ULTIMA - 19/3/19 - VEDIAMO CHI RISCHIA I PLAY-OUT IN 2^ CATEGORIA ..

Girando i campi per assistere a dei recuperi di Seconda categoria ci siamo accorti che molte squadre non erano al corrente del nuovo regolamento di quest'anno per quanto riguarda i play out di questi campionati che dovranno decidere chi retrocederà al Campionato di Terza categoria 2018-2019. Abbiamo quindi interpellato il delegato della FIGC di Verona
...[leggi]

PRIMA PAGINA

25/4/16
IL PUNTO SUL CAMPIONATO DI 1^ CATEGORIA (GIR. B) – 30^ GIORNATA

VALDALPONE-CROZ ZAI E CASALEONE-ALBARONCO AI PLAY OFF. REAL SAN ZENO E SANGUINETTOVENERA SI GIOCANO LA SALVEZZA AI PLAY OUT. GIA’ PROMOSSO IL S.GIOVANNI LUPATOTO, GIA’ RETROCESSA L’A.C. SAMBONIFACESE

Già assegnata la corona di “regina” del girone “B” al San Giovanni Lupatoto di mister Marco Burato, si doveva ieri solamente definire le batterie dei play off e dei play out. Sangiovannei che perdono al “Giobatta Battistoni” per 0 a 1, dirimpetto a un A.C. Cologna Veneta ora salvo matematicamente. Decide il giallo e blu Davide Sarti, da Coriano in festa per la storica – quella di ieri – promozione in Seconda categoria. Festa in casa Sarti, anche perché lo zio Leonardo è diesse dei “granata mulinari” corianesi, mentre papà Corrado è un operoso dirigente.
 
San Giovanni Lupatoto a 58 punti, secondo il Valdalpone a 53, ieri sconfitto l’undici del soavese trainer Mirco Dalle Ave e del potente diggì, il “sovietico” (per via delle sue giacche e della bellissima compagna Larissa) nonché vicentino di Leonte di Lonigo Gionatan Pancera, a Bevilacqua (tempio delle famiglie Corestini e Coraini) dal gol stoccato da Giacomino Bissoli, classe 1987.
 
Terzo a 52 punti troviamo il Casaleone del felicissimo padre di Leonardo, il presidente Marco Faella: i “leoncini della Bassa” sbranano per 3 a 2 i “leoncini (da qui l’ etimo di Lonigo) biancazzurri leoniceni” sguinzagliati dal trainer veronese Salvatore Di Paola. Addirittura a 3 le iniziali marcature siglate dai casa leoncini, con al bersaglio il minerbese “Grattacielo” Alessandro Guerra (e sono 17), provetto ballerino di discoteca, bomber Luca Pasquali (doppia per lui, rientrato a dicembre dal Nogara e in rete già 15 volte con la maglia gialloblù). Nella ripresa, nell’ambito di 120 secondi di pazzia, i leoniceni segnano addirittura due reti, prima con Pennacchio su azione, e poi su rigore con il difensore datato 1993 Davide Martinello.
 
L’Albaronco di mister Nicola Corrent incontra il semaforo giallo all’”Antonio Perlato" di Tregnago contro i gialloblù di mister Antonio Bogoni: la gara termina sullo 0 a 0 con i locali del presidente Gabriele Rizzin salvi e gli ospiti del presidente Faustini e del vice Daniele Dall'Oca che affronteranno al primo turno dei play-off il Casaleone di mister Stefano Sacchetto.

Il Sossano Villaga Orgiano si aggiudica il derby tra vicentine, quello giocato contro il Real San Zeno di mister Mauro Crivellaro. Per i biancazzurri del coach Maurizio Segato decide il classe 1993 Alessandro Sensi. Sossanesi, matricola di Prima categoria, baricentro della graduatoria con i loro 41 punti. Real San Zeno Vicenza, che dovrà affrontare ai play out il SanguinettoVenera di mister Giuliano Spadini, ieri sconfitto per 1 a 0 dal continuo e pericoloso raldonate Francesco Tarullo. Sfortuna per quella palla impazzita come in un flipper scagliata dal sanguivenerabile Longo ad accarezzare beffardamente entrambi i pali, per poi danzare non entro la linea bianca, ma tra le braccia di Luca Bozic.

“Skizzo” Stefano Rognini (su rigore) e Nicola “Nero” Giardini portano la Croz Zai a quota 49 e a disputare il 1° turno dei play off contro la vice capolista Valdalpone Roncà. La squadra gialloblù del presidente Giampaolo Gaspari e del diesse Luca Marchesan è stata autrice di un ritorno da incorniciare, con i ragazzi di mister Matteo Meneghetti capaci di incamerare 12 punti nelle ultime 4 partite raggiungendo un obiettivo davvero insperato ad inizio stagione.
 
Si congeda con una vittoria – 3 a 2, sull’A.C. Isola Rizza di mister Christian Campagnari – l’Audace calcio del presidente, l’ex punta del Cardi Chievo, Giorgio Zambaldo. All’audacino Herber replica l’isolarizzano Badia, poi, nuovamente in vantaggio i sanmichelati di mister Matteo Biroli (che il prossimo anno non guidere più i rossoneri) con il 1993 Mattia Erbesato. Raggiunto su rigore da El Alami Afyf , ed infine superato dal rigorista freddo e spietato, il rosso-nero Filippo Bogoni.

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(1890)