ULTIMA - 23/1/19 - LA VIRTUS VERONA CEDE CONTRO LA CAPOLISTA PORDENONE (1-2)

Per l'ennesima volta la Virtus Verona di mister Gigi Fresco viene beffata nei minuti finale della partita dopo essersi battuta alla pari contro la capolista incontrastata del girone B di serie C, il Pordenone di mister Attilio Tesser. A decidere la sfida a favore dei neroverdi friulani è stata una rete del 38enne Emanuele Berrettoni, ex Hellas Verona,
...[leggi]

PRIMA PAGINA

14/3/16
IL PUNTO SUL CAMPIONATO DI ECCELLENZA – 25^ GIORNATA

IL BARDOLINO FA MEZZO PIACERE AL VIGASIO, IL CALDIERO SBATTE CONTRO I PALI. L'OPPEANO INGUAIA IL SAN MARTINO, IL TEAM CONTINUA A SPERARE, BRUTTO K.O DEL CEREA, L'AMBROSIANA CADE NEL POZZO…

Giornata che ha sancito l’accorciamento delle distanze, ora a 2 (il rapporto è di 56 per l’Adriese e di 54 per il Vigasio) tra i polesani e i “Guerrieri del Tartaro”. Vincitori, questi, per 2 a 0 all’”Umberto Capone” contro il Mestrino, “fanalino di coda”, tenuto in vita dall’arrivo di mister “Puma” Marco Montagnoli, ex trainer di turno che ha avuto solo pochi giorni per preparare la gara. Il “Conte” Filippo Guccione prima e l’ex virtussino Stefano Bortignon poi, lasciano sul fondo della classifica a 13 punti i padovani e regalano i tre punti alla compagine biancazzurra di mister Alberto Facci.
 
Il Caldiero del presidente Filipo Berti, sempre terzo a 53 freccette, non riesce ad approfittarne del bicchiere mezzo vuoto ingurgitato dall’Adriese: i “termali” di mister Roberto Piuzzi sbattono due volte clamorosamente contro i montanti posti a salvaguardia della retroguardia marosticense e la gara non si sblocca dallo 0 a 0 iniziale.
 
Quarta, a 45, dietro al terribile trio, troviamo la Piovese, la quale, nell’anticipo del derby giocato sabato, tritura – 5 a 0 – il Thermal di Teolo: e tranne la doppietta esplosa da Davide Boscolo (uno dei due nomi, assieme a Tiozzo, più diffusi nel chiozzotto, dagli acuti emessi da Prelcec, Bez e Roberto “Gianni” o “Giorgio” (noto pittore del 900, nato a Bologna, autore di pochissimi ma costosissimi quadri, specialmente apprezzate le nature morte) Morandi.

Il Cerea del presidente Doriano Fazion e del neo mister patentato Emanuele Pennacchioni subisce il ciclone-Loreo e in Polesine cade 3 volte a zero. Nordio, Neodo ed ancora Nordio saziano la più famelica in classifica squadra rodigina guidata da mister Anali. Granata tranquilli a metà classifica con 34 punti e già salvi.
 
L’Ambrosiana, priva fino a fine stagione della sua punta Francesco Pietropoli, infortunatosi nell’amichevole del 3 marzo al “Montindon” contro i tedeschi del TGV Babenhausen di Baviera, si fa sgambettare, 0 a 1, dal Pozzonovo. Ma, non è il veronese – di Boschi Sant’Anna, Alex Montagnani l’esecutore materiale del delitto, bensì Polato, chirurgico nel trasformare, ad inizio di ripresa, il rigore. Ambrosiana di mister Tommaso Chiecchi quinta a 39, col fiato, l’alito sul collo del Bardolino di mister beppe Brentegani bravo ad arginare la manovra dell’Adriese e a fargli bere il bicchiere mezzo vuoto dello 0 a 0.
 
In zona-salvezza, l’impresa la compie in riva al Fibbio l’A.C. Oppeano del presidente bustocco, l’ing. Sergio Mustoni: 0 a 1 per i bianco-rossi guidati dal trainer lupatotino Fabrizio Sona, proprio colui che portò al salto in Eccellenza i locali nella scorsa stagione, e tiro da 3 punti scagliato da Alberto Correzzola. Per mister Gigi Sacchetti, al suo debutto sulla panca dei bianco-azzurro-neri san martinesi, subito un boccone amaro nello scontro diretto per la salvezza perduto con gli oppeanesi.
 
Punticino della speranza, 0 a 0, per il Team Santa Lucia Golosine dell’”oxfordiano” commercialista Luca Angelico: con l’Azzurra Sandrigo che fra le proprie mura non riesce a stingere i rionali veronesi di mister Marco Tommasoni. Team penultimo a 18, a +5 dal Mestrino, a -1 dai san martinesi, a -2 dalla coppia Oppeano-Marosticense e a -3 dall’Azzurra Sandrigo. Interessante, domenica prossima, Bardolino-Caldiero.
 
Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(1395)