ULTIMA - 24/5/19 - FABIO BRUTTI (CALDIERO): "LA ROSA NON SARA' STRAVOLTA"

Per il giovane direttore generale del Calcio Caldiero Terme, l'ex portiere Fabio Brutti, al suo 7° anno consecutivo nel direttivo team giallo-verde termale, la società del presidente Filippo Berti è in continua crescita di gioco e risultati: "Sono contentissimo" ci confida Brutti "di come abbiamo giocato quest'anno, facendo
...[leggi]

PRIMA PAGINA

15/2/16
IL PUNTO SUL CAMPIONATO DI 3^ CATEGORIA (GIR. C) – 17^ GIORNATA

“EL SUPERMONTA” ALLUNGA SULLO SCONFITTO “CONCA”. ALTRA VITTORIA PER “EL ROVER”, MA E’ IL BO.CA. JUNIOR A STUPIRE! ALTRO PESANTE PASSIVO DI 4 RETI PER LA “BONA” AVVICINATA ORA DAL BONAVIGO

Ha riposato ieri l’ASD Coriano di mister Manuel Cuccu; tra sei giorni toccherà alla Bonarubiana, la quale spera davvero in questa sosta di ricucire tutti gli 8 gravi strappi patiti nelle ultime due gare. Lo 0 a 4 subito a Bonavicina dal Merlara, ma e il 4 a 0 patito ieri pomeriggio all’”Orvile Venturato” di Bonavigo. Roba da pazzi: non vorremmo essere nei panni di mister Gianni Rossi: è seduto su un vulcano più che su una panchina bollente! E, questo, perché la sua Bonarubiana è pazza come la sua Inter!
 
Il SuperMontagnana, intanto, inanella la 14ma vittoria della stagione (i rosso e neri hanno pareggiato solo in due occasioni, mai hanno perduto! E ieri hanno vinto, 3 a 5, in casa della matricola Arcole, dedicando il colpaccio ad “Acio”, al secolo Baron, in ospedale da alcuni giorni. Il “Giancarlo Antognoni della Bassa”, Alberto Tenzon è uno dei firmatari la vittoria di Arcole di un Montagnana, che passa anche con il capocannoniere e magrebino Ait Mhand (doppietta, anche su rigore), con “El Falso” Alberto Ziviani, ex Casaleone, e con Dainese. Per gli arcolesi del dirigente Maurizio Salgari esultano Piccinni, Tagliaferro e Mosele. Lo stesso Tenzon ha invitato la redazione a degustare il pesce nel suo nuovo locale “I Masenini”, in piazzetta Pescheria, a Verona. Cercheremo di esserci, Alberto!
 
Montagnana a 44, con alle spalle, e molto molto lontano, la coppia a 30, quella formata dall’A.C. Concamarise e dall’ASD Coriano, ieri come abbiamo già riferito a riposo. Preoccupa e non poco i sonni del giovane presidente rosso-nero Alberto Zago, questo "Conca”, amante della non regolarità di rendimento: ieri si è beccato una quaterna – la seconda per chi l’ha messa a segno! – dal lanciatissimo e galvanizzatissimo Merlara. Per i padovani hanno segnato “San” Luca Bonifaccio – nella vita dipendente in un colorificio del suo paese, nel tempo libero, invece, cantautore, l’umile punta della classe 1991, riconoscibile per bravura, astuzia, e perché porta gli occhiali infrangibili quando gioca alla Egdar Davids o alla Annibale Frossi (ex Nazionale ed ex ala destra degli anni 30-40 di Inter, Bari, Padova e Pro Patria); bomber giunto a 19 reti tra Coppa e campionato, l’ex Monselice di serie D ed ex provino col Cittadella - , e un’altra doppia l’ha sottoscritta Matteo Boggian.
 
Bene, benissimo, il Bonavigo 1961 di mister Giorgio Meneghini: all’”Orvile Venturato”, i biancazzurri bonadicensi calano il “poker” sulla Bonarubiana. E lo fanno grazie alla doppia di Elia Bellinello (classe 1996, ex Bevilacqua) agli acuti emessi dal “sempre sorridente” (e a ragione!) Marco Meneghello e da Adrianilli.
 
Magic moment per i fratelli Cristiano (vice-presidente) ed Alessandro "Il Grande” Giusti, presidente dello scatenato Bo.Ca. Junior di mister Beppe Allocca: vittoria anche ieri sul parrocchiale di Bonaldo, 2 a 0 a spese del Bovolone F.C. del presidente e geometra Fabio Renoffio e di mister Stefano Castaldo. Un gol per tempo per i giallo-blu stellati: Giovanni Benin, classe 1991, che fa tanto rima con Gaetano Bedin, ex Altavilla vicentina; e D’Ovidio, costui fermo ed ex Lonigo, il quale, a proposito di rime, fa eco con Luca Dovigo, classe 1992.
 
Il Roverchiara inanella un altro successo nel suo carnet, e lo fa andando a vincere per 0 a 1 a Gazzolo, in casa dell’appena avvicendato – in settimana – mister Andrea Turozzi con l’ex bomber caldierese Cristian Cannavò - . E, mattatore non poteva essere altro che la “vecchia volpe del deserto”, non il feldmaresciallo Erwin tedesco Rommel, il più grande stratega della seconda Guerra Mondiale, definito da tutti gli storici così, bensì Choukrani. Ed altri 3 punti – peccato per il tardo risveglio, per il lungo letargo dei biancazzurri del basso Adige de “El mister”, al secolo Loris Tavella e di mister Damiano Cresci, sempre più azzannato, preso di mira – immaginiamo - dagli scarpini dei suoi gioiosi ragazzi a fine gara! -.

Infine, 1 a 1 a Castagnaro, tra i “bianco-verdi del cavolfiore” e i nero-verdi del “vecio” Minerbe di Nicoletta “Sette stagioni” Vivaldi, la presidentessa, e del suo vice Giorgio Stillisano, calabrese con nel sangue la Juventus e i palazzi da ristrutturare anche quelli parigini. Bussa, nel primo tempo, Nicola Beltrame, sì, ancora lui, per i neroverdi del "Cina" Rossignoli, risponde dall’altra parte della gara, cioè nella ripresa, Giuseppe Marvulli per i locali di mister Crescenzo Nardella.
 
Interessante, domenica prossima 21 febbraio, A.C. Concamarise-Bonavigo 1961, assolutamente avvincente ASD Coriano-Bo.Ca. Junior, che si giocherà all’”Eraldo Bottacini”, tempio dei “granata mulinari” corianesi.

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(1974)