ULTIMA - 21/5/19 - MARCOLINI SCARPA D'ORO, PASSARIELLO SUPER-BOMBER DI TERZA

Si sono chiusi tutti i campionati dilettantistici della nostra provincia dall’Eccellenza alla 3^ categoria che hanno laureato i nuovi capo-cannonieri dei vari gironi e la nuova scarpa d’oro 2018-19, queste tutte le classifiche finali. In Eccellenza, dove si sono giocate 32 partite, chiudono appaiati in vetta a 16 reti Mariano Mangieri del Pozzonovo ed
...[leggi]

PRIMA PAGINA

1/2/16
IL PUNTO SUL CAMPIONATO DI 3^ CATEGORIA (GIR. C) – 15^ GIORNATA

AIT MHANDA…IN VISIBILIO IL MONTAGNANA A CORIANO. PER “CONCA” E “BONA” E’ L’AGGANCIO CON I “GRANATA MULINARI” AL 2° POSTO. IL DERBY DEI CUGINI FRONTERA AL BO.CA.JUNIOR, SORRIDONO “ROVER” E BONAVIGO

Un’uncinata al vetriolo sferrata dal capocannoniere di tutto il girone “C” di Terza, il fortissimo marocchino Ait, Mhand in paradiso le quotazioni del già SuperMontagnana di mister Giuseppe Sartori, ora a +11 non più sul solo inseguitore ASD Coriano, bensì sulle appaiatesi a 27 punti A.C. Concamarise e Pol. Bonarubiana.
 
Gara decisa a pochi secondi dall’ora del tè, due giocatori nel finale espulsi (perché blasfemi) del Coriano – “Ma, non è che i padovani – ci ha confidato in tarda serata il non deluso presidentissimo corianese Arnaldo Bottacini – fossero degli zelanti e immacolati seminaristi!”; a proposito, il direttore di gara del big match svoltosi all’”Eraldo Bottacini” è il signor Vezzan di Verona, prossimo ai voti, ci è stato riferito anche questo particolare).
 
In pratica, è già scudetto (sì, toccatevi pure i “gioielli di famiglia, cari amici rosso-neri montagnanesi: del resto, il campionato era già vostro sulla carta, per via di quello squadrone – di grosso investimento - che avevate costruito la scorsa estate. Più l’aggiunta, ultima, de “El Falso”, al secolo Alberto Ziviani, punta per anni del Casaleone, a rafforzare le vostre già maturate e in cassaforte certezze di vittoria).
 
Ma, c’è ancora posto nella carrozza del treno che porterà in Seconda categoria: e se lo giocheranno fino all’ultima stilla l’ASD Coriano, la Pol. Bonarubiana e la rinata A.C. Concamarise (0 a 1 con l’asciugamani da parte dei rosso-neri del trainer lupatotino Beppe Brunelli in quel di Castagnaro e mattatore, non su azione, ma dal dischetto (40’ circa del primo tempo) il “profeta del gol”, Elia Soffiati.
 
La Bonarubiana, galvanizzata dalla prosecuzione in Coppa Verona, determinata anche dal colpaccio (si temeva il biscotto antipatico tra la capolista del gironcino team domegliarese e la sconfitta in casa sua Do.Ri.Al, per 1 a 2) sferrato dalla molto sportiva Pol. La Vetta di Domegliara, ebbene, la “Bona” di mister e profe Gianni Rossi e creatura de diggì Luciano Beghini va si impone per 1 a 3 a Gazzolo. In casa del Gazzolo 2014; passato in vantaggio grazie al classe 1988 Andrea Castagnini, ma, poi, andato a picco a causa della doppia griffata da Cristian Renso, classe 1990, e da tiro “punizione a foglia morta” Mariolino …Corso (Marco, classe 1989). Grande asso helenio-herreriano della Grande Inter del cav. Angelo Moratti; l’Inter che vinceva tutto quello che c’era da vincere: sì, quello di capitan picchi, Mazzola, Suarez, Jair (l’asso brasiliano, da noi, per fortuna intervistato, quel mancino che giocava con la canottiera oltre la maglia e i calzettoni alla cacaiola) Sarti, Burgnich, Facchetti, Bedin….

Gazzolo 2014 scivolato al sest’ultimo posto, a quota 19, e con il rampante, lanciatissimo Bo.Ca. Junior della famiglia giusti (presidente Alessandro, vice-presidente Cristian). Per i giallo-blu stellati di mister Beppe Allocca il derby dei fratelli-cugini-omonimi Frontera, ambedue di nome di battesimo Alfonso e radici calabresi. Sul parrocchiale di Bonaldo di Zimella, 1 a 0 per i banaldesi, mattatore nel cuore della ripresa Luca D'Ovidio, ex Lonigo fermo da un anno. E, Bo.Ca. Junior ora 5° a 26 (14 gare come tutte le altre aspiranti al sole dei play off), quindi, a -1 sol punto dal trio Lescano – si avvicina il festival di San Remo -, quello formato da Coriano-Bonarubiana-Concamarise.
 
Il Merlara spegne le speranze di sferrare un colpaccio e di riportarsi anche lei nel gruppone degli inseguitori, il Bonavigo 1961: 1 a 0 e per i padovani del coach Dall’Aglio…”olio & peperoncino” (come i nostri prelibati spaghetti alla romana) segna il solito, il bomber della Bassa patavina, “San” Luca Bonifaccio (su rigore la bilia dei 3 punti). E, questo urlo, cacciato solo dopo neanche cinque minuti dall’apertura delle ostilità.
 
Finalmente domenica! – come si diceva una volta, per l’A.C. Roverchaiara de "El mister”, al secolo la “grande anima”, la “memoria storica” dei biancazzurri del Basso Adige, Loris Tavella, milanista contento anche del 3 a 0 con cui il Diavolo ha spuntato i corni (o le corna) all’Inter di “Mancho”. Infatti, 0 a 3 anche per i roverchiaresi di mister Damiano Crisci (che sarà stato a fine gara, immaginiamo, felicemente preso a calci di gioia dai suoi giocatori!) in quel di Arcole, con reti del classe 1991 Daniel Fiorio, il difensore 1992 Stefano Tedesco e della tigre magrebina arrivata a dicembre, bomber Choukrani.
 
Ha riposato – godensosi quindi la concomitante Fiera agricola di San Biagio, in Bovolone – il Bovolone F.C. del presidente e geometra Fabio Renoffio e mister Stefano Castaldo, la volta prossima la sosta spetterà al Bonavigo 1961 di mister Giorgio Meneghini.

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(1993)