONATO DI ECCELLENZA – 7^ GIORNATA

ALLUNGO RIUSCITO AL CALDIERO, SI RIDESTA L’”AMBRO”, VIGASIO E BARDOLINO TERZE, S.MARTINO OK, CEREA KO

Il Caldiero, matricola del girone “A” di Eccellenza ora addirittura in fuga: il suo vantaggio passa a + 2 (il rapporto è di 19 a 17) sull’Adriese, che ieri pomeriggio in Polesine ha asfaltato (4 a 0, con reti di Ballarin, Volpato, Marangon e Lestani) il volonteroso Cerea del buon mister – ex giovanili di Legnago Salus e Sambonifacese – Giovanni Bongiovanni.  Infatti, il Cerea dell’ex professionista Stefano Garzon e di “Ibra” Maychol De Marchi, pasticcere del rione Santa Lucia, stava conducendo il pallino del gioco. Poi, i polesani di mister Cavallari hanno – come si usa dire – preso le misure, affondando i colpi.
 
Il Caldiero del presidente Filippo Berti, dunque, tenta la fuga vincendo 2 a 1 ieri all’ombra di Giunone e a spese della non male Pozzonovo del talentuoso Giordani, ieri coll’8 sulla schiena. In vantaggio, però, i basso-patavini del coach Sabbadin, su rigore trasformato da Volpara; poi, Giacomo Moresco (sì, ancora lui!) e Manuel Leardini afferrano la mountain bike e compiono la scalata alla vittoria regalando i tre punti e la vetta ai termali di mister Roberto Piuzzi.
 
Finisce 2 a 2 a Sandrigo, tra l’Azzurra di mister Massimo Bernardi e il Loreo dell’omologo Anali. Doppio vantaggio dei vicentini grazie alle reti messe a segno dal 1990 Alberto Vassarotto, mentre la rimonta rodigina la compiono Neodo e un’autorete di Contro…mano. Idem con patate a Bardolino, dove i giallo e blu del pastrenghese trainer “Cecco” Beppe Brentegani prima van sotto a Giusti (autore della doppietta padovana) del Thermal di Teolo, poi pareggiano con Filiciotto, poi, addirittura si portano in vantaggio grazie a Peretti, ma, alla fine si fanno raggiungere ancora da Giusti. Omonimo del poeta, quello che recitò: “E tanto tanto corsi e mai raggiunsi il fine!”

L’Adriese asfalta brutalmente – perché il risultato è troppo largo e impietoso – il Cerea di mister Giovanni Bongiovanni, la passione che bolle sotto il cappellino alla Giovanotti portato con l’unghia all’indietro. La Piovese sminuzza, 3 a 0, l’Euromarosticense del coach Guido Bernardinelli e lo fa ricorrendo agli spietati mazzieri Talato (doppia) e Deinite, costui algido, freddo, chirurgico su rigore.
 
Sorridono anche San Martino-Speme e Vigasio, entrambe vincitrici in casa e col medesimo punteggio di 2 a 0. I “guerrieri del Tartaro” vigasiani del presidente Cristian Zaffani si sbarazzano del Team Santa Lucia Golosine dello skipper Paolo Puccio e lo fanno ricorrendo a due giovani “guerrieri della luce”, ossia Michele Porcelli, classe 1995, ed Alessandro Tonolli, classe 1990. Biancazzurri di mister Alberto Facci ora terzi con Piovese e Bardolino a quota 14 punti.
 
Il San Martino-Speme del presidente-gentleman, l’immobiliarista Bruno Pellizzoni intona un “Vincerò!” contro i padovani del Mestrino di mister Gabrieli. I tenori dell’orchestra diretta da mister Roberto Maschi sono il gemello Marco Irprati, classe 1994, ex Marano e Bosio. Tre punti che rilanciano i banco-azzurro-neri a metà classifica con 8 punti.
 
Finalmente Ambrosiana: dopo tanta amarezza e gare perdute ingiustamente, rabbiosa reazione dei “demoni della Valpolicella” di mister Tommaso Chiecchi, i quali a Sant’Ambrogio fregiano (1 a 0, scalpellino Nicola Lonzar) l’A.C. Oppeano di trainer Fabrizio Sona e dell’unico rimasto della pattuglia della passata stagione, il “fedele” e cattolico Emanuele Bazzani, (14-7-1995), da Castelbaldo di Padova.

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(1611)