ULTIMA - 22/1/19 - OGGI VIRTUS VERONA-PORDENONE, LE PAROLE DI MISTER GIGI FRESCO

Il Pordenone dopo il Monza. Calendario beffardo per la Virtus Verona che tre giorni dopo il match del Brianteo incrocia le armi della capolista del girone, reduce da dieci risultati utili consecutivi (oggi, fischio d'inizio ore 18.30). Ecco le parole del presidente allenatore rossoblu Luigi Fresco rilasciate ieri alla vigilia della partita: "A
...[leggi]

PRIMA PAGINA

7/3/16
IL PUNTO SUL CAMPIONATO DI 2^ CATEGORIA (GIR. D) – 24^ GIORNATA

E’ TESTA A TESTA TRA BOYS BUTTAPEDRA ED ATLETICO SAN VITO! GIPS E POZZO ORA PIU’ DISTANTI. “EL VILLA” BATTE ED AVVICINA “EL BONFE”, L’ASPARETTO BATTE ED AGGANCIA IL BOVOLONE, L’ALBAREDO OSCURA “EL SUSTI”, CADEGLIOPPI DA ZTL AD URBANA
 
Big match col brivido, quello andato in onda ieri pomeriggio al "Nicola Pasetto” di Pozzo, tra l’A.C. Pozzo, appunto, e gli ancora capolisti Boys Buttapedra di mister Paolo Novali. L’infortunio, che ha privato i buttapietresi del loro giocatore e bomber Daniele Bendazzoli, alla fine si è concluso nella maniera migliore, nel senso che è stata scongiurata la frattura del perone al giovane ragazzo, che era entrato per sostituire Muraro. “Dovrà soltanto portare una doccia per una decina di giorni” ci ha ragguagliato il factotum Antonio Lollato, detto “El Lola”, “quindi, si è scongiurato il tanto temuto pericolo di frattura per “El Benda””. Ancora più contenti i buttapietresi, “corsari” per 0 a 2 in quel di Pozzo, grazie agli spunti andati a buon fine effettuati da Alberto Muraro, 1990, e dal 1994 Luca Saoncelli.

Boys sempre al comando a quota 48, con alle spalle a quota 47 l’irrefrenabile, lanciatissimo Atletico San Vito di Cerea. Vincitore per 2 a 3 ieri a Maccacari, casa dei Boys Gazzo di mister Matteo Gobbetti, orfani del laureando in Economia - la triennale con indirizzo agrario – il difensore ex Nogara, Roberto Persi, alla sola discussione della tesi di laurea il prossimo 21 marzo, dopo aver brillantemente (28/30si) superato l’ultimo ostacolo. E maccacaresi ancora privi di bomber Giacomo “Brun” Cordioli, ma, ugualmente, in vantaggio con Marco Ambrosi, ed all’illusorio 2 a 2 grazie al rigorista infallibile, il ben educato Alex Manara. Per i bianco-granata del presidente Doriano Franzoni vanno in rete Enrico Perazzoli, Alessandro Modini e Riccardo Bissoli.
 
Punticino della speranza per il Real Vigasio, il quale all’”Umberto Capone” pareggia 1 a 1 contro il più quotato Gips Salizzole di mister Adriano Rossignoli. Luca Veronese, classe 1994, illude i “Guerrierini del Tartaro” del presidente Andrea Biscaro guidati da mister Fausto Martinelli, infatti, dopo un tempo esatto arriva il gol del definitivo pari a firma del rossoblù Andrea Marconcini, classe 1988.
 
L’Albaredo, eravamo ieri presenti dall’inizio della ripresa e con ancora immacolato il risultato, batte con merito un Sustinenza davvero irriconoscibile, soprattutto a causa della mancanza di alcune pedine del suo celeste scacchiere. Traversa nel primo tempo per gli albaretani di mister Paolo Mosca, amante della Tezenis, paratone ed interventi da primo della classe del nogarese portiere Matteo Mecchi in forza al “Susti”, poi, la doppietta griffata dal “Bass”, ossia l’ex A.C. Cologna Veneta, il senegalese N'diange Bassirou. Un’autentica “perla” il raddoppio, con colpo di tacco e palla a finire tra il primo palo e Mecchi. Ci ha ricordato un pochino lo juventino Pogbà. Peccato per i pochi minuti concessi a Vittorio Creston, giocatore cresciuto nei giovani del Mantova e già giovanissimo in serie D con l’A.C. Somma del compianto “El Peo” Alfio Zerpelloni. E’ un ragazzo, il centrocampista ma anche centrale difensivo albaretano doc, classe 1993, che meriterebbe più spazio, una vetrina più luccicante!
 
Altra vittoria per l’ascendente Asparetto CereaSud di mister “Sandokan” Pippo Crivellente: 1 a 2 a Concamarise, in casa (provvisoria) dell’ACD Bovolone di mister Devis Padovani. “Partita dura e maschia!” commenta il difensore asparettano, l’ingegner Rudy “Pisellini” Ghisellini da Isola Rizza. Ma, nel confronto in cui hanno giocato tantissimi ex – passati dal Bovolone all’Asparetto – la differenza la fa ancora chi sta vivendo un magico momento: Eddi De Carli. Suo il gol del sorpasso, dopo che avevano gioito l’Andrea Rossetti asparettano e poi il giovane emergente, il classe 1995 rossoblù, Giacomo Rossignoli.
 
Al Cà degli Oppi di mister Matteo Malagnini non interessa di invadere e non rispettare la Ztl di Urbana di Padova: 0 a 1 e mattatore l'ex Bovolone Matteo Carazzi, classe 1987. Tre punti che mettono praticamente in salvo i biancoblù veronesi mentre ai gialloverdi locali di mister Davide Pevarello mancano ancora una manciata di punti per festeggiare la salvezza.

Lorenzo Pasquin e il 1993 Giacomo Buosi in riva al Canal Bianco, all’altezza di Villabartolomea, stroncano (2 a 0) gli Amatori Bonferraro della famiglia Remondini. E i bianco-neri della famiglia Zanardo e del mister e comandante della stazione dei Carabinieri, il cagliaritano Gigi Mura si portano a un sol punto (25 a 24) dagli stessi giallo-amaranto di mister Andrea Schiavo sconfitti ieri nelle Estreme Valli Veronesi.
 
Il GSP Vigo 1944 scardina il già esploso Porto di Legnago (3 a 1), squadra che ha solo tutto da guadagnare, null’altro da rimetterci. E’ il giorno dell’importante rientro di bomber Thomas “Geco” Pasti: e lui lo bagna l’evento trasformando il rigore, lasciando che il biondino bovolonese, il talentuoso Luca Cecilli e l’85 Marco Soave completino l’opera. Per i bianco-rossi portuensi, aveva illuso il 1992 Denis Donà, con quel suo gol realizzato prima dei più quotati avversari.

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(1466)