ULTIMA - 24/5/19 - FABIO BRUTTI (CALDIERO): "LA ROSA NON SARA' STRAVOLTA"

Per il giovane direttore generale del Calcio Caldiero Terme, l'ex portiere Fabio Brutti, al suo 7° anno consecutivo nel direttivo team giallo-verde termale, la società del presidente Filippo Berti è in continua crescita di gioco e risultati: "Sono contentissimo" ci confida Brutti "di come abbiamo giocato quest'anno, facendo
...[leggi]

PRIMA PAGINA

25/4/16
IL PUNTO SUL CAMPIONATO DI SERIE D (GIR. C e D) – 36^ GIORNATA

LA VIRTUS VECOMP VINCE (1-3) A CASTELFRANCO, PER VILLAFRANCA E LEGNAGO DUE PAREGGI

Si è giocata ieri la 17^ giornata di ritorno dei campionati di Serie D. Nel Girone C la Virtus Vecomp di mister Gigi Fresco porta a casa altri tre punti importantissimi in chiave play-off battendo il Giorgione fra le proprie mura per 1 a 3. Partita che inizia a Castelfranco Veneto, in provincia di Treviso, con le squadre che tengono i ritmi alti alla ricerca del gol del vantaggio che trova la Virtus al 32'. Santuari dalla destra crossa perfettamente pescando al centro dell'area Vesentini che mette dentro per i veronesi ospiti. La Virtus controlla bene la gara e va negli spogliatoi con un confortante  1 a 0. Nella ripresa tutto sembra andare per il meglio, ma, al 65° minuto di gioco, i rossoblù rimangono in 10 uomini. Clamoroso errore del numero uno Guagnetti che perde palla al limite dell'area e nel tentativo di recuperarla commette fallo da ultimo uomo su Bernardelle. Il direttore di gara espelle il portiere rossoblù ed assegna la punizione dal limite che Gashi sfrutta alla perfezione insaccando l'1 a 1 per il Giorgione. La Virtus, nonostante sia in inferiorità numerica, si riporta in avanti e al 75° sono decisivi prprio i due nuovi entrati. Mensah viene affossato in area mentre cerca di ribadire in rete il cross di Peroni e l'arbitro concede il rigore che bomber Cernigoi realizza spiazzando Pazzaia per il 2 a 1 Virtus. A 5 minuti dalla fine è lo stesso Mensah a prendersi la soddisfazione del gol realizzando il definitivo 3 a 1 dei rossoblù di mister Fresco oramai quasi certi dei Play Off. I rossoblù si mantengono al 5° posto portandosi a +7 dalla Luparense che ha perso 0 a 2 ad Este, e domenica prossima penultima gara in casa contro il Dro di mister Cristian Soave che lo ha portato brillantemente in salvo.

Nel Girone D, il Villafranca di mister Giacomo Lorenzini, dopo aver perso a Mezzolara dopo aver dominato per diversi tratti l'incontro ieri non riesce ad avere ragione del fanalino di coda Fortis Juventus ma recrimina su delle decisioni della terna arbitrale alquanto dubbie. Un gol annullato a Mella, convalidato dall'arbitro ma poi annullato dal guardalinee, ed un rigore netto non concesso. Villafranca che era partito all'arrembaggio costruendo diverse occasioni da gol e trovando il meritato vantaggio al 33° con una bella azione di Matei che conclude a rete ma la palla respinta dalla difesa fiorentina arriva fra i piedi di Tanaglia che realizza l'1 a 0. Allo stadio ci si attende una ripresa tranquilla per i blaugrana e invece al 51° arriva l'errore di Baciga esce fuori dall'area e perde palla per la pressione di Rovai e calcia a porta vuota trovando l'1 a 1 che gela i blaugrana. La squadra di mister Lorenzini le prova tutte ma non passa. Al 78’ Avanzi recupera palla serve Tanaglia che crossa per Matei ben appostato sul secondo palo che insacca. Il Villafranca fa festa ma quando sta per ricominciare il gioco a centrocampo il guardalinee attira l’attenzione dell’arbitro che dopo aver parlato col suo collaboratore annulla fra lo stupore generale. All'88° i castellani reclamano un rigore per un fallo su Viviani dopo un fallo di mani dello stesso difensore fiorentino. Dopo soli 4 minuti di recupero la partita si chiude sull'1 a 1, una vera e propria beffa, se si pensa che gli agli avversari non si sono mai resi pericolosi per tutti i 90 minuti. Il Villafranca ha sprecato l'impossibile perdendo due punti importantissimi per la salvezza. Ora domenica prossima il Villafranca giocherà in casa della Clodiense, squadra che insegue i blaugrana a soli tre punti, partita decisiva in ottica salvezza a sole due gare alla conclusione del campionato.

Sempre nel Girone D, il Legnago di mister Andrea Orecchia dopo aver incassato due sconfitte consecutive, con Ribelle e Correggese, ottiene ieri un punto casalingo. Termina infatti 0 a 0 la gara fra il Legnago, già salvo matematicamente, e un Lentigione voglioso dei tre punti per mantenere il quinto posto che significherebbe giocare i play off. Nel primo tempo pericolosi gli ospiti un paio di volte, nella ripresa cresce il Legnago che però non concretizza. Non visto un rigore su Bigolin e sprecone in zona gol Adriano. Giornata da lupi nel basso veronese con raffiche di vento che disturbavano le azioni di gioco e i pochi arditi spettatori (circa 150) infreddoliti sugli spalti. Nel Legnago assenti gli squalificati Martino e Tresoldi, Zerbato infortunato, Dal Bianco e Zanetti in via di guarigione sono in tribuna. Torna in squadra capitan Friggi dopo tre turni di riposo per un acciacco ad un polpaccio. Il Legnago (solo un punto nelle ultime sei gare) ottiene un risultato positivo contro una squadra sicuramente più motivata. Adesso domenica ancora impegno in casa per il Legnago contro l'Imolese.

La redazione di www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(1978)