ULTIMA - 20/3/19 - GIANNI DE BIASI OSPITE DELL'AIAC DI VERONA

L'Associazione Italiana Allenatori Calcio sezione di Verona informa che lunedì 1° aprile 2019 con inizio alle ore 20:30 ci sarà un incontro tecnico-tattico di aggiornamento che si terrà presso l'aula 1 del palazzotto Gavagnin in via Montelungo n.7 in collaborazione con la Facoltà di Scienze Motorie. Il relatore dell'incontro sarà mister
...[leggi]

PRIMA PAGINA

15/2/16
IL PUNTO SUL CAMPIONATO DI 2^ CATEGORIA (GIR. B) – 21^ GIORNATA

UN DERBY CHE…PIACENTINI SOLO ALL’ALPO CLUB ’98, L’ARBIZZANO NON SI FERMA A LAVAGNO, BEN 5 VITTORIE ESTERNE, 4^ CONSECUTIVA PER IL REAL SAN MASSIMO. IL CORBIOLO GRAFFIA IL CADORE, IL MONTORIO SGRETOLA L’AVESA, LA JUVENTINA GUADA IL PONTE CRENCANO

Girone, quello contrassegnato dalla lettera alfabetica “B”, che in testa non muta i suoi figuranti. Continuano a vincere sia la capolista Arbizzano – ora a 52 e sempre a +6 dalla prima che la insegue: l’Alpo Club ’98 -, e rosso-neri alpesi, i quali si aggiudicano, non certo in scioltezza, visto lo 0 a 1, il derby, vinto in casa dei “cugini” dell’Alpo Lepanto di mister e taxista Stefano Sella. Il derby di Alpo viene deciso da una capocciata prodigiosa sferrata da Piacentini nel cuore del primo tempo. Marco, classe 1986, è un ex Casteldazzano, ma mister Stefano Ferro lo sa bene impiegare nei suoi schemi tattici.
 
Terza a 44 punti, troviamo la Juventina Valpantena di mister Andrea Scardoni, anche lei vittoriosa di misura (2 a 1) al “Lorenzo Bellamoli”, contro l’Olimpia Ponte Crencano della famiglia Testi. Eppure, in vantaggio su rigore trasformato da Pietro “Sheva” Bellé “Pelé”, i “geniali pontieri” di mister Maurizio Testi si fanno rimontare da un rigore a sua volta trasformato dallo juventino Thomas Bertagna e superare da, il “mondo è sempre Pì-Tondo…grazie ai tuoi gol… Anche la palla, se è per quello, Giacomo ex real-vigasiano.

La capolista Arbizzano dilaga, 1 a 4, a Lavagno, in casa della Sporting Scaligera di mister Ivan Benin (ieri…Malìn…). In vantaggio i lavagnesi grazie al colpo di Frediani, poi, è tutta cronaca dipinta di giallo e di blu: per via delle reti realizzate dall'ex Valpolicella classe 1992 Francesco Righetti, da bomber Nicola Vantini (al suo 16° gol), dall’ex negrarese Thomas Laiti e da Alex Guardini, ex Pedemonte, classe 1986. Disfatta dei nero-oro del diesse Baltieri che chiudono la gara addirittura in 8 giocatori.
 
Il BorgoPrimomaggio affossa ulteriormente i “leoni rosso-verdi” della San Marco Borgo Milano e della dinasty Romani guidati da mister Emanuele Battocchio: 0 a 3 che pesa come l’aglio nello stomaco, con reti dei borgatari “El Galactico” Mirko Galasso, di Filippo Visioli e di “Acquaviva delle” Fonti… Doppio sorpasso dei viola del diggì Enrico Sgreva che con questi tre punti si portano fuori dalla zona play-out.

Si allunga la striscia positiva dell’A.C. Mozzecane: ieri, all’ombra del bocciodromo, battuto l’A.C. Illasi di mister Massimo Burato, grazie a un inarrestabile Matteo Signoretti, classe 1978, patentato allenatore Uefa B, e soprannominato per le sue folate e il suo inesauribile fiato (che ricorda tanto quello che aveva il grande fausto Coppi; col suo sterno ben carenato), “Il Cabrini di Nogarole Rocca”. Grande la prestazione di tutti i ragazzi a disposizione del mozzecanese trainer Nicola Santelli, “Cor-Morano non la caccia dentro, ed, allora, al posto suo lo fa ben volentieri Mattia Vanoni.
 
Buon periodo pure per il Montorio di mister Antonio Ferronato che ha cancellato ieri, con un insindacabile 3 a 0 l’Avesa HSM di mister Bortoletto, all’ombra del suo maniero, in cui si consumò il duplice omicidio a scopo sentimentale della Biancofiore – trovata uccisa col suo amante Florio dentro il castello - , e ben ricordata la vicenda nel “Filocolo” scritto dal Boccaccio. Gli spietati quanto precisi mazzieri montoriesi sono: Manuel Marcolini, Luca Menini e ”Bob” Dylan Argentieri, ex A.C. Zevio ed ex Berretti del Mantova.
 
Quarta vittoria consecutiva del Real San Massimo di mister Nereo “Rocco” Gazzani, formazione che grazie all’arrivo – giusto 4 domeniche fa, dalla Scaligera - della “Giacca Admiral” Lino Bassan, classe 1985, difensore centrale di grande esperienza e gran uomo di spogliatoio, va con un guizzo del classe 1991 Nicolò Ceolini sottaceto a violare il campo di borgo Santa Croce, terreno amico dell’Ares Calcio Vr di mister Doriano Pigatto. E’ vittoria degli ex “aretini”, oggi in forza al Real San Massimo, Carlo Tosi, Giacomo Rancan e Luca Ronca.
 
A Ponte Crencano, zona piscine “Santini”, l’U.S. Cadore cade in casa sua per 0 a 2 (ma che è successo ha bomber Nicolò Busola), graffiato dagli ancora vivi “scoiattolini” corbiolesi, ora alla pari all’ultimo posto della classifica a 13 punti del San Marco Borgo Milano. E a -2 dall’Alpo Lepanto. Paolone Bice-gol e Carlo Longo-bardo, classe 1993, ecco i due “eroi del “Santini”” che regalano i tre punti ai granata del presidente Sandro Zanini guidati da mister Antonio Vanti.

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(1694)