ULTIMA - 23/5/19 - MISTER ANDREA CATURANO LASCIA IL GIOVANE POVEGLIANO

Dopo sei anni di stretta collaborazione, le strade del Giovane Povegliano e di Andrea Caturano, prima diesse e poi mister, si dividono, come lui stesso ci conferma: "Ci siamo lasciati con una bella stretta di mano amichevole, con decisione unanime. Ho voglia di intraprendere nuovi progetti e nuove ambizioni. Faccio un grosso in bocca al lupo
...[leggi]

PRIMA PAGINA

26/9/16
IL PUNTO SUL CAMPIONATO DI 2^ CATEGORIA (GIR. D) – 3^ GIORNATA

NON STONA IL TERZETTO DI FIATI POZZO, ATLETICO SAN VITO E BOVOLONE. STUPISCE IL “VILLA”, KILLER DELL’ASPARETTO. VIGO E “CONCA” ANCORA DA SVELARSI, CORIANO ANCORA DA BATTERE
 
Il risultato più eclatante è senz’altro la vittoria del Villabartolomea: 3 a 0 per i bianco-neri del Canal Bianco, i quali la settimana scorsa hanno subito – ma, non patito: risultato docet! – le dimissioni rassegnate dal mister cagliaritano Gigi Mura, comandante della stazione dei Carabinieri di Legnago. Sorge, a questo punto, una domanda che in tanti, tra gli addetti ai lavori si sono posti: ma, bisognava che mister Mura abbandonasse quella nave, meglio, quella ciurma tanto amata, per veder tornare a ringhiare l’undici del presidente Gabriele Zanardo?
 
Certo che anche i ragazzi hanno amato il proprio condottiero (lo dimostrano le tante telefonate di sostegno, di “non mollare, mister!” ricevute dal tecnico dimissionario e confidateci proprio dal sotto-ufficiale stesso), ma, il calcio ha subito abbracciato, baciato alla pri del jolly che spunta dal mazzo delle carte in tuo possesso mister Serafìn, il successore al volante del Villa di mister Giggi "Riva" Mura. Altro quesito? Ma, dov’era ieri l’Asparetto CereaSud degli indiscutibili Gianello, Tondello, Gazzieri e Pasotto? Mica si sono presentati al nuovo campionato in tuta da passeggio, da bravi escursionisti del Torneo? Per i bianco-neri del – si spera – nuovo corso hanno urlato “gol!” – senza fare le prove dell’ugola neanche loro la sera prima! – Marco Zanardo, doppia, e Stefano Buosi, costui su rigore.
 
Capitola anche il Gips Salizzole di mister Adriano Rossignoli: 0 a 2, ma oggi giorno perdere, anche se in casa propria, contro un lanciatissimo Atletico San Vito (che ha invertito la rotta intrapresa in queste ultime due annate) non è proprio una maledizione! Per l’undici guidato dal riconfermato cuoco non operante, nonché mister Gianluca Corso, ha segnato il solo Andrea "Lavezzi" Marconcini: una doppietta per l’ex di turno!
 
Procede come una saetta la marcia del “vecio” Bovolone di mister Devis Padovani. Che fa suo l’intero bottino, 1 a 3, al “Davi” di Sustinenza, inacidendo le tartine e gli spritz serviti con amore e perizia al centrale Bar Jolly da Paolo e da Paola, sempre in felliniana ed intrigante versione-abiti alla mitica Gradisca. Fa ancora – ma anche più avanti in questo equilibratissimo campionato – la differenza, con una delle tante e future doppiette, l’albanese Ardjan Shkrepa. Completa il tabellino dei marcatori, su rigore, il neo-entrato Damiano Grezzan. Per i “celeste” del trainer nogarese Andrea Bertelli esulta Ambrosi.
 
