ULTIMA - 23/1/19 - LA VIRTUS VERONA CEDE CONTRO LA CAPOLISTA PORDENONE (1-2)

Per l'ennesima volta la Virtus Verona di mister Gigi Fresco viene beffata nei minuti finale della partita dopo essersi battuta alla pari contro la capolista incontrastata del girone B di serie C, il Pordenone di mister Attilio Tesser. A decidere la sfida a favore dei neroverdi friulani è stata una rete del 38enne Emanuele Berrettoni, ex Hellas Verona,
...[leggi]

PRIMA PAGINA

18/4/16
IL PUNTO SUL CAMPIONATO DI 2^ CATEGORIA (GIR. B) – 29^ GIORNATA

ORGOGLIO-ALPO CLUB ’98, BATTUTO IL “RE” ARBIZZANO. POIANESI MATEMATICAMENTE SECONDI, ARES TERZI A -3 DALL'ALPO CLUB '98. L’ILLASI TRITA IL BORGOPRIMOMAGGIO, IL SAN MASSIMO SBANCA AD AVESA, IL LAVAGNO FA SALTARE IL PONTE…

Il già matematicamente risalito in Prima categoria, a distanza di una sola stagione, l'Arbizzano di mister Ivo Castellani perde 2 a 0 nella trasferta in casa di un senz’altro più motivato Alpo Club ’98 il quale si prepara a disputare i play off. Federico ingegner Briani e Cesare Rosellini, classe 1991, sono i marcatori dei rosso-neri di mister Stefano Ferro.
 
Arbizzano a 63, tallonato non dai rosso-neri alpesi del presidente e trattore dell’omonimo ristorante Carlo Parolin, bensì dalla Juventina Valpantena di mister Andrea Scardoni. I poianesi, ora a 59, hanno battuto per 3 a 0 un già rassegnato e retrocesso Alpo Lepanto, disperatamente affidato un mesetto fa a mister Giuseppe Stritoff. Doppia dell’ex audacino Giovanni Tosi (1983), tutta su azione, acuto di Michele Filippi, classe 1989, direttamente appostato sul plotone di esecuzione degli 11 metri.
 
Inarrestabile la striscia di risultati utili consecutivi, la maggioranza dei quali impastata di vittorie, da parte dell’Ares Calcio Vr di mister Doriano Pigatto: 1 a 2 a Montorio, in una sorta di mini derby e spareggio play-off, in cui gli aretini Nicolò Salmaso e il “Conte della Mambrotta”, Francesco Pellegrini, hanno preso l’allungo sui castellani; in rete i locali di mister Antonio ferronato con il solo buon Alessandro dottor Caputi.
 
Ares quarto a 52, Montorio quinto a 50 e ieri, dunque, operazione-sorpasso effettuata dai ragazzi di mister Pigatto che inguaiano il Montorio del presidente Lorenzo Peroni al quale potrebbe non bastare il 5° posto per giocarsi i play-off. Sesto quell’A.C.D. Mozzecane di mister Nicola Santelli, il quale, nell’ultima parentesi del campionato e dopo una gran bella ripresa, si è perduto in strade polverose ed acciottolate: 1 a 2, ieri alle piscine “Santini”, casa dell’U.S. Cadore, quint’ultimo a 28, e reti rosso-blu a firma di Mattia Vanoni e di Sebastiano Morano; il quale difficilmente vincerà la scommessa – in fatto di 20 gol da raggiungere - di una cena a base di pesce col deluso diesse mozzecanese Riccardo Montefameglio. Di Francesco Treverzoli il gol con cui aveva illusoriamente pareggiato i nero-verdi cadorini.
 
Il Real San Massimo di un “Admiral” Lino Bassan rientrato in campo va a vincere, 0 a 1, ad Avesa, lasciando i colligiani di mister Luca Bortoletto penultimi a 22 punti. Alla pari di un San Marco Borgo Milano, che, molto probabilmente resterà a tale quota, in quanto si vedrà riconfermare la gara persa ieri contro il Corbiolo, e sospesa dall’arbitro raggiunto da un calcio da un giocatore borgo-milanese. La gara, ricordiamola, era già sul 3 a 1 per il Corbiolo, con reti di Ignazio Vinco (1985) e doppia di Carlo Longo (1993). Il rosso-verde Christian Pasquale (1985) aveva raggiunto l’1 a 1, poi, il 3 a 1 corbiolese e il calcetto sferrato da un giocatore della San Marco B.M. al direttore di gara. Che, sentendosi, aggredito, ha deciso di sospendere la partita, con tutto quello che si può immaginare accadrà di danno ai “leoni” inferociti di mister Emanuele Battocchio.
 
L’A.C. Illasi tritura, meglio, torchia, 4 a 1 il già salvo BorgoPrimomaggio di mister Simone Mirandola. Doppietta dell’ex montoriese Michele “Punta” Ala (1989), poi, acuti pavarottiani emessi da Gabriele Verzì (1996) e dall’apri pista Massimo Veronese, classe 1994. Per “draghi rossi” borgatari del diesse Enrico Sgreva ha segnato il solo Garofolo, chiamato a prendere il posto del “Galactico” Mirco Galasso.
 
Il Lavagno di mister Ivan Benin va a vincere, 1 a 2, in casa dell’Olimpia Ponte Crencano della famiglia Testi. E con reti di Davide Fiorentini e del difensore Balestro, successivi al gol-illusion realizzato per i gialloblù di mister Maurizio Testi da Pietro “Sheva” Bellè, classe 1987, ex Scaligera 2003.
 
Un guizzo di Jacopo Oliosi decide che il piattino della bilancia debba pendere a favore del gruppo allenato neroverde da mister Nereo “Rocco” Gazzani. In evidenza, per l’Avesa di mister Luca Bortoletto, Alberto Sauro reinventato punta ma ben contenuto da Paolo Corradini. Ottima gara del capitano rionale nero-verde Andrea Framarin, e San Massimo matematicamente in salvo. Avesa invece, che dopo lo 0 a 1 di ieri, dovrà assolutamente vincere domenica prossima a Mozzecane per quadagnarsi i play-out.

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(1585)