ULTIMA - 16/1/19 - OGGI JUVENTUS E MILAN SI CONTENDONO LA SUPERCOPPA ITALIANA

Juventus e Milan, oggi alle ore 18.30 si contenderanno a Gedda, in Arabia Saudita, la Supercoppa Italiana. Sia i rossoneri che i bianconeri hanno già vinto sette volte il trofeo e stasera sperano di conquistare l'ottavo successo. I due allenatori adotteranno stasera un modulo molto offensivo con il chiaro intento di portare a
...[leggi]

PRIMA PAGINA

22/2/16
IL PUNTO SUL CAMPIONATO DI PROMOZIONE – 22^ GIORNATA

LUGAGNANO BLOCCATO DALLA PRO SAMBO E SCAVALCATO IN TESTA DALLA BELFIORESE CORSARA. GARDA A GONFIE VELE, LA PROVESE DOMA (3-2) L’ALBA, DOSSOBUONO ANCORA VINCENTE, NOGARA “PIRATA”

Il pari di 1 a 1 con cui si è concluso al “Guglielmi” il testa-coda tra l’A.C. Lugagnano dei dirigenti avvocati e la Pro San Bonifacio di mister Roberto Bassi favorisce il sorpasso in vetta da parte della Belfiorese. Ora a 46, a fronte dei 45 punti raggranellati dai giallo e blu di mister Pippo Damini. In vantaggio con Riccardo Risi, “El Luga” si faceva raggiungere a una manciata dal triplice fischio finale da Zanoni, bravo a intuire un malinteso – è mia o è tua? Ci vado io o ci vai tu? – tra il portiere, l’ex CastelnuovoSandrà Marco Fanini e il compagno di squadra, il classe 1988 ex Villafranca Luca Masoli.
 
La Belfiorese di mister Flavio Carnovelli sente odore di sorpasso e sgomma nella mitica “busa sanzenate, assestando ai granata di mister Vasco Guerra uno 0 a 2 firmato da Stefano Guandalini e dal solito Marvin “Hagler” Favalli, i due migliori bomber dei biancoblu del presidente Giuseppe Mosele con rispettivamente 13 e 8 reti.
 
Terza a 39 punti l’Aurora Cavalponica di mister Gianfranco Brendolan, la quale a San Gregorio di Veronella, è costretta – 1 a 1 – a rincorrere il Sona di mister Lucio Beltrame con l’ex leoniceno, classe 1989, Anthony Gambin il gol in precedenza confezionato dal rossoblù mozzecanese Simone Bonetti. In buona sostanza, i cavalponici tengono dietro di sé a quota 36 il Sona Maddalena Mazza della famiglia Valbusa e del primo tifoso – da Doha del Quatar – Giorgio Cinquetti. Il quale ha ancora tatuato nel cuore il rosso e il blu di quella “creatura” che è stata fondata dalla sua generosa famiglia di imprenditori calzaturieri.
 
Guadagna posizioni a suon di vittorie consecutive l’A.C. Garda di mister Gigi Possente: peccato per quel letargo autunnale, altrimenti la testa della graduatoria avrebbe dovuto fare i conti con il nodo – non da marinaio – ma dell’A.C. Garda del diesse, il trentino e juventino Gabriel “Garko” Maule. E di non poco conto è il trionfo esterno, 0 a 3, riportato dai gardesani in borgo Venezia, in casa dell’altalenante Polisportiva Virtus Borgo Venezia di mister Simone Bragantini, la quale, a nostro avviso, ha sofferto troppo la “promozione” in D rosso e blu di bomber Michele Vesentini, classe 1991. Su rigore l’ex Villafranca, classe 1996, Jacopo Menolli, poi, il classe 1989 Mohammed Rkaiba, quindi, l’ottimo Michele Capone, per poco alla Fidelis Andria, per un cospicuo triennale. Ma, strappato giusto in tempo dal diesse Maule.
 
E, perdendo per 3 a 2 a la Prova di San Bonifacio, l’Alba Borgo Roma si fa agganciare a 35 dall’A.C. Garda. Provese di mister Stivanello e del diesse Gianfranco Chilese, che esulta grazie al rigorista Massimo Pasini (ex Ambrosiana), al classe 1996 Matteo Bastianello e al sempre spumeggiante come l’omonima birra Andrea Peroni, ex Pol. Virtus Borgo Venezia. Per contro, i giallo-rossi borgo-romani di mister “Mou” Mario Colantoni e del diesse Mauro Annechini avevano scosso la rete rosso e nera con “Mira” Lanza, e il rigorista Nicolas Torni, “golden boy” della classe 1996.
 
L’F.C. Valgatara festeggia nel miglior modo le “fresche” 48 primavere – oggi, 22 febbraio – del suo mister-corniciaio con atelier in Porto San Pancrazio – Roberto Pienazza: 4 a 1 al Grezzana di mister “Mancho” Andrea Matteoni e squilli di Leonardo “Da Vinci” Aldrighetti, preceduto da un’autorete di Fabio Ferrari, classe 1995, poi, dai gol ortodossi griffati da Nicola Gottoli – che allena una compagine giovanile del Team San Lorenzo Pescantina – e all’ex Caldiero Elia Mignolli, “annus domini” il 1996. Il solo – e solito bomber – Andrea Castelli ha fatto gioire gli “oranges” valpantenati del presidente Dino De Paoli.
 
Altro buon successo, chiaro e rotondo come il 2 a 0 conseguito a Dossobuono ieri, dall’Olimpica del trainer e sindacalista Uil Beppe Bozzini. Vittima è quell’A.C. Zevio che non riesce a cambiar pelle né marcia nonostante l’avvicendamento di mister Paolo Marchi con Lucio Merlin. marchi che ha dichiarato di aver appeso al fatidico chiodo la panchina (della serie, nessuno ci crede!). Conclusione del 1987 Enrico Saragnese, complice pure una deviazione, tipo quella di Simone Zaza, in Juve-Napoli di due sabati notte fa, poi, l’allungo è a firma di Kassum Papa “Vaigo” e i giallorossi del presidente Rinaldo Campostrini si allontanano dalla zona calda della classifica.

Secondo successo consecutivo per il Nogara di uno dei componenti del N9, ossia Adolfo Gemmo, team manager sempre attaccato ai “cosacchi del Basso Tartaro”: 0 a 3, come era successo domenica scorsa in casa contro il San Zeno Vr, in quel di Cà di David. Un giocatore navigato, Eugenio Tieni, e uno di belle peranze, l’ex Vigasio, classe 1995, Manuel Bottura, incorniciano la riscossa nogarese, partita dalla benedizione impartita – con tanto di aspersorio ed acqua di rubinetto - due mercoledì sera scorsi dal contabile, il governolese Gianni Frignani, all’interno della baita adiacente gli impianti sportivi degli “ussari” di Nogara.

Un rito propiziatorio, fino ad ora molto efficace (vedi i due successi di 3-0), e che ricorda tanto il sale sparso prima di ogni gara dietro alle porte da Romeo Anconetani, il compianto presidente del Pisa (ma, anche Toni Perlato da Tregnago, tanto per restare in tema e più vicini a casa nostra, le pensava proprio tutte). Promette fuochi e fiamme, domenica prossima, lo scontro A.C. Garda-A.C. Lugagnano.

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(1937)