ULTIMA - 24/5/19 - FABIO BRUTTI (CALDIERO): "LA ROSA NON SARA' STRAVOLTA"

Per il giovane direttore generale del Calcio Caldiero Terme, l'ex portiere Fabio Brutti, al suo 7° anno consecutivo nel direttivo team giallo-verde termale, la società del presidente Filippo Berti è in continua crescita di gioco e risultati: "Sono contentissimo" ci confida Brutti "di come abbiamo giocato quest'anno, facendo
...[leggi]

PRIMA PAGINA

18/4/16
IL PUNTO SUL CAMPIONATO DI SERIE D (GIR. C e D) – 35^ GIORNATA

VINCE LA VIRTUS VECOMP (1-0) CONTRO L'UNION RIPA, VILLAFRANCA E LEGNAGO ANCORA K.O.

Si è giocata ieri la 16^ giornata di ritorno dei campionati di Serie D. Nel Girone C la Virtus Vecomp di mister Gigi Fresco incamera altri tre punti in chiave play-off battendo l'Union Ripa la Fenadora per 1 a 0. Partita che inizia con le squadre che tengono i ritmi alti alla ricerca del vantaggio con continui rovesciamenti di fronte. Madiotto e Santi sono i più attivi fra i neroverde ospiti mentre Mensah è il più pericoloso dei rossoblù. Al 36' la Virtus potrebbe sbloccare l'incontro con Mensah che si vede respingere il tiro da un difensore e successivamente la conclusione di Frinzi esce di poco a lato. Al 45' e Alba che va vicino al gol con un tiro che il numero uno neroverde Scaranto ferma con qualche difficoltà. Nel secondo tempo l'Union Ripa potrebbe passare al 2' con Madiotto che tocca di testa il cross di Salvadori senza fortuna. Pochi minuti dopo sono ancora gli ospiti a sfiorare il gol. Madiotto supera due avversari, entra in area e fa partire un gran tiro che viene deviato in angolo da un difensore con il numero uno locale Guagnetti battuto. La Virtus, scampati i pericoli, si sveglia e ricomincia a creare pericoli. Al 72' cambio in casa Virtus con mister Fresco che passa al 4-4-2 inserendo Lechthaler al posto di un evanescente Cernigoi. Proprio il nuovo entrato Lechthaler, pochi minuti dopo, pesca Mensah il quale fulmina il portiere ospite portando la Virtus sull'1 a 0. i rossoblù sembrano controllare bene la gara ma al 83' sugli sviluppi di un calcio di punizione Peotta viene affossato dall'uscita di Guagnetti e l'arbitro indica il dischetto ma poi, su indicazione del guardalinee, assegna fallo ai rossoblù per fuorigioco dell'attaccante neroverde. Due minuti dopo è Vesentini a sfiorare il gol con uno splendido tocco di tacco, sull'assist di Alba, con palla che esce a lato di un niente. Stessa sorte per il tiro di  Santuari un minuto dopo che a due passi dalla porta calcia incredibilmente fuori. Il gol di Mensah basta per la vittoria ma i rossoblu hanno sofferto troppo in una gara che si doveva chiudere prima col secondo gol. I rossoblù si mantengono al 5° posto sempre a +4 sulla Luparense, che ha battuto il Mestre 4 a 2, e domenica prossima trasferta in casa di un Giorgione alla disperata ricerca di punti salvezza.

Nel Girone D, il Villafranca di mister Giacomo Lorenzini, dopo aver perso con l'Arzignanochiampo e fra le proprie mura anche contro la Correggese, cade anche a Mezzolara per 2 a 1 dopo aver dominato per diversi tratti l'incontro. Il Mezzolara però trova il vantaggio dopo soli 10 minuti di gioco grazie ad un rigore inventato dal direttore di gara che sposta in area un fallo commesso almeno mezzo metro fuori dalla stessa. Buonaventura ringrazia e mette dentro l'1 a 0 per i locali. Il Villafranca, punto nell'orgoglio si riversa in attacco creando diverse occasioni da gol, la più clamorosa capita sui piedi di Tanaglia che s'invola da centrocampo e si presenta solo davanti al portiere locale ma calcia incredibilmente fuori. Nei minuti di recupero della prima frazione di gioco il Villafranca perviene al meritato pareggio grazie a Matei che beffa il portiere locale con un pallonetto millimetrico. Nella ripresa è sempre il Villafranca a dettare i tempi con il Mezzolara incapace di creare pericoli seri, i blaugrana di mister Lorenzini creano molto ma la più clamorosa delle occasioni da gol capita ancora a Matei che su traversone di Avanzi colpisce di testa ad un passo dalla porta avversaria ma colpisce clamorosamente l'incrocio dei pali. Il Mezzolara, scampato il pericolo, prova qualche offensiva e al 65° punisce i blaugrana con il 2 a 1 di Pescatore che mette in rete dopo il miracolo di Baciga sul gran tiro di Buonaventura. Il Villa subisce il colpo e il Mezzolara gestisce il vantaggio fino alla fine incamerando i tre punti importantissimi che li porta a +4 dalla squadra veronese. Ora domenica prossima il Villafranca giocherà in casa contro il fanalino di coda Fortis Juventus, per i blaugrana l'occasione di ritornare a fare punti salvezza quando mancano solo tre gare alla conclusione del campionato.

Sempre nel Girone D, il Legnago di mister Andrea Orecchia perde allo stadio Borelli di Correggio contro i locali della Correggese per 2 a 0. Legnago che è stato pericoloso con due sole conclusioni a rete respinte dal portiere reggiano: una capocciata di Taylor e un tiro da distanza ravvicinata di Cess. Allo scadere del primo tempo si sblocca la gara. Punizione per la Correggese per un fallo molto dubbio di Cifarelli. Batte Bacher e Bovi trova l’incornata per l'1 a 0 locale. Nella ripresa, al 17’, per un intervento in area di Martino su Varini l’arbitro concede il penalty. Dal dischetto Bertozzini batte per la seconda volta Cybulko e porta la Correggese sul 2 a 0 che chiuderà l'incontro. Adesso due partite in casa per il Legnago con Lentigione e Imolese, due parite che nel girone di andata hanno fruttato 4 punti ai biancazzurri.

La redazione di www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(1974)