ULTIMA - 23/5/19 - MISTER ANDREA CATURANO LASCIA IL GIOVANE POVEGLIANO

Dopo sei anni di stretta collaborazione, le strade del Giovane Povegliano e di Andrea Caturano, prima diesse e poi mister, si dividono, come lui stesso ci conferma: "Ci siamo lasciati con una bella stretta di mano amichevole, con decisione unanime. Ho voglia di intraprendere nuovi progetti e nuove ambizioni. Faccio un grosso in bocca al lupo
...[leggi]

PRIMA PAGINA

21/3/16
IL PUNTO SUL CAMPIONATO DI 2^ CATEGORIA (GIR. C) – 26^ GIORNATA

S.G. ILARIONE E VALTRAMIGNA PARI SON IN CAMPO MA NON IN CLASSIFICA! NOVA GENS DA PAURA, ORA E’ 3^, PARI PER GAMBELLARA E COLLIGIANI, SOAVE E LOCARA DA EXPORT, L’ALTAVALLE SI LIBERA DEL GIOVANE S.STEFANO

La montagna dell’attesissimo big match della 26ma giornata del girone “C” di Seconda categoria, quello andato in onda ieri pomeriggio all’”Emilio Steccanella” di Cazzano di Tramigna, tra il Valtramigna e il S.Giovanni Ilarione, alla fine produce il classico topolino del nulla di fatto. Anche se la gara è stata anche battaglia di colpi e di emozioni. Le due squadre, le due massime, più autorevoli concorrenti nella lotta per la conquista dello scudettino, restano separate di 2 punti, con i san giovannei di Omar Lovato a quota 56 e i cazzenesi di mister Mariano Zenari a quota 54 punti. Ed anche il “bomber dei bomber”, Mirko Cengia, resta con la bocca asciutta, a 4 o 5 reti dal raggiungimento del suo straordinario record di 400 gol.
 
Terza è la Nova Gens, a quota 49 punti, ieri “pirata” per 0 a 1 in casa de La Contea, mattatore il miglior prodotto di casa Noventa Vicentina, il suo amato bomber Riccardo Trivellin. Quarto a 46 sempre l’Elettrosonor Gambellara, ieri semibloccato sull’1 a 1 a Montebello. Batte il 1988 Sebastiano Logiudice per i gambellaresi del presidente Luciano Marchetto e di mister Simone Lazzari, risponde, di par suo e con uguale intensità, Stefan Miloradovic, classe 1996, giovane davvero interessante e da tener d'occhio.
 
L’Altavalle del Chiampo del presidente Sergio Dalla Santacà e del trainer pugliese trainer Michele Carrassi si libera, si sbarazza, 3 a 2 nell'anticipo di sabato, del Giovane Santo Stefano, sua concorrente nella lotta per la salvezza, e lo fa con gli arcieri il classe 1992 Ivan Savkovic (doppia) e con il neo-entrato – al posto di Peranzani –, il classe 1996 Tobia Fanton, la vera rivelazione dei rosso-verdi alto-vicentini. Doppio squillo emesso da Manuel Campana, invece, per i giovani-santo-zimellesi di mister Claudio Fabbris.
 
Tre punti preziosi come il suo ottimo vin bianco, meglio se servito appannato, per il Soave di mister Francesco Bresciani, detto “El Brischi”, e del presidente ed imprenditore agricolo Franco Adami (lui sì che ha il miglior recioto ambrato di tutta Soave!). Le “frecce rosse” tornano a colpire in maniera centrale, come le mele colpite, centrate dall’arco dello svizzero Guglielmo Tell, e lo fanno a Montecchio San Pietro per 3 volte subendone 2. Il classe 1976 Pier Giovanni Ritzittu e il più giovane, ma anche lui navigato (1983) Alan Arcaro per i vicentini presieduti dal più alto scranno da Carlo Boschetti e guidati da mister Valter Sdyelar, “confettura” Alessandro Santarosa e doppia di Fattori – appena entrato per rilevare Riccardo Bonomi - per i bianco-rossi soavesi. Sempre quart’ultimi a 25, un punto in più rispetto all’AltaValle del Chiampo.
 
Uno a uno a Costalunga, tra Real Monteforte e il lanciato – ed interessato a un posto play off – A.C. Colognola ai Colli della famiglia Tregnaghi. Tutto si brucia nel primo round, nella botta di Alex Tirapelle, classe 1994, per i biancazzurri di mister Loris Fedrigo, e nella risposta del difensore 1985 Sebastiano Griso. Colligiani di mister Adriano Laperni quinti a 44 punti, ma con una partita ancora da giocare. E a – 2 dal Gambellara, e a -5 dalla Nova Gens.
 
Il San Vitale sminuzza per 4 a 2 quelle residue speranze di salvezza che ancora la Spes Pojana cullava. Mattia Meggiolaro (1996), Thomas Saccozza (1988), Daniel Pellizzaro (doppietta per il nato nel 1996), Elis Padoan (1979), a fronte del gol segnato da Francesco Faedo, classe 1982. Tre punti indispensabili per cercare di artigliare la cima-salvezza per il Locara, che vince per 0 a 2 a Grancona, in casa dell’undici allenato da mister Dante Tamagnini. Non sono mai…Stenco di segnare – Mattia, classe 1991 – ed Antonio Marchese, 1994, ex ValtramignaCazzano: questi i precisi mazzieri locaresi, da 30 e lode (alla pari ora della stessa preda cacciata ieri pomeriggio, il Grancona), che regalano la vittoria ai biancazzurri del presidente Mario Frigotto guidati da mister Fabio Faccin.

Sabato prossimo, in questo girone, si recupera la 23^ giornata tranne Elettrosonor Gambellara-Nova Gens che è stata posticipata a giovedì 14 aprile con inizio gara alle ore 20,30 e Borgo Soave Calcio-La Contea che è stata anticipata a giovedì 24 marzo 2016 con inizio gara alle ore 20,30: Il recupero della gara della 20^ giornata Locara-Colognola ai Colli si giocherà invece mercoledì 30 marzo 2016 al campo comunale di Locara alle ore 20,30.

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(1976)