ULTIMA - 23/1/19 - LA VIRTUS VERONA CEDE CONTRO LA CAPOLISTA PORDENONE (1-2)

Per l'ennesima volta la Virtus Verona di mister Gigi Fresco viene beffata nei minuti finale della partita dopo essersi battuta alla pari contro la capolista incontrastata del girone B di serie C, il Pordenone di mister Attilio Tesser. A decidere la sfida a favore dei neroverdi friulani è stata una rete del 38enne Emanuele Berrettoni, ex Hellas Verona,
...[leggi]

PRIMA PAGINA

14/3/16
IL PUNTO SUL CAMPIONATO DI 2^ CATEGORIA (GIR. C) – 25^ GIORNATA

IL REVOLVER DI CENGIA NON S’INCEPPA, QUELLO DEL VALTRAMIGNA SI’. NOVA GENS KILLER A LOCARA, IL GRANCONA LO IMITA A SOAVE. CORSARI ANCHE IL MONTEBELLO A SANTO STEFANO DI ZIMELLA E IL REAL MONTEFORTE A POJANA. “COLLI” QUINTI E CON UNA GARA IN MENO

A suon di rivoltellate il “bomber dei bomber”, al secolo Mirko Cengia, si avvicina al record dei suoi 400 piattelli disintegrati e spinge sempre più in alto il suo San Giovanni Ilarione guidato da mister Omar Lovato; ora in testa da solo, a quota 55 punti, visto che i san giovannei hanno vendemmiato per 4 a 1 dalle loro parti a danno dell’AltaValle del Chiampo di mister Michele Carassi, grazie appunto al tris calato da Mirco Cengia (e sono 23) e all’assolo del giovane (19 novembre 1997) difensore Davide Arvotti (Savkovic, invece, per gli alto-valligiani, matricola di questo campionato di 2^ categoria, girone “C”).

Il Valtramigna Cazzano, infatti, esce indenne – e già questo è stato un buon risultato, visto che l’Elettrosonor Gambellara è oggi 4° a 45, scavalcato a un punto dalla Nova Gens, e con dietro, a -2, l’A.C. Colognola ai Colli; la quale ha però una gara da recuperare e su quei 3 punti ci contano parecchio il presidente Tiziano Tregnaghi e soci nerazzurri -: la gara termina sul 2 a 2, con doppia di Prina a favore dei vicentini di mister Lazzari e con l’uno-due firmato Andrea Pangrazio (’83) ed Enrico Pimazzoni (’92) per i biancorossi di mister Mariano Zenari.
 
E, udite, udite!, domenica prossima il big match ValtramignaCazzano - S.Giovanni Ilarione, il quale si terrà all’”Emilio Steccanella”, con problemi – crediamo – di capienza per i tanti tifosi che invaderanno la vallata come fosse la sagra della ciliegia a Cazzano o quella del vino. Riepilogando: S.Giovanni Ilarione primo a 55, tallonato a 53 dal ValtramignaCazzano, a 46 dalla Nova Gens (0 a 1 a Locara, mattatore Sogaro, ancora nel primo tempo), Gambellara a 45, Colognola ai Colli a 43, coll’asterisco della gara ancora da giocare. E colligiani di mister Adriano Laperni, che ieri hanno battuto in casa propria per 2 a 0 i vicentini de La Contea, e questo grazie ai centri, ai guitti sferrati dall’”avvocato Nicolò” Ghedini e da Luca Tregnaghi. Nel nome del padre, Tiziano, presidente societario.
 
C’è anche il Montebello che alita sul collo dei colligiani, a quota 42: ieri i monte bellini sono andati a fare la voce grossa, 0 a 1, a Santo Stefano di Zimella, casa del Giovane Santo Stefano della dinasty Rinaldi e di mister Claudio Fabbris. E’ un’unghiata velenosa sferrata a una manciata di minuti al termine del primo round da De Mori a decidere a chi appartiene il bottino intero. Finisce 2 a 2 tra il San Vitale 1995 e il Montecchio San Pietro: doppia di Fossato per i sanvitaliani del massimo dirigente graziano Meggolaro e di mister Cavedon e Rutzittu ed Edoardo Peruffo (1994) per i montecchiesi del coach Valter Sdyelar.
 
Intona la sua nona sinfonia vittoriosa il Real Monteforte di mister Loris Fedrigo: e la celebra, la sinfonia n. 9, a Pojana Maggiore, in casa della Spes di trainer Bisson. La punta 1994 Alex Tirapelle e il difensore, ex Gambellara, il classe 1993 Matteo Zandomeneghi sono i protagonisti dei gioiosi urletti dei biancazzurri che si portano a +8 dalla zona play-out.
 
Il Grancona, ora con un bel 30 e lode sul libretto degli esami in 24 gare, interrompe la serie positiva del Borgo Soave, e “frecce rosse” di mister Francesco Bresciani rimaste quart’ultime a 22 punti -, andando a chiedere ai bianco-rossi del vino bianco la resa delle armi (o delle bottiglie?) dentro il castello scaligero: 0 a 1 per i nero-verdi della Bassa vicentina, con il navigato (1982 ex Caldiero) Michele Panarotto algido nel trasformare il penalty assegnato alla fine del primo tempo.

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(1384)