ULTIMA - 24/5/19 - FABIO BRUTTI (CALDIERO): "LA ROSA NON SARA' STRAVOLTA"

Per il giovane direttore generale del Calcio Caldiero Terme, l'ex portiere Fabio Brutti, al suo 7° anno consecutivo nel direttivo team giallo-verde termale, la società del presidente Filippo Berti è in continua crescita di gioco e risultati: "Sono contentissimo" ci confida Brutti "di come abbiamo giocato quest'anno, facendo
...[leggi]

PRIMA PAGINA

11/1/16
IL PUNTO SUL CAMPIONATO DI SERIE D (GIR. C e D) – 21^ GIORNATA

VIRTUS SPRECONA (0-0), VILLAFRANCA GIUSTIZIATO DAL PARMA, LEGNAGO BEFFATO DAL SAN MARINO.

E' finita 0 a 0 al Gavagnin-Nocini fra la Virtus e il Montebelluna, risultato bugiardo arrivato al termine di una partita dominata nel secondo tempo dai rossoblu che hanno collezionato diverse occasioni da gol sulle quali si è sempre superato il numero uno ospite Rigo. Primo tempo più equilibrato con il risultato che rimane fermo sullo 0 a 0 nonostante le diverse occasioni gol create su entrambi i fronti. Clamoroso il palo colpito da Burato direttamente su calcio di punizione e Montebelluna che risponde con un Zecchinato sempre pericoloso e che crea grattacapi a più riprese a Tebaldi. Nel secondo tempo aumenta la pressione offensiva dei rossoblu di mister Gigi Fresco che, nonostante un finale sempre all'arrembaggio alla ricerca del gol del vantaggio, sfiorato più volte, non riescono ad abbattere il muro del Montebelluna. Virtus che si lamenta anche per un possibile rigore non assegnato sul tiro di Santuari a botta sicura che un difensore ospite respinge nei pressi della linea di porta con un braccio. Rigore che la Virtus ha ottenuto invece al 72° minuto quando Santuari viene contrastato fallosamente in area da Fabbian, ma Alba si fa respingere il tiro da Rigo. Nei sucessivi 20 minuti i rossoblu creano diverse occasioni nitide che non riescono a concretizzare anche per la bravura dell'estremo difensore ospite e nel recupero ci è voluto invece un grande Tebaldi a sventare su Zecchinato ed evitare la beffa che sarebbe stata davvero troppo per i locali.

Nel girone D, il Villafranca non può nulla contro la capolista Parma che passa 0 a 2 anche in terra veronese. partita che ha visto un primo tempo abbastanza equilibrato con i blaugrana del presidente Mirko Cordioli capaci di imbrigliare la corazzata Parma di mister Apolloni sempre sostenuta da una tifoseria numerosa giunta in massa anche al comunale di Villafranca. Nella ripresa il Parma entra in campo più deciso a prendersi i tre punti e la gara si fa più dura per il Villafranca che capitola dopo una decina di minuti. L’arbitro concede una punizione generosa al Parma che Corapi realizza. Capitan Avanzi protesta vivacemente per la decisione dubbia e viene ammonito. L'episodio fa vacillare le sicurezze dei castellani che poco dopo si fanno sorprendere da un lancio lungo che trova Baraye solo il quale aggancia e mette dentro il 2 a 0 che taglia le gambe ai locali di mister Sauro Frutti che non riescono a segnare una rete che avrebbe riaperto l'incontro. Alla mezz'ora rimangono anche in 10 per l'espulsione di capitan Avanzi per doppia ammonizione e al 42° Melandri e Fochesato vengono alle mani e sono espulsi entrambi dall’arbitro che poco prima non ha concesso un rigore al Villafranca con Di Fiore atterrato in area. Nella 22^ giornata il Villafranca sarà di scena in casa del Ribelle, settima forza del girone con 31 punti.

Dopo quasi due mesi e dopo sei turni positivi iniziati il 22 novembre col pareggio esterno contro la Ribelle (1-1), il Legnago di mister Andrea Orecchia perde all'89° minuto all'Olimpico di Serravalle, una delle 9 amministrazioni locali, chiamate castelli, nelle quali è suddivisa la repubblica di San Marino. Ottimo primo tempo del Legnago con tre occasioni da gol create da Broso e Zerbato, nella ripresa sale in cattedra il San Marino e il Legnago, in affanno, soccombe nel finale. Al 44esimo della ripresa il gol che decide l'incontro. Confusa azione in area del Legnago con la smanacciata di Biggeri, la palla arriva ad Olcese che, da sottomisura, mette dentro l'1 a 0. Domenica al "Sandrini" arriva il Delta Rovigo, quinto in classifica con 38 punti.

La redazione di  www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(1969)