ULTIMA - 24/5/19 - FABIO BRUTTI (CALDIERO): "LA ROSA NON SARA' STRAVOLTA"

Per il giovane direttore generale del Calcio Caldiero Terme, l'ex portiere Fabio Brutti, al suo 7° anno consecutivo nel direttivo team giallo-verde termale, la società del presidente Filippo Berti è in continua crescita di gioco e risultati: "Sono contentissimo" ci confida Brutti "di come abbiamo giocato quest'anno, facendo
...[leggi]

PRIMA PAGINA

21/3/16
IL PUNTO SUL CAMPIONATO DI 1^ CATEGORIA (GIR. A) – 26^ GIORNATA

PASTRENGO, CHE CARICA! PASSA A POVEGLIANO E LO SCAVALCA PRENDENDOSI IL 2° POSTO. MONTEBALDINA SEMPRE IN TESTA E A +6 DAL “PASTRE”. FRENA LA SCALIGERA, ACCELERA IL CONCORDIA, QUADERNI DA 30 E LODE, DILAGA IL CASTELNUOVO, VIGASIO ANCORA…ATLETICO

La 26ma giornata è nel segno del Pastrengo: i “carabinieri con gli scaprini” guidati dal trainer del luogo, Paolone Brentegani, aziona la freccia del sorpasso in casa di una delle squadre – il Povegliano – che sciorina il miglior calcio del girone “A” di questa Prima categoria: 1 a 3, e il team del presidente Umberto Segattini, architetto e gestore del ristorante “Stella d’Italia”, preferito nel 1848 dal re sabaudo Carlo Alberto, va subito in vantaggio con l’ex Sona Stefano Bonato, fermato dal dottor in BioChimica e dottorando Mirco “Fico” Dindo, ma, poi è uno “de fameia” (a Pastrengo il calcio appartiene alla famiglia Brentegani: guai a provarci di svellere dalle loro mani la sfera di cuoio! Toccheresti il filo dell’alta tensione!), Alessandro Brentegani a indicare la strada del sorpasso e della vittoria, con sotto il traguardo pure il colpo del borgo-veneziano bomber Marco Sabaini.
 
Pastrengo ora a suon di carica veleggia al 2° posto, a 45, lasciandosi alle spalle a 44 punti “El Pove” di mister Marco Pedron, e prefigurandosi nel mirino a 51 punti la capolista Montebaldina di mister Simone Cristofaletti. La quale, non riesce a passare a Bussolengo, seppur in vantaggio dopo l’uno-due di Emanuele Bagata e  Nicolò Tomezzoli, e raggiunta, nel breve volger di 5 minuti di pazzia, dalla squadra rossoverde di mister Franco Tommasi in cui tuona il moschetto di Gianmaria Donisi (doppia per lui).
 
La Scaligera di mister, il raldonate Simone Marocchio e del diesse “baffo Bialetti” Claudio Patuzzi, pare non più brillante, da un mese a ‘sta parte, passa a 43 punti, compreso anche il pari di ieri colto a Castel d’Azzano, dopo che era passata in vantaggio grazie al buttapietrese Andrea Corsini. Infatti, il colpo gobbo dei castellani di mister Leonardo Dolci ce l’ha in canna Alex Gobbi, classe 1990.
 
Il PGS Concordia Borgo Milano, ora a 42, alita sul collo dei giallo-rossi isolani in virtù dei due punti rosicchiati ai “migliori mastri risottari del vialone nano” al “Manuel Fiorito” con quel 2 a 0 secco, ruvido, inamidato rifilato al Real GrezzanaLugo di mister Mauro Pia. Il rigore del tottiano Mario D’Aleo spiana la vittoria ai bianco-viola di mister Nicola Chieppe, al raddoppio con la “pantera ghanese” Ronnie Otoo.
 
A 39 punti, seguono a braccetto Peschiera e CastelnuovoSandrà: Gli arilicensi di mister Roberto Sorio non riescono a piegare il braccio della resistenza opposto loro dalla Gabetti Valeggio dello skipper Lucio Marconi e dello stopper centrale difensivo rientrato dal viaggio (di lavoro) in Svezia, il “pneumatico” Marco Baraldi, amante delle bionde in carne ed ossa e di quelle servite in caraffa.
 
A Fumane, maramaldeggia letteralmente, 0 a 4, un CastelnuovoSandrà non si sa bene se lui in giornata di grazia o il Valpolicella di mister Luca Ponzini in giornata di piena disgrazia. Per i catellani di mister Gianni Canovo doppietta imbracciata da Matteo Montresor, poi, acuti pavarottiani emessi dal difensore Filippo Bressanelli e dall'attaccante Andrea Fasoli, classe 1997.
 
Vittoria ieri che sembra mettere in cassaforte, ma ancora senza il matematico sigillo, la salvezza della Polisportiva Quaderni, letteralmente trasformata – in meglio – dopo l’arrivo dello skipper arilicense Luca Righetti. Finisce 1 a 0 in Postumia, dove cade il Pedemonte di mister Stefano Modena, fatto secco da Secchi; Marco attaccante della classe 1992, al suo sesto sigillo stagionale.
 
A Trevenzuolo, il Vigasio di mister Adelchi Malaman si dimostra ancora Atletico perché supera, 1 a 0, il Parona di mister Flavio Marai, porgendo dentro la colomba dell’amicizia, della pace e della misericordia, il biglietto d’auguri Pasquali. Diego, punta datata 1989 che regala i tre punti al fanalino di coda che è ora a -3 dal Casteldazzano. Sabato prossimo 26 marzo, per l’ultima volta alle ore 15, si ricupererà la 23^ giornata.
 
Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(1982)