ULTIMA - 27/5/19 - AIAC VR: INCONTRO FORMATIVO CON STEFANO BIZZOTTO

L’Associazione Italiana Allenatori Calcio sezione di Verona informa che organizza per lunedì 3 giugno 2019, con inizio alle ore 20.30, un interessante serata formativa dal titolo "La comunicazione nel mondo del calcio". L'incontro si terrà presso l’aula 1 del palazzotto Gavagnin (difronte alla sede della società Virtus Vecomp) in via
...[leggi]

PRIMA PAGINA

14/3/16
IL PUNTO SUL CAMPIONATO DI 2^ CATEGORIA (GIR. A) – 25^ GIORNATA

A CASSONE PESCANTINASETTIMO SEMIBLOCCATO, IL CASELLE SEMPRE IN TESTA DA SOLO A +3. IL REAL LUGAGNANO INGUAIA IL BURE, IL CALMASINO INGABBIA I “FALCHI”, IL CAVAION AMMACCA (5-0) IL TEAM

Il Malcesine di mister Silvio Monese, con l’acqua alla gola per trovarsi impelagato nei tentacoli dei play out e per le tantissime palle-gol sprecate dall’inizio della stagione, fa scattare il semaforo giallo (o arancione?) alla più titolata PescantinaSettimo: 2 a 2. Ultimi dieci fatali per i rosso e blu di mister Francesco Marafioti, in duplice vantaggio grazie ai colpi di Stefano Ferrarese e dal ritrovato bomber Marcello Gambadoro, e poi raggiunto dall’uno-due sferrato da “Massimo” Matteo Raneri e da Nicola Termine.
 
E la Polisportiva Caselle non si fa certo ripetere l’invito a nozze, quello del sorpasso, anzi, dell’ulteriore allungo in vetta: ora i giallo e blu di mister Omero Polacco sono a +3, col rapporto di 56 punti rispetto ai 53 dei pescantinesi del diesse Lucio Alfuso. Casellini, i quali vanno a vincere, 1 a 2, a Negrar, lasciando al penultimo posto a quota 23 gli amaranto-grigi del grappolo e dell’Amarone della famiglia Tommaso Bussola guidati da mister Nino Russo, ex gialloblù. Eppure in vantaggio i negraresi, grazie all’ex Primavera Gabriele Franchi, classe 1988, ma poi, raggiunti e superati dal lama rasoio doppia testina Cristian Molas (doppietta e gol anche dal dischetto per il bomber, per “el puntero” paraguagio, classe 1985).
 
Ma, nemmeno il Lazise di mister Vito Cristini ha tanta voglia di rompersi gli arti inferiori a furia di correre a gambe levate: i lacisiensi si accontentano… di un 1 a 1 ottenuto di fronte al proprio specchio d’acqua, davanti al “Rugantino”, e dirimpetto alla forte Pol. Consolini di un bomber, Alberto Zanolli da Caprino, che aveva aperto la breve serie delle marcature (completata dal solito fastidioso – per le difese avverse – ronzìo dell’ex pastrenghese Tommaso Ronzetti; giovane impresario edile, sulle tracce del padre).

Consolini di mister Salvatore Piccinato, il quale, dal canto suo, viene raggiunto a quota 42 dal Real Lugagnano che va ad imporsi a Castelrotto di Negarine per 1 a 2 in casa del BureCorrubbio di mister Nicola Dusi. Sempre e per sempre Matteo Tommasi, per i valpolicellesi (22° centro stagionale), ma poi, il bomber tascabile Michele Marchesan e “Traforo del San” Gottardi ribaltano il risultato a favore dei rosso-neri real-lugagnanesi del presidente Sergio Coati e di mister Fabio Di Nicola.

Il Gargagnago di Gianni Pierno è dietro della coppia a un sol punto, a 41: 2 a 2 ieri per i “tricolori della Valpolicella”, con vantaggio su rigore realizzato da “El Vaia”, Marco Lonardi, e bersaglio del pari rossonero centrato dal rossonero Paolo Zolin al suo 8° centro. Due minuti dopo il centrocampista datato 1984 Andrea Riolfi porta in vantaggio le “giubbe rosso-nere” sanperettiane del diggì Nicola Righetti, detto "Ridge", con uno splendido destro da 25 metri, poi, a 10 minuti dalla fine, arriva il pareggio dei tricolori con Davide Cagliari, “secondo estratto”…

Cinquina dell’A.C. Cavaion rifilata sulla guancia e con tanto di rischio di ustione al Team San Lorenzo Pescantina della famiglia Zampini e di mister Giandonato Di Marzo. I cavaionesi di mister Moreno Battisti le cantano ai rossoblù imboccando l’autostrada Riccardo Modena…Brennero, poi doppietta del 1994 Elia Turrina, “Mezza notte e dintorni”… Marco Marzullo e poi il difensore 1993 Raffaele Gandini.
 
Il Sant’Anna d’Alfaedo resta fermo al palo dei 30 punti, perché ingabbiato al “Belvedere” di Calmasino dai bianco-verdi di mister Luca Andreoli sul 2 a 1. Eppure in vantaggio i bianco-granata altovalpolicellesi guidati dal coach croato Rino Sestan grazie al 1996 Davide Vallicella, ma poi raggiunti da bomber Davide De Carli (il carrello elevatore del gol e della gioia che ne consegue!) e superati dal guizzo di Manuel Soprana.
 
L’A.C. SommaCustoza respira ancora: sferra il colpo di coda velenoso, il quale va a colpire a morte il più quotato Rosegaferro: 2 a 1 per i “tamburini sardi” di mister Rodrigo Garçia e reti di bomber Nicolò Bolla e dell’ex Villafranca Mirco Adami, giovane del maggio 1995. Per i postumiesi di mister Michele Barone, invece, ha segnato il solo El Mustafa Zaroual. Ex Pizzoletta.

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(1977)