ULTIMA - 23/3/19 - MICHAEL DE SANTIS (ROSEGAFERRO) CREDE NELLA SALVEZZA

Domani si gioca al 26^ giornata dei campionati dilettantistici veronesi dove comincia ad infiammarsi la lotta per il titolo e per non retrocedere. In Seconda categoria quest'anno retrocederanno solo due squadre per girone quindi i play-out vedranno impegnate solo la 14^ e 15^ squadra classificata, da questo scontro uscirà la squadra che sarà
...[leggi]

PRIMA PAGINA

15/2/16
IL PUNTO SUL CAMPIONATO DI SERIE D (GIR. C e D) – 27^ GIORNATA

LA VIRTUS VECOMP FERMA LA CAPOLISTA (1-1), VILLAFRANCA E LEGNAGO ENTRAMBE SCONFITTE 2 A 1

Nel Girone C, il Campodarsego di mister Antonio Andreucci si mantiene in vetta con 64 punti a +3 sul Venezia, dopo aver pareggiato al "Gavagnin-Nocini" contro la Virtus Vecomp di mister Gigi Fresco. Capolista bloccata sull'1 a 1 dopo che era partita subito bene ottenendo al 25° un calcio di rigore assegnato dal Sig. Gariglio di Pinerolo per fallo di Rossi su Kabine. Insacca Michelotto con un tiro che il bravo Guagnetti intuisce ma non blocca. I rossoblù locali non si demoralizzano, e al 33° arriva il pareggio grazie al traversone di Peroni che pesca Alba che a volo calcia di prima intenzione fulminando l'esterefatto Vanzato. Gol da cineteca che riporta meritatamente in parità i padroni di casa. L'entusiasmo rossoblù dura solo 3 minuti, infatti, il direttore di gara espelle direttamente N'Ze per un fallo su Aliù. Nella ripresa la gara scorre via senza grosse emozioni fino a 10 minuti dalla fine quando Maccarone atterra Radrezza fuori area ma non secondo il guardalinee che segnala il rigore all'arbitro. Sembra la svolta, con Kabine che va sul dischetto per la trasformazione ma il 1997 Matteo Guagnetti si supera è blocca con sicurezza a terra. Dopo 4 minuti di recupero il triplice fischio dell'arbitro sancisce l'1 a 1 finale. Altro punto importantissimo per i rossoblù, autori oggi di una prestazione di grande carattere contro la capolista Campodarsego sempre a +3 sul Venezia, con i lagunari che non vanno oltre l'1 a 1 in casa contro l'Abano. Domenica prossima la Virtus Vecomp di mister Gigi Fresco sarà di scena in casa del Levico Terme.

Nel Girone D, altra sconfitta per il Villafranca di mister Giacomo che è sempre quart'ultima con 24 punti e che Domenica prossima sara ospite dell'Imolese, 6^ forza del girone con 43 punti. Villafranca che ieri aveva recuperato il vantaggio del San Marino ma che poi si è fatto sorprendere ancora. San Marino che con il capitano Baldazzi aveva trovato l'1 a 0 dopo pochi minuti con un diagonale che non dava scampo a Cantamessa. Il Villafranca, dopo aver rischiato, prova la reazione con Cecco che impegna il portiere ospite due volte e poi trova il pari con Cissè che insacca con un gran tiro in corsa. Nella ripresa i blaugrana sfiorano due volte il vantaggio con Cecco e Binatti. Ma, nel miglior momento dei castellani, poco dopo il quarto d'ora di gioco, arriva il nuovo vantaggio del San Marino con il tiro maligno di Paolini. Il Villafranca prova a reagire ancora con generosità ma nonostante i numerosi tentativi non riesce a trovare il gol del pareggio.

Disco rosso anche per il Legnago che perde dopo cinque risultati utili consecutivi allo stadio "Pietro Zucchini" di Budrio contro il Mezzolara di mister Fabio Bazzani, ex attaccante in serie A di Sampdoria, Lazio e Perugia. Mezzolara, che rischia molto negli ultimi dieci minuti della gara perché il Legnago, pur non in gran giornata, fallisce la dodicesima rimonta stagionale sprecando due occasioni per il 2 a 2 con un rigore fallito da Broso e con l'occasionissima del brasiliano Adriano. Il Mezzolara torna al successo dopo quattro turni di “vacche magre” con un solo punto (0 a 0 a Parma), ma rimane in zona play out. Al 43’ il Mezzolara passa in vantaggio: corner di Malo e incornata-gol di Cicerchia non marcato da Zerbato. In avvio di ripresa il raddoppio del Mezzolara: l’azione è viziata da un fallo su Dal Bianco, il pallone vaga in area e Iarrizzo tira, Buggeri respinge di piede ma Buonaventura, in agguato, non perdona e realizza il suo sesto gol stagionale. Il Legnago cerca la rimonta e ci va vicino. Al 38’ Munarini, inserito da Orecchia al posto di Tessari, su cross di Martino, incorna in rete il 2 a 1. Partita riaperta e al 42’ c’è l’occasione del 2 a 2: il portiere Busato esce male su Viviani lanciato a rete e l’arbitro concede il rigore. Dal dischetto Broso si fa parare il penalty dal portiere che si tuffa sulla sua destra. In pieno recupero il brasiliano Adriano sbaglia di testa il gol del possibile pareggio. Domenica prossima il Legnago attende al "Sandrini" il fanalino di coda Fortis Juventus.

La redazione di www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(1124)