ULTIMA - 23/1/19 - LA VIRTUS VERONA CEDE CONTRO LA CAPOLISTA PORDENONE (1-2)

Per l'ennesima volta la Virtus Verona di mister Gigi Fresco viene beffata nei minuti finale della partita dopo essersi battuta alla pari contro la capolista incontrastata del girone B di serie C, il Pordenone di mister Attilio Tesser. A decidere la sfida a favore dei neroverdi friulani è stata una rete del 38enne Emanuele Berrettoni, ex Hellas Verona,
...[leggi]

PRIMA PAGINA

23/11/15
IL PUNTO SUL CAMPIONATO DI 2^ CATEGORIA (GIR. A) – 12^ GIORNATA

IL CASELLE “RONZA” VITTORIOSAMENTE SUL LAZISE ED E’ 2°. REAL LUGAGNANO E CONSOLINI SI FAN SOTTO, NEGRA-AMARISSIMO AL VELODROMO PESCANTINESE!

E’ il magic moment, non c’è che dire, della Polisportiva Caselle di mister Omero Polacco. Che sta trovando gli equilibri giusti; e ieri all’”Alberto Tosoni” rifila un 3 a 1 alla squadra-rivelazione di questo girone “B” di 2^ categoria, il Lazise di mister Vito Cristini. Thomas Scienza, L. Pietropoli e bomber Pippo Perinon, zittiscono i “ronzii” lacisiensi di un sempre pungente Tommaso Ronzetti, che, ciononostante, la caccia dentro in ultra zona-Cesarini. E su rigore, al 92° minuto.

PescantinaSettimo sempre con lo scettro del comando in pugno, 31 punti e il ritorno alla vittoria, in maniera fragorosa ieri pomeriggio, dato l’1 a 4 riportato in Postumia, all’altezza di Rosegaferro.“Rosega” di mister Michele Barone, che “rosega el fegato avversario” solo con l’iniziale gol messo a segno dal nigeriano Evans Usiomunifo; poi, è valanga-pescantinese, con Tobia Manfridi (doppietta per lui, quasi omonimo del grandioso Nino Manfredi, il Saturnino, attore che interpretò magnificamente Geppetto in “Pinocchio” e la pubblicità del famoso caffè), Stefano Ferrarese e Dolci al preciso bersaglio per gli ospiti di mister Francesco Marafioti.
 
Il Caselle tallona a 27, cioè a -6 dal PescantinaSettimo, poi, 3° resta il Lazise di mister Vito Cristini, al 4° posto si propone la Polisportiva Consolini, ieri vittoriosa a Costermano, quanto basta:1 a 0, ai danni del SommaCustoza di mister Rodrigo Garçia. La rete che fa la differenza per i giallorossi di mister Salvatore Piccinato è siglata da Matteo Renon. Figlio dell’ex presidente della Montebaldina da dove è giunto alla corte del presidente Ferdinando Izzo.
 
Bel 5° è il Real Lugagnano, in ottima performance e ieri con un sonante 3 a 1 casalingo a spese del Calmasino 2003 dello skipper Luca Andreoli. Per la bianco-verde matricola urla “rete!!!” il solo bomber Davide De Carli, sempre più cannoniere del “Calma”, ma anche vice cannoniere del girone con 10 reti al suo attivo. Per i rosso-neri lugagnanesi di mister Fabio Di Nicola, invece, segnano A. Silvestri, Michele Marchesan, ex Real San Massimo, e l’ex A.C. Somma e Lugagnano Elia Varotti.
 
Vittoria rinfrancante per il “club del velodromo” di mister Giandonato Di Marzo: 1 a 0 per il Team San Lorenzo – match winner Michele Bazzoni e non Carcereri ‘stavolta – e vittima il Negrar di mister Antonio Russo, il quale attende come la manna dal cielo il rientro di Enrique Benedetti e del centrale difensivo Paolo, e perché no?, Giuseppe Bussola.
 
San Peretto molto incerottato fa l’impresa del secolo, andando a violare la maglia del Sant’Anna d’Alfaedo di mister, il croato Rino Sestan: 0 a 1 e la copertina è tutta per Mastropasqua. Felice, ovviamente, più di una Pasqua…per il tiro che regala i 3 punti ai rossoneri del presidente Nicola Righetti guidati da mister Vittorio Paiola.
 
Il Gargagnago ci prova a superare il Malcesine, la squadra che però per prima scuote la rete, quella difesa dal “cardinal” Tonini con “Baracca” Roberto Consolati, classe 1972. Ma, è di Ranghiero l’intuito nel trovare la breccia dell’1 a 1 definitivo per i tricolori di mister Gianni Pierno; quello che mette tutto e tutti a tacere, felici e scontenti.

Finisce 1 a 1 anche a Castelrotto di Negarine, tra il BureCorrubbio di mister Nicola Dusi e l’A.C. Cavaion dell’omologo “Lucio” Moreno Battisti: a Turrina replica l’orami diventato bomber burecorrubbiese Matteo Tommasi, capocannoniere del girone con Perinon a quota 11 sigilli stagionali. L’atleta, che, ogni volta che si alza dal lettino dei massaggi cubani propinatigli da Antonio, va a cacciarla in buca.

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(2151)