ULTIMA - 16/1/19 - OGGI JUVENTUS E MILAN SI CONTENDONO LA SUPERCOPPA ITALIANA

Juventus e Milan, oggi alle ore 18.30 si contenderanno a Gedda, in Arabia Saudita, la Supercoppa Italiana. Sia i rossoneri che i bianconeri hanno già vinto sette volte il trofeo e stasera sperano di conquistare l'ottavo successo. I due allenatori adotteranno stasera un modulo molto offensivo con il chiaro intento di portare a
...[leggi]

PRIMA PAGINA

26/9/16
IL PUNTO SUL CAMPIONATO DI PROMOZIONE – 3^ GIORNATA

SAN MARTINO, PROVESE E POVEGLIANO NON SI STACCANO, NOGARA AVARA, CADIDAVID E LUGAGNANO SI RILANCIANO, GARDA E SONA VIAGGIANO A FORZA 3

Una domenica, la 3^ giornata di Promozione ricca di reti: infatti, non si registra alcun 0 a 0, nel girone “A”, mentre le vittorie sono ben 6 e sorridono tutte a chi scuote per ben 3 volte le reti avversarie. Continuano il loro magico, entusiastico volo il neo-retrocesso San Martino-Speme del presidente Bruno Pellizzoni e di mister Pippo Damini, dell’U.S. Provese del coach Giovanni Orfei e della entusiasmante quanto sorprendente matricola Povegliano di trainer, l’indio Marco Pedron.
 
E sono proprio le “libellule” biancazzurre a recare il secondo dispiacere stagionale all’Aurora Cavalponica di mister Roby Pienazza: per i cavalponici del terzino Simone Romellini e del bomber Gianluca Correzzola soltanto 1 punto sui 9 fino ad ora a loro disposizione. Sinceramente, troppo poco! Il gol-vittoria del sorprendente Povegliano reca la firma dell’ex bussolenghese Matteo Tezza, classe 1996.
 
Il San Martino-Speme sbanca, 0 a 3, all’”Esterino Avanzi” di borgo Roma contro i giallorossi di mister Mario Colantoni. Doppietta spianata da Francesco Tarullo, poi, ancora lui, Giacomo Boseggia, ex A.C. Oppeano, e non solo loro, sono gli artefici della vittoria esterna del bianco-azzurro-neri.
 
Più sudata, 2 a 3, l’impresa messa a segno dall’U.S. Provese di mister Giovanni Orfei: al “Giobatta Battistoni”, nei mesi in cui il mitico Gin (diminutivo di Luigino) Toniella festeggia i suoi 50 anni da allenatore (ora segue le piccole leve lupatotine), uno strepitoso Stefano Fracasso, ex Caldiero, firma l’ennesima doppietta (e sono 6 le sue reti in campionato) e dà dimostrazione, lui non certo un ciclope, di arrivare bene di testa ad incornare in rete gli assist dosatigli dal compagno di squadra Stefano Guandalini (autore della terza rete della Provese).

Per i bianco-rossi de “le boche” aveva illuso il duplice vantaggio, quello siglato da Lorenzo Donella (ex Olimpica Dossobuono) e da Strazza. Team molto rivoluzionato, quello presieduto dal più alto scranno da Daniele Perbellini, classe 1961, all’indomani della partenza di mister Marco Burato e dell’arrivo, al posto suo, dell’omologo Lucio Manganotti.
 
Nogara avara di reti e di vittorie: i “cosacchi bianco-rossi del basso Tartaro” rischiano di ricalcare in carta carbone il pessimo, disastroso avvìo dell’anno scorso, quello che costrinse la dirigenza a sostituire il giovane mister Andrea Bertelli – oggi sulla panca sustinentese – con il decano dei nostri allenatori, il dottor Claudio Sganzerla. In verità, quella volta, si trattò di ben 5 sconfitte sul 3 a 0 a danno dei nogaresi. Stasera gran Consiglio e serrato faccia a faccia tra la troika (Andrea Martini, Lorenzo Garbellini e Gianni Frignani) e il pluridecorato trainer Sganzerla.
 
Grande il restiling, all’insegna del tanto ringiovanimento, quello imboccato in estate dai bianco-rossi; ma, un solo gol solo a fronte delle 9 reti incassate preoccupano, tormentano i sonni dei dirigenti nogaresi. I quali non vogliono rivivere la passione della passata stagione. Vince, dunque, largo, il Sona, il quale sta aspettando di giorno in giorno di proclamare il nome del trainer professionista che lo dovrà guidare verso nobili rotte. Dopo le dimissioni rassegnate lunedì sera scorso da mister Lucio Beltrame, in panca ci va intanto Massimo Carli. Doppietta per i rosso e blu de “Il Magnifico” Lorenzo Meda, poi, il gioiello classe 1999 Marco Marchesini, quando il cronometro segnava già il 95° minuto. Intanto, la dirigenza nogarese si è prenotata un “sacerdote del calcio”, per ricevere mercoledì sera una taumaturgica – si spera – benedizione alla squadra…

L’A.C. Lugagnano del mister di Albarè di Costermano, l’ex Chievo Luca Mancini, conquista la seconda vittoria consecutiva stagionale, battendo al “Guglielmi” per 3 a 2 quell’Union Grezzana che il diggì Giampaolo Campedelli aveva giudicato alla vigilia formazione alquanto ostica. Triplice addirittura il vantaggio lugagnanese, in virtù delle reti realizzate da Maicol Bonetti (doppia) e del “sismatico” Tellosi (l'ex Povegliano e Garda Gezim). Per gli “oranges” di mister “Mancho” Andrea Matteoni tentano la remuntada Martino Zanella e l’ex polivirtussino Stefano Veronesi.
 
L’A.C. Garda, 4° incomodo a quota 7 punti, dietro al trittico a punteggio pieno, espugna (1 a 3) il campo dei giallorossi di Dossobuono di mister Beppe Bozzini mettendo in vetrina ancora una volta un giocatore davvero sprecato in Promozione: ossia, Cesar "Max” Pereira, autore di un’altra fantastica doppia. Lo imita, a metà, Soares, ci prova anche Bonamini, solo che la rete è quella sbagliata.
 
Il polivirtussino Callino salva il pari casalingo dei rosso e blu di mister Giuseppe D’Antonio, impegnati in borgo Venezia ad arginare le furie, la rabbia della Montebaldina Consolini dello skipper-scalatore Simone Cristofaletti. A Butucaru replica il caprinese Pachera, a Riccardo “Vitel” Tomè, il fratellino di Francesco oggi villafranchese, Enrico Callino, difensore 1993, ex CastelnuovoSandrà.

Seconda vittoria anche per l’A. C. Cadidavid del trainer originario di Marchesino Fabrizio Sona: 3 a 2 rifilato all’F.C. Valgatara del “Che Guevara dei dilettanti”, Armando Corazzoli, ex di turno nel derby delle panche. Alberto Menini, poi splendida doppia di Davide Falavigna, giovane imprenditore vigasiano, per i bianco e blu cadidavidesi del diesse Adelino Biondani; su rigore Siro Franceschetti, poi, Leonardo Aldrighetti per quelli de “El Barça della Valpolicella””.

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(2006)