Zoppica, eccome se zoppica, il GSP Vigo, anche lui partito non certo per fare il turista alla ricerca di svernare tra le dolci pianure e le splendide pievi della Bassa veronese. Ieri, 2 a 2 in casa della matricola Casteldazzano di mister Dall’Oglio, con gol in apertura di “CR8”, al secolo il bovolonese Luca Cecilly caffè”, fierezza del padre e primo tifoso Flavio (dicono un gran maestro risottaro; ma, vi sapremo dire circa il suo talento!), poi, a firma di Marco Rigobello. Che chiude i titoli di coda per i ragazzi di mister Gustavo Passera. Per i castellani del presidente Giacomo Tabarrini, doppietta di Alex Gobbi, classe 1990 ex Cadidavid. Non nuovo a simili rintocchi soavi e vincenti.
 
Al “Nicola Pasetto”, altra “perla” pozzana che va ad aggiungersi alla bella collana di 3 vittorie su 3 fino ad ora conquistate dai rosso e blu di mister Giuliano Andreoli: 2 a 0 ai danni dell’A.C. Raldon, con reti a firma di Federico Passaia e del talentuoso mancino ex virtussino, Gigi Onofrio, per la gioia del presidente rossoblù Roberto Praga.
 
Non decolla l’airone concamarisano che mercoledì, in Coppa Veneto, batte, certo, i Boys Gazzo per 1 a 3 che si ritrova, ieri pomeriggio, a riaffrontarlo in campionato, ma, le ripetizioni – che fan parte delle leggi del calcio che il futuro avvocato, sulle orme del padre, Francesco Cantiero, dovrà sapere – danneggiano chi prima l’aveva spuntata. Certo, non cade mica il morto in casa del “Conca”: ma, scaturisce un pari, 2 a 2, che il volto avvilito a fine gara incrociato nei giocatori rosso-neri la dice lunga sulla difficoltà di spiegare ai propri dirigenti, mister Giuseppe Brunelli compreso, se “El Conca”, neo-ammesso in Seconda categoria, quest’anno saprà o di carne o di pesce.

Doppia, intanto, di Matteo Bedoni, che segna anche per “Zivì” Boniek Ziviani, doppia anche per il forte nigeriano Austin. Bravo anche non solo nel leggere la via del gol, ma anche in gusto di belle femmine! Difesa concamarisana colpita da tanti cartellini gialli: che non sono, fortuna loro, comminati dai “giallini”, ossia dagli accertatori di soste di automobili che imperversano e minacciano il lieto vivere dei cittadini veronesi e non. Laonde per cui, difesa tutta da inventare quella che appartiene al tema del tabacchicoltore di Aselogna di Cerea, e prossimo viticoltore, l’appena 26enne Alberto Zago.
 
L’ASD Coriano, bella e ringiovanita matricola, difende con il coltello tra i denti il record di imbattibilità, intanto. Ed esce indenne, 2 a 2, dalla trasferta dell’”Umberto Capone”, casa anche del Real Vigasio (oltre che per il Vigasio di Serie D) plasmato in estate dal nuovo diesse Claudio Patuzzi; che ha lasciato dopo splendidi anni Isola della Scala. Doppietta, anche su rigore, per Denis Veronese per i real-vigasiani di mister Luca Bortoletto, ancora la premiata ditta del gol formata da Marco Covassìn e dal bomber rumeno Flavio Curseu per i “granata mulinari” di un altro trainer cagliaritano, Manuel Cuccu.
 
Il Cadeglioppi è sempre più “Piccolo Chievo della Bassa veronese”: supera (2 a 1) una squadra al momento in forma, qual è l’Albaredo del presidente Daniele Piasere e del nuovo trainer Gianmatteo Malagnini, l’ex di turno. Fa tutto il Cà degli Oppi: reti ed autorete, come vedremo appena qui sotto. Il classe 1991 Michele Pimazzoni e Sebastiano Barini per i cadeglioppini del presidente Maurizio Marchiotto; autorete del portiere Mauro Gazziero per la gioia, effimera, degli albaretani d’Adige del diesse Denis Murari.

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(1994)