ULTIMA - 24/5/19 - FABIO BRUTTI (CALDIERO): "LA ROSA NON SARA' STRAVOLTA"

Per il giovane direttore generale del Calcio Caldiero Terme, l'ex portiere Fabio Brutti, al suo 7° anno consecutivo nel direttivo team giallo-verde termale, la società del presidente Filippo Berti è in continua crescita di gioco e risultati: "Sono contentissimo" ci confida Brutti "di come abbiamo giocato quest'anno, facendo
...[leggi]

PRIMA PAGINA

25/4/16
IL PUNTO SUL CAMPIONATO DI 1^ CATEGORIA (GIR. A) – 30^ GIORNATA

MONTEBADINA GIA’ IN PROMOZIONE, AI PLAY OFF CONCORDIA-PASTRENGO E POVEGLIANO-PESCHIERA. REAL GREZZANALUGO E CASTELDAZZANO, CON L’ATLETICO VIGASIO IN 2^ CATEGORIA

30esima ed ultima giornata nel girone “A” di Prima categoria soltanto per definire le batterie delle appendici di fine stagione, sia nei play off che nei play out. A Caprino, la già ritornata in Promozione Montebaldina non va oltre il 2 a 2 contro un più famelico Peschiera di mister Roberto Sorio. All’ex centroboa di pallanuoto Michele Rigo replica il superbomber del Garda e Baldo, Emanuele Bagata; che raddoppia dal plotone di esecuzione del dischetto degli undici metri (chiudendo capocannoniere del girone con 19 reti), imitato poco dopo dall’arilicense Simone Bersani, classe 1980.
 
Montebaldina del presidente Davide Coltri guidata da mister Simone Cristofaletti, che chiude il sipario del campionato e del girone “A” di Prima categoria veronese a quota 57, mentre secondo a 53 punti è il Pgs Concordia del presidente Marco Giavoni guidato da mister Nicola Chieppe, che al "Manuel Fiorito” di borgo Milano impatta sul nulla di fatto (0 a 0) contro quel Povegliano del presidente Paolo Giusti e del diesse Flavio Dal Santo che andrà ad affrontare al 1° turno dei play off il Peschiera.

“Libellule” poveglianesi, guidate da mister, l’indio Marco Pedron in collaborazione col buttapietrese Omar Peroli, terze a 52 punti, Peschiera quarto a 50, quindi, quinto il Pastrengo a quota 49. E, i “carabinieri con gli scarpini” guidati dal trainer pastrenghese Paolone Brentegani, nella vita di tutti i giorni impresario edile, “smalta” con un ruvido 0 a 3 in casa loro (con reti di Gustavo “Edmundo” Maschi, Michele Conti e Cristian Carigi), il Casteldazzano di mister Leonardo Dolci, il quale già mentalmente si era preparato al ritorno in Seconda categoria. Gialloverdi del presidente Umberto Segattini al 1° turno play-off contro il Concordia.
 
A Bussolengo, 2 a 2, non passa il CastelnuoSandrà del trainer lupatotino Gianni Canovo. Riccardo – soltanto omonimo, ma biondo alla pari della “bandiera” della Fiorentina ai tempi di Picchio Giancarlo De Sisti, Luciano Chiarugi, ex Milan e bomber direttamente dalla bandierina del corner (alla pari del baffuto Massimo Palanca, ex Catanzaro e Napoli) di G.Carlo Galdiolo (di Villafranca Padovana, classe 1948) e Gianmaria Donisi per i rosso e verdi di mister “Ferguson” Franco Tommasi, ed Andrea Dolci e Genuario per i “castellani del basso Garda”.

La Scaligera 2003 di mister Simone Marocchio, incomprensibilmente in caduta libera nella seconda parte del girone di ritorno, zoppica anche a Fumane, dove alla fine cade per 1 a 0, con match winner per il Valpolicella di mister Luca Ponzini il giocatore ex Ambrosiana Andrea Testi, classe 1990. Rosso sventolato in faccia al valpolicellese, classe 1997, Pietro Righetti.
 
Colpaccio finale del Pedemonte del tandem tecnico Stefano Modena-Giorgia Brenzan: 0 a 2 a Trevenzuolo, in casa dell’Atletico Vigasio di mister Adelchi Malaman, il quale mestamente ridiscende le scale della Prima per ritornare in Seconda categoria,. Per i bianco-rossi pedemontani urlano “gol!” il classe 1990 Paolo Bendazzoli e il 1991 Damiano Marchesini, rosso carminio invece a “Joe” Alessandro Murazzo per gli atletici vigasiani del presidente Gianfranco Pozza. Espulso per i vigasiani Murazzo.
 
La Polisportiva Quaderni dello skipper ed arilicense Luca “Tortuga” Righetti fa proprio…Secchi (doppia per il classe 1992 Marco) i neroverdi del Real Grezzana Lugo di mister Mauro Pia, battuti per 2 a 1 (su rigore li aveva illusi il lughese Taffarel). La vittoria del Pedemonte e la contemporanea sconfitta dei neroverdi condannano il Real GrezzanaLugo alla retrocessione diretta senza passare per i play-out.
 
In riva al Mincio, la godereccia Gabetti Valeggio di mister “Lupo” Lucio Marconi spegne – 3 a 2 - gli ardori della matricola Parona di mister Flavio “baffo” Marai. L’ex quadernese Andrea Derossi per i valeggiani, poi, superati dall’uno-due bianco-verde siglato da Nicola Avesani (1995) e Nicolò Sperandio (1992), Simone “Durbans” Maffesanti ed, infine, Davide Baccoli…da seta ribaltano nuovamente il risultato a favore dei rossoblù del presidente Gianni Pasotto. Poi, il via alla Meda Fest e come premio, tutti – tra qualche giorno – a casa del marmiroloese difensore Marco Baraldi, “il pneumatico”, a smontare non le gomme invernali, ma a montare braciolette sulla griglia. Ogni promessa è un debito, o no, Marco “lo svedese volante”?

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(1976)