ULTIMA - 19/1/19 - LA VIRTUS VERONA RIABBRACCIA MASSIMO GOH N'CEDE

L'attaccante scuola Juventus classe 1999, dopo essere stato uno dei protagonisti lo scorso anno della promozione in serie C dei rossoblu di mister Gigi Fresco con 7 reti realizzate in 30 partite disputate, nella giornata di ieri ha firmato un nuovo contratto con il sodalizio rossoblu che lo legherà ai virtussini fino al 30 giugno 2020. Goh, che
...[leggi]

PRIMA PAGINA

19/9/16
IL PUNTO SUL CAMPIONATO DI 2^ CATEGORIA (GIR. A) – 2^ GIORNATA

CAVAION, CALMASINO E SAN PERETTO SEMPRE AL COMANDO, MALCESINE E VALDADIGE ANCORA ALL’INFERNO! SI RISCATTA “EL PESCA”, REAL LUGA SDENTATO, RALLENTA IL LAZISE, STUPISCE IL SAN MARCO

Sempre un trittico a guidare il vertice del girone “A” di Seconda categoria, quello composto dalla rivelazione A.C. Cavaion (ma, non era partito in quinta anche l’anno scorso?), dallo schiaccia-sassi Calmasino del tridente-squalo, quello composto da Alberto “Abba” Zanolli (doppietta, dopo il gol della 1^ giornata per la punta caprinese), da Davide “Dammi un deca” De Carli (si è ripetuto a distanza di una settimana!) e ora da Sandrini, e dall’altra bella novità, il San Peretto del diggì Nicola "Ridge" Righetti.
 
L’A.C. Cavaion stravince, 0 a 3, al “Montindon”, terreno amico della matricola Polisportiva La Vetta del presidente Dario Zampini e di mister Alessandro Saiani. Il difensore Gabriele Brentegani, l’ingegnere Juri Brognara e Stefano Coppini sono i tre precisi quanto spietati mazzieri biancoblù guidati dal riconfermato mister Moreno Battisti.
 
Il rinforzatissimo Calmasino – pure lui – va a vincere alla stessa maniera, 0 a 3, in casa dell’altra matricola l’F.C. Valdadige dello skipper Adami, a Brentino Belluno. Doppia di “Albatros” Alberto Zanolli ed acuto del nuovo acquisto Nicola Sandrini, classe 1991 giunto dalla Montebaldina, per i bianco-verdi del lago del nuovo mister Mario Marai.
 
Anche le “giubbe nere” sanperettiane adottano il modulo dei 3 gol a trasferta: 1 a 3 a Cassone, sul sintetico, campo principale del neo-riammesso in Seconda categoria Malcesine del neo-presidente Simeone “Mago” Casella. Magìe per gli alto-gardesani le fa non il bravo presidente e ristoratore, bensì la punta-elettricista tornata all’ovile, Luca Mantovani. Per i rosso-neri della frazione di Negrar di mister Cristiano Oliboni esultano Tobia “Rocco” Manfridi, Enrique Benedetti e Gianmarco Portoghese.
 
Tiene bene il Team San Lorenzo Pescantina di mister Gianluca Marastoni lontano dal suo velodromo: lo 0 a 0 conquistato a Lugagnano deve essere visto come il bicchiere mezzo pieno, visto che i rosso e neri avversari guidati quest’anno da Antonio Malizia sono tra le teste di serie del girone. Peccato che non abbiano ancora segnato un gol; anche se, per la verità, il portiere Lorenzi deve ancora raccogliere palloni terminati dietro la sua schiena!
 
Rallenta il Lazise, altra favorita alla vittoria finale, agghindatasi del maturo e forte centrale difensivo, il 37enne Diego Pasetto, ex Salionze ed ex Gabetti Valeggio. In riva al suo dorato specchio d’acqua dolce, i lacisiensi del presidente Alfredo Brunazzo non ce la fanno ad azzannare il Gargagnago del coach Gianni Pierno. Addirittura, gli azulgrana del Garda devono rincorrere con il neo-entrato Rampazzo (al posto di Paoletti) il gol inizialmente ottenuto, fabbricato da Ranghiero.
 
Stupisce il San Marco Borgo Milano della famiglia Romani: 3 a 1 a spese dei “Falchi della Lessinia” del presidente Alberto Cona. La vittoria dei rossoverdi di mister Emanuele Battocchio è frutto della doppietta di Alfonso Giardino e della benefica conclusione del neo-entrato Mazzi (al posto di Rigo). Recioto…Bertani (Davide, ex BureCorrubbio, classe 1988) all’inizio per festeggiare il vantaggio dei “falchi” guidati dal trainer croato Rino Sestan, ma ancora, a un sol punto dopo i 6 in palio.
 
Un punto finora racimolato dal BureCorrubbio, passato in estate nelle sagge mani del mister e dr Giandonato Di Marzo, ex anche del Team San Lorenzo Pescantina: ma i valpolicellesi cadono a Costermano in casa del Polisportiva A. Consolini del nuovo presidente  Ivano Giramonti. Finisce con il secco 2 a 0 e per mano dei “fucilieri” “Neddo” Sometti e De Beni.
 
Si riscatta, e in maniera vigorosa, il PescantinaSettimo del nuovo presidente Lucio Alfuso, promosso dal grado di diggì al massimo scranno: 2 a 4 al Policentro “Giampaolo Lonardi”, in casa della matricola Pieve San Floriano di mister Massimo Scarlatti. Nicolò Quarella (è figlio d’arte: il padre “Ciccio” Roberto, classe 1963, è stato Primavera dell’Hellas Verona dell’allora mister Carletto De Angelis; lo zio, invece, Tiziano, è stato attaccante anche del Pisa del primo Romeo Anconetani), e Carigi (nipote d’arte: il nonno era addetto ai fornitissimi stands gastronomici installati sul vecchio e sul nuovo “Comunale”), fanno impazzire i locali ma e bomber Stefano Ferrarese, per i rosso e blu del riconfermato skipper Francesco Marafioti, a fare la differenza calando il suo favoloso poker di reti. La “bandiera” Giovanni “Facchetti” Boscaini e il classe 1995 Samuele Gasparini, invece, per i pievani del presidente Giovanni Flora. 

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(1890)