ULTIMA - 23/1/19 - LA VIRTUS VERONA CEDE CONTRO LA CAPOLISTA PORDENONE (1-2)

Per l'ennesima volta la Virtus Verona di mister Gigi Fresco viene beffata nei minuti finale della partita dopo essersi battuta alla pari contro la capolista incontrastata del girone B di serie C, il Pordenone di mister Attilio Tesser. A decidere la sfida a favore dei neroverdi friulani è stata una rete del 38enne Emanuele Berrettoni, ex Hellas Verona,
...[leggi]

PRIMA PAGINA

30/11/15
IL PUNTO SUL CAMPIONATO DI 1^ CATEGORIA (GIR. B) – 13^ GIORNATA

IL S.GIOVANNI LUPATOTO (1 A 1 A RONCO) TIENE A DISTANZA L’ALBARONCO, AVANZANO SOLO IL VALDALPONE-RONCA’ E IL CASALEONE. RALDON E SAMBO IN PARADISO, AL LONIGO IL DERBY VICENTINO

Se una settimana fa campeggiava in bella evidenza sulla copertina della 12^ giornata la faccia di Alessio Soave, “Il Beppe Signori di Perzacco” – fino ad adesso protagonista di una splendida vendemmiata di reti -, oggi la cover, la locandina di questo girone vede il volto sorridente di Filippo Menini. Il giocatore in forza al ValdalponeRoncà entra al posto di Federico Braggio, verso il 50’ della ripesa, e combina un bel quarantotto regalando i tre punti ai giallo-amaranto del presidente Emilio Cavazza.
 
Infatti, firma un favoloso tris d’assi, doppietta su azione e gol su rigore (e sono già 9 per lui le reti stagionali). E la vittoria valdalponese è tutta di marca sua, visto che la trasferta di Arzignano, casa anche del Real San Zeno di mister Crivellaro, si conclude sul 2 a 3 per i “veronesi dell’Est” del vice-presidente Giuseppe Steccanella, “Il rosso”. Infatti, nulla, alla fine pesano sulla bilancia i gol realizzati entrambi nel primo round dal 1985 Angelo Tamiozzo prima e da Nicola Bergozza, classe 1989, poi: non si sono fatti i conti con l’oste, il soavese trainer Mirko Dalle Ave, il quale attua la sostituzione più azzeccata di questo secolo.
 
Il San Giovanni Lupatoto scende a Ronco all’Adige, ma non ce la fa ad aver ragione in casa dell’ambiziosa Albaronco di mister Nicola Corrent: la sfida termina sull’1 a 1, in pratica, sul botta e risposta tra “l’immenso” vicentino Cavazza e il lupatotino Bressan (commento e foto della gara in ultim'ora). Lupatotini di mister Marco Burato sempre solitari al comando, a quota 26 punti, con l’alito sul collo soffiato proprio dall’Albaronco di mister Nicola Corrent, a quota 24 assieme all’Audace calcio.

Pure i rosso-neri del presidente Giorgio Zambaldo, come l'Albaronco, avevano raggiunto fino a pochi minuti dalla fine la vetta del girone, ma poi hanno subito il 2 a 2 artigliato dal Bevilacqua. In rete per i rossoneri di mister Matteo Biroli il giocatore Enrico Dalla Mura – che scheggia anche col sinistro un palo - risponde al grigio-rosso matteo Granetto, Michele Peroni prova il sorpasso col suo tiro azzeccato, quasi da toro seduto, ma è Loris Facciolo che gli nega la gioia del tiro da 3 punti e regala il pari ai grigio-rossi di mister Giuseppe Schivo.
 
Se il Valdalpone, a 22, è 5°, 6^ a 20 c'è l’Isola Rizza di mister Christian Campagnari. Ieri, in riva al Piganzo, gli isolani bacchettano per 3 a 1 un’A.C. Tregnago, che non ha ancora trovato la dimensione giusta nella nuova categoria. E’ lui, e chi se non lui, Patrick Okonji a cacciarla in buca per i giallo e blu alto-valligiani di mister Giuseppe Castagna; ma, soltanto dopo che avevano fatto garrire la rete alle spalle di Ferro prima l’oppeanese Luca Andriani, classe 1990, e poi Massimo Vicentini. Di Afif El Alami, fratello del portiere biancazzurro, il terzo gol isolarizzano.
 
Il derby tra vicentine arride al Lonigo di mister Salvatore di Paola: 3 a 0 rifilato al Sossano Villaga Orgiano. Doppietta di Zaninello ed acuto da tenore di Longo. Il Casaleone di mister Stefano Sacchetto espugna invece, 0 a 1, il campo del SanguinettoVenera di mister Matteo Fattori e del diggì Mirko Tonel, e lo fa con bomber “Sky” Alessandro Guerra, il “cubista” di Minerbe che fa felice il presidente gialloblù Marco Faella.
 
Punti non d’oro, ma di platino sia per l’A.C. Sambonifacese del presidente ed architetto Maurizio Mazzon e del dirigente, il colognese imprenditore Alberto Castagnaro (alla loro prima vittoria stagionale dopo i tre pareggi sin qui ottenuti), sia per l’A.C. Raldon di mister Alessandro Roveda e del dirigente Antenore Perbellini che aggancia gli sconfitti della Croz al quint'ultimo posto.
 
I sambonifacesi vanno a imporsi in riva al Guà, territorio di un’A.C. Cologna Veneta, che deve ritrovare in fretta il colognese doc, la punta classe 1980 Federico Giaretta della miglior forma per non soffrire pene d’inferno. Segna, come ormai da sua consuetudine per i "gialloblù del mandorlato" di mister Maurizio Lissandrini, la punta Jacopo Dall’Omo, classe 1996, ma è troppo poco rispetto alle reti messe a segno da Viviani, Giacomo Castagnaro (su rigore) e da Maggio per i rossoblù di mister Freddy Serato.
 
Per i “ramarri raldonati” la differenza, in via Lussemburgo, casa della stranissima Croz Zai del vulcanico diggì Tarcisio Spada e di mister Matteo Meneghetti– capace di sgambettare le big e di farsi sculacciare dalle meno ambiziose del girone “B” di 1^ categoria - col tiro proprio da 3 punti, la fa Federico Zorzella. Un interessante difensore datato 1995 il forza ai neroverdi del presidentessa Francesca Sacco e del marito e diggì Daniele Lorenzetti.
 
E, Croz Zai, ieri priva dei difensori Nicola Piccolo ed Enrico Marchesini (oggi loro compleanno!), ma con un giovane degli Juniores giallo e blu molto interessante: Francesco Di Marzo, lanciato da mister Matteo Meneghetti in mischia al posto del navigato Thomas Baschera, ad una decina di minuti dalla fine. Croz Zai del presidente Giampaolo Gaspari, che non vorrebbe smentire la sua fama di ammazza-grandi già da domenica prossima, quando sarà di scena al “Giobatta Battistoni” di San Giovanni Lupatoto. Sarà impresa alquanto difficile, ma nulla è impossibile nel football!

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(1852)