ULTIMA - 19/5/19 - OGGI VIRTUS VERONA - RIMINI. I ROSSOBLU VOGLIONO LA VITTORIA

"Vietato fare calcoli, l'obiettivo è conquistare la vittoria". E' quello che ha detto ieri Luigi Fresco, tutto ruota attorno a questo concetto. Virtus Verona - Rimini, in programma oggi allo stadio Gavagnin - Nocini (fischio d'inizio ore 16.00) apre la doppia sfida play out che mette in palio la salvezza nel girone B del campionato
...[leggi]

PRIMA PAGINA

25/1/16
IL PUNTO SUL CAMPIONATO DI PROMOZIONE – 18^ GIORNATA

TRA “LUGA” E SONA E’ STATO VERO DERBY (1-1). TORNANO ALLA VITTORIA GARDA E ZEVIO, I CAVALPONICI RIDUCONO A UN PUNTO IL DISTACCO, RIMONTA CON COLPACCIO PER L’ALBA B.ROMA

L’A.C. Lugagnano, impegnato seriamente al “Guglielmi”, ad arginare la rabbia e la furia dell’A.C. Sona, perde due punti di vantaggio sull’inseguitrice Aurora Cavalponica, ma impugna sempre lo scettro del comando a 38 carati e a +1 sull’undici di mister Gianfranco Brendolan. E’ Massimo Fresolone, per i giallo e blu di mister Pippo Damini a dover rincorrere il gol realizzato nelle prime battute da Marchesini, per il team rossoblù guidato da mister Lucio Beltrame e del suo secondo Matteo Grisi (compagno della bella ed appassionata di fubal Michela).
 
Contemporaneamente, a Santo Gregorio di Veronella, l’Aurora Cavalponica fa suo, col risultato di 2 a 1, il derby dell’”Estremo Est veronese”, quello contro l’U.S. Provese del diggì Franco Chilese. In vantaggio proprio i rosso e neri de La Prova di mister Piero Stivanello grazie a Luca Fortunato, classe 1988, poi, è il ciclone Aurora a scatenarsi, pervenendo al pareggio con Gianluca Correzzola (sempre più capocannoniere del girone con 18 reti in altrettante gare) e poi azionando la freccia del sorpasso con il classe 1991 Nicolò Sartori.
 
L’Alba Bogo Roma aggancia al 3° posto a 34 freccette la Belfiorese, che ieri è caduta a Garda. I giallo-rossi borgo-romani guidati da mister “Mou” Mario Colantoni (più forte, nell’improponibile paragone, di “Mancho” Mancini) violano la mitica “busa” sanzenate dei granata di mister Davide Bolognesi, 1 a 2, e lo fanno dopo che il granata datato 1997 Federico Cristanini aveva scosso coscienze e rete difesa dall’ex raldonate “Maciste” Santin. Rimonta, innescata dall’urlo da festival di San Remo (siamo oramai prossimi all’evento nazionalpopolare!) cacciato da Torni…subito e materializzatosi col solito bomber Luca Bonfigli, ora in doppia cifra con 10 reti.

L’A.C. Garda di mister Gigi Possente abbandona il lungo (“Non cambierei la mia squadra con nessun’altra al mondo” ci ha in settimana confessato il trentino diesse Gabriel Maule: ottimi gli Juniores Provinciali gardesani, guidati dal trentino Marco Martini: sono sul podio) digiuno quaresimale e spunta la vittoria contro una signora squadra: la Belfiorese di trainer Flavio Carnovelli. Mattatore dei rossoblù del presidente Vittorio Zampini è il bravo classe 1989 Mohammed Rkaiba, la “pantera del Magreb”.

L’F.C. Valgatara di mister Roberto Pienazza è 5° assoluto a 31 punti e lo è di più all’indomani della vittoria spuntata in Valpolicella – 2 a 1 – a spese dell’A.C. Cadidavid di mister Massimiliano Canovo. Leonardo (Da Vinci) Aldrighetti e “El Principe” Andrea Mileto stringono a tenaglia, fino a soffocarlo, il gol di capitan Federico Taioli, che aveva cercato – peraltro riuscendoci – a pareggiare l’eco del gol di “Aldri”.

In borgo Venezia, brinda alla vittoria (2-1) la Polisportiva Virtus del coach Simone Bragantini: perde il Nogara del campione anche di Risiko nelle notti in cui allenava le Golosine, ossia il pluri-medagliato trainer Claudio Sganzerla, milanista incallito, col figlio Vittorio (ex Juniores Vigasio) ora volato in Inghilterra per uno stage di grande qualifica. C’è chi suona…la Campanella della ricreazione virtussina, chi invece quella dell’illusorio pareggio nogarese (“Sambuca” Molinari) e chi quella da festa, ovvero Tommaso Cappelletti (rigorista spietato e cinico).
 
Olimpica Dossobuono e Union Grezzana non riescono a prevalere l’uno sull’altro: sfuma uno 0 a 0 e un mezzo calice di frizzantino, che va certamente meglio per i valpantenati più che per i giallo e rossi del mister-sindacalista della sigla Uil, Beppe Bozzini, che voleva i tre punti per togliersi dalla zona play-out e portarsi a -1 dagli orange di mister Andrea Matteoni.
 
L’A.C. Zevio del presidente Stevanella torna alla vittoria – la 2^ di tutte queste 18 giornate – e non si lascia sfuggire l’occasione del sorpasso consumato ai danni proprio della vittima di ieri: la Pro San Bonifacio di mister Roberto Bassi e del presidente Giuliano Giusti che perde 1 a 0 in casa e torna a vestire la maglia nera. El Haddaoui è il giocatore che fa la differenza per i bianco-neri zeviani dell’ostigliese trainer Paolo Marchi.

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it

Visualizzato(1967)