ULTIMA - 18/1/19 - TEAM S.LUCIA GOLOSINE, RAMPA DI LANCIO DEI MISTER. E, NON SOLO!

Una particolarità che contraddistingue il Team S.Lucia Golosine del presidente Giuseppe "l'Elettrico" Bettini è che negli ultimi 10 anni sono passati, anche a fare tirocinio, i mister più prestigiosi del nostro calcio. Parliano di Gigi Possente, poi approdato al Trento, di Cristian Soave, ora "timoniere" del
...[leggi]

PRIMA PAGINA

19/10/15
IL PUNTO SUL CAMPIONATO DI 1^ CATEGORIA (GIR. B) – 7^ GIORNATA

“SANGUI-VENERA” MESSO ANCORA IN CROZ DALLA ZAI, IL RALDON SFATA IL “TIBERGHIEN”, IL SOSSANO AVVELENA IL PIGANZO, L'ALBARONCO AGGANCIA IN VETTA IL CASALEONE
 
Ancora il Casaleone, per la seconda settimana di fila appaiato (questa volta dall’Albaronco), a tener testa al girone “B” di 1^ categoria. Il suo presidente, il pacifico Marco Faella, in settimana aveva proferito dichiarazioni alla camomilla circa la prima caduta dei suoi casaleoncini, dichiarando che l’attico non è proprio il primario obiettivo dei giallo e blu della Bassa veronese. Anche se, come si dice in tal caso, l’appetito vien mangiando. E, perché no, anche bevendo.
 
Il Casaleone non vince, ma pareggia 2 a 2, a Bevilacqua, in casa di una squadra ancora alla ricerca di una sua precisa identità di gioco; ciononostante, la “Cremonese della Bassa” di mister Giuseppe Schivo era passata in vantaggio grazie a Giacomo Bissoli, classe 1987, ex giovanili del Chievo, poi, raggiunta da Andrea Poltronieri, quindi, nuovamente in vantaggio i grigio-rossi del vice-presidente Gianni Corestini grazie a Stefano Lovato. Infine, ancora in rete – ma dalla parte sbagliata! – il Bevilacqua con Parmagnani, il quale risparmia l’onta della sconfitta all’undici di mister Stefano Sacchetto, antiquario nella vita con l’alloro in Scienze Politiche ben chiuso in un cassetto, probabilmente, di un suo mobile antico (commento della gara e foto in ultim'ora).
 
Al “Giobatta Battistoni”, un ringalluzzitosi recentemente San Giovanni Lupatoto del presidente Claudio Caroli non fa passare – imponendo il 3 a 3 – il certamente più quotato ed attrezzato ValdalponeRoncà del trainer soavese Mirco Dalle Ave, del diesse, il riservato ex bomber della vallata d’Alpone Massimo Franchetto e del più portato alle pubblic relations, il “patron del divertimentificio”, il “sovietico”, il putiniano Gionatan Pancera. Stagione venatoria in pieno fermento, ed allora ecco crepitare le doppiette del valdalponese Matteo Ballarotto e quella di bomber Luca Scarabello per i biancorossi di mister Marco Burato. Poi, al rigore algidamente trasformato dal roncarese Filippo Menini, ecco, la replica al 93’ da parte del lupatotino Nicola Avesani.
 
L’A.C. Raldon salta di gioia: vi immaginate i suoi tanti giovani in blu jeans andare a violare lo storico e grondante di gloria “Tiberghien” sanmichelato e in casa di una delle squadre più in forma del momento, quella rossonera di mister Matteo Biroli, appunto? Ebbene, sì, l’impresa ai “ramarri raldonati” di mister Alessandro Roveda è scoccata (1 a 2), e grande la loro forza reattiva dopo il gol del vantaggio dei rosso-neri di casa griffato da “Eliseo” Emilio Brunazzi. Ma, si doveva poi fare ancora i conti con l’ex A.C. Lugagnano il classe 1993 Denis Mignolli, autore di una fantastica doppietta (anche su rigore e in abbondante recupero).
 
All’”Antonio Perlato” di Tregnago, finalmente un punticino da tipico brodo per convalescenti per l’A.C. Sambonifacese di mister Freddy “Mercury” “Liam Bradi” Serato: 1 a 1 e botta e risposta tra il rosso e blu El Hattas e il gialloblù Patrik Okonji, “il puma nigeriano sempre sorridente”. Ritornato all’A.C. Tregnago, oggi guidato da Beppe Castagna, ex mister di Sportig Badia Calavena ed Illasi.
 
La matricola Sossano Villaga Orgiano del presidente Alessandro Giacomuzzo inaspettatamente va a dettar legge in riva al Piganzo, all’altezza di Isola Rizza: una sconfitta che non ci voleva proprio per i biancazzurri di mister Christian Campagnari e del presidente e mobiliere Giorgio Mantovani; ma, speriamo sia solo taumaturgica. Per l’undici vicentino guidato da mister Maurizio…stavolta, visto!, non mi hanno… Segato ha fatto la vera differenza Andrea Zarantonello, classe 1994.
 
A Ronco all’Adige, 2 a 0 per l’Albaronco di mister Nicola Corrent contro i vicentini del Real San Zeno Vicenza del coach Crivellaro. Le reti dei bianco-verdi-granata del presidente, l’umile Beppe Faustini, vengono firmate da un difensore, tal Mattia Tessari prima (classe 1994) e da Dimitri “Dustin” Soave da Zevio, mobiliere alla pari del giovane e giovanile padre, suo primo tifoso, sempre al seguito dell’ex punta di Ambrosiana, Illasi e Vigasio.
 
Impresa – fino, però, a un certo punto, visto le ultime settimane burrascose vissute dai sangui-venerabili del generoso diggì Mirco Tonel; che col diesse isolano “Lucianone Moggi” Francesco Boniardi hanno già alternato due mister (Nicola “Fonzie” Bertozzo e Giordano Rossi: entrambi, fatalità da Isola della Scala, gulp!) nell’arco solo di 7 giorni! E’ da guinnes dei primati, o no? – della 7^ giornata, il successo in via Lussemburgo, zona discoteca Berfi’s, per la Croz Zai dei fantamarò alla guida del vocalist – alla Trap – e mister Matteo Meneghetti: 1 a 0 e gol di un giocatore-bandiera, uno che ci tiene molto emotivamente alla sua squadra e a vincere, il perfezionista quanto navigato (classe 1979) Matteo Pozzani. venerabili che dovrebbero finire in settimana sotto la guida di mister Matteo Fattori, ex Provese.
 
Finisce 2 a 2, infine, in riva al Guà, tra l’A.C. Cologna Veneta e il Lonigo del trainer veronese ed ex gialloblù Salvatore Di Paola, al quale va riconosciuto il merito di far crescere bene i tanti giovani prodotti del vivaio leoniceno. Doppietta di Davide Longo, classe 1993, per il Lonigo 1910 del massimo dirigente Renato Randon, poi, rimonta gialloblù nella ripresa con “Gianfranco” Marco Bedìn, ex Montebello, che trasforma il rigore, e l’incredibile davvero “enfant prodige”, classe 1996, l’ex A.Cavalponica, Jacopo Dall’Omo.

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(1863)