ULTIMA - 20/3/19 - GIANNI DE BIASI OSPITE DELL'AIAC DI VERONA

L'Associazione Italiana Allenatori Calcio sezione di Verona informa che lunedì 1° aprile 2019 con inizio alle ore 20:30 ci sarà un incontro tecnico-tattico di aggiornamento che si terrà presso l'aula 1 del palazzotto Gavagnin in via Montelungo n.7 in collaborazione con la Facoltà di Scienze Motorie. Il relatore dell'incontro sarà mister
...[leggi]

PRIMA PAGINA

22/2/16
IL PUNTO SUL CAMPIONATO DI 2^ CATEGORIA (GIR. A) – 22^ GIORNATA

IL PESCANTINA MATA IL LAZISE E LA LASCIA A -9. A -2 PERO’ C'E' SEMPRE IL CASELLE. UNICO “CORSARO” IL MALCESINE, SI RISCATTANO TEAM S.LORENZO, SANT’ANNA E GARGAGNAGO.

Alla prova non diciamo proprio del 9, ma dell’8,5, sì, quello certamente, il PescantinaSettimo dà prova di esserci: 3 a 1 alla terza della classe il Lazise di mister Vito Cristini, ora a -9 (il rapporto è di 49 a 40), ma anche con una partita in meno. Il quale, oltre tutto, era passato in vantaggio per primo con il tapin vincente di Umberto Frassine. Pronta, di lì a poco, la reazione dei ragazzi di mister Francesco Marafioti, al pari con Marconi, al trionfo grazie a “Rocco” Manfridi e a Stefano “El Gaucho” Ferrarese.
 
E, il Caselle di mister Omero Polacco non è stato certo a guardare: all’”Alberto Tosoni”, 2 a 0 secco a spese del Calmasino di mister Luca Andreoli, grazie all’uno-due esploso da SuperPippo Perinon e da “Zorro” “Attila” Attilio Zorzi, ex F.C. Valgatara finalmente pienamente recuperato. Attilio, è il figlio del primo cittadino di Sant’Ambrogio della Valpolicella, Roberto, classe 1961.
 
Quarti, a pari merito a quota 35 il Real Lugagnano e la Polisportiva Consolini: i rosso-neri di mister Fabio Di Nicola pareggiano, 1 a 1, in via Postumia, all’altezza di Rosegaferro. Apre, per i rossoblu di mister Michele Barone, Nathaniel France, chiude il tabellino dei pochi marcatori Andrea Martini, l’aperitivo del gol, l’”’Happy hour” real-lugagnanese. Da gustare e da servire dentro l’enoteca di Lugagnano, sede dei ragazzi del presidente Sergio Coati.
 
La coda occhiuta di Pavoni, la “giubba rosso-nera” in forza al San Peretto di Nicola Righetti, “boss delle assicurazioni a Negrar”, comincia ad agitarsi e per i padroni di casa della Polisportiva Consolini di mister Salvatore Piccinato sfuma la vittoria. Che era stata accarezzata da un guizzo dell’ex A.C. Garda Loris Giacometti, classe 1990, e non invece Alberto, il famoso scultore svizzero, che legò il proprio nome alla creazione di statue raffiguranti donne filiformi, magrissime, ed uomini altrettanto anoressici.
 
Poi, un’altra coppia, a 34: quella formata dall’A.C. Cavaion e dal Gargagnago, il primo guidato da mister Moreno Battisti sconfitto a Sant’Anna d’Alfaedo per 2 a 0 (il classe 1985 Simone Benedetti e il pari età Rudy Antolini i “falchi” bianco-granata del falconiere e mister Rino Sestan), i secondi – i rosso e verdi dalle 4 “G” di mister Gianni Pierno – vincenti nel derby della Valpolicella col medesimo punteggio a spese del Negrar del presidente Tommaso Bussola e con precisi mazzieri Filippo Ceschi e Michele Momi.
 
Tre punti ossigenanti li ottiene a Sommacampagna, nella gara vinta per 0 a 1 e decisa da un gol all’incontrario firmato da Zuliani, il Malcesine dello skipper Silvio Monese. Alto-gardesani del mitico accompagnatore Gigi Marchiotto da Ronco all’Adige (ex pistor in Malcesine, poi, pizzaiolo ed ora gestore della pensione “Antonella”) terz’ultimi a 21, tallonati a 20 dal Negrar, sovrastati a 22 dal Calmasino e a 24 dal San Peretto. Sempre ultimo il Sommacustoza di mister Rodrigo Garçia con 12 punti.
 
A 26 punti e sest’ultimo in chiassoso condominio con Rosegaferro e Burecorrubbio, quel Team San Lorenzo Pescantina, il quale consuma l’operazione-aggancio ai danni del BureCorrubbio, proprio superandolo ieri nel suo velodromo col punteggio di 3 a 2. Simone Zampini (1990) e doppietta del classe 1987 Marco Conti, per “quelli del velodromo” guidati da mister, il dottor Giandonato Di Marzo. Alessandro Vicentini e l'ex Negrar Fabio Lonardi, invece, per i burecorrubbiesi di mister Nicola Dusi, il più amato dalla massaie della provincia di Verona.

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(1647)