ULTIMA - 19/3/19 - VEDIAMO CHI RISCHIA I PLAY-OUT IN 2^ CATEGORIA ..

Girando i campi per assistere a dei recuperi di Seconda categoria ci siamo accorti che molte squadre non erano al corrente del nuovo regolamento di quest'anno per quanto riguarda i play out di questi campionati che dovranno decidere chi retrocederà al Campionato di Terza categoria 2018-2019. Abbiamo quindi interpellato il delegato della FIGC di Verona
...[leggi]

PRIMA PAGINA

22/2/16
IL PUNTO SUL CAMPIONATO DI 1^ CATEGORIA (GIR. A) – 22^ GIORNATA

LA CADUTA DEGLI DEI, IL RISCATTO DELLE “CENERENTOLE”: IL REAL GREZZANALUGO IMPALLINA LA SCALIGERA, IL CASTELDAZZANO SGAMBETTA LA MONTEBALDINA. PER IL PASTRENGO VITTORIA MASCHI…A, SUSSULTO-PESCHIERA

E’ la giornata della caduta degli dei e del riscatto delle “Cenerentole”: in altra maniera non si può definire, in sintesi, quanto avvenuto nella 22ma giornata di campionato, nel girone “A” di Prima categoria.
 
Il Casteldazzano del presidente Giacomo Tabarrini guidato da mister Dolci, grazie a un colpo davvero…Gobbi (algido dagli 11 metri, il classe 1990 Alex), manda a terra il gigante "Golia" Montebaldina di mister Simone Cristofaletti. E gli reca il terzo dispiacere stagionale, ma, non gli fa cadere dalla mano lo scettro del potere, fermo a 47 ed ancora a +5 dalla accorrente Scaligera.
 
Scaligera 2003 la quale viene impallinata per 3 a 1 sul sintetico di un Lugo, che, dopo l’avvicendamento settimanale Mauro Pia-Michael De Santis, ritrova il proprio assetto e la strada della vittoria e della sua rifondazione. Luca Bazzani, - il goleador dei fantastici play off lughesi -, il classe 1992 Marco Dal Corso…della Vittoria, e il “Trezeguet dei dilettanti”, Brahim El Hamich, mettono in seria ambascia un’irriconoscibile Scaligera di mister Marocchio. Che s’appella solamente al gol del corazziere di Raldon, il fantastico “Big Gim” Davide Leonardi.
 
Montebaldina a 47, dicevamo, Scaligera a 42, terzo il Pastrengo della dinasty Brentegani, capace di una vittoria davvero…Maschi-a contro il Pedemonte, in virtù della doppietta imbracciata da “Edmundo” Gustavo Maschi, il paraguagio. Due gol con i quali l’asso sudamericano ha impallinato per 2 a 1 (il goleador pedemontano è opera di Daniel Zamboni, classe 1990) i bianco-rossi della Valpolicella, guidati dal tandem tecnico Stefano Modena-Giorgia Brenzan.
 
Pastrengo a 39 freccette, Povegliano a 38 – a braccetto col Pgs Concordia Borgo Milano -, con le “libellule” biancazzurre di mister Marco Pedron vittoriose in casa propria di misura, 1 a 0, a spese del CastelnuovoSandrà di mister, il lupatotino Gianni Canovo. Mattatore, ancora una volta sugli stessi teleschermi biancazzurri, il dottor Mirko “Fico” Dindo, il “Rosso Mal pelo” bomber del team poveglianese del presidente Paolo Giusti.

Finisce 0 a 0 al “Manuel Fiorito” di borgo Milano, tra il Pgs di mister Nicola Chieppe e il Parona dell’omologo trainer Flavio “baffo” Marai. Il bianco-viola Mario D’Aleo, forse, disturbato dalla diatriba in corso tra il suo amato idolo Francesco Totti (ma, guarda, Mario, che è più importante la tua bella fiorentina Francesca, eh!) e mister Luciano Spalletti, non ha la freddezza sotto porta, anche se è sempre lui a pennellare assist a Masetti e soci.
 
Altro punticino, altro mattoncino verso la salvezza per la Polisportiva Quaderni dello skipper arilicense Luca Righetti: in Postumia, 1 a 1 tra i nero-verdi e il Gabetti Valeggio del collega Lucio Marconi, al pari definitivo – dopo il rigore trasformato dall’ingegner (ed oggi insegnante di Matematica in altissimo lago di Garda) Daniele Scattolini – grazie al bomber albanese Drittan Gordi.
 
Peschiera del presidente Umberto Chincarini, che arpiona, con un sofferto 2 a 1 in riva al basso Garda, 3 punti importanti contro il “fanalino di coda” Atletico Vigasio di mister Adelchi Malaman. E lo fa, la squadra rossoblu di mister Roberto Sorio, con Michele Rigo e con l’ex Goito di Mantova, Andrea Righetto, classe 1982. Il solo Andrea Tebaldi, uno dei due gemelli ex Ambrosiana, invece, tenta – ma ancora nel primo tempo – una rimonta mai avvenuta per i ragazzi del presidente, “baffo alla Renato Bialetti”, quello che ha venduto nel mondo 56 milioni di Moke da caffè, Gianfranco Pozza.

Finisce 2 a 2, infine, a Fumane, tra il Valpolicella e il Bussolengo di mister Franco Tommasi. Valpolicellesi di mister Luca Ponzini spreconi e prodighi per aver gettato alle ortiche una vittoria che pareva essere già custodita in banca dopo l’uno-due a firma di Mohammed Ksakass e Nicola Vicentini. Infatti, era Gianmaria Donisi a imbracciare la personale doppietta – o il Winchester – e a stendere l’estremo difensore avversario, l’ex arbizzanese, classe 1992, Michael Paiola.

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(1688)