ULTIMA - 23/3/19 - MICHAEL DE SANTIS (ROSEGAFERRO) CREDE NELLA SALVEZZA

Domani si gioca al 26^ giornata dei campionati dilettantistici veronesi dove comincia ad infiammarsi la lotta per il titolo e per non retrocedere. In Seconda categoria quest'anno retrocederanno solo due squadre per girone quindi i play-out vedranno impegnate solo la 14^ e 15^ squadra classificata, da questo scontro uscirà la squadra che sarà
...[leggi]

PRIMA PAGINA

3/10/16
IL PUNTO SUL CAMPIONATO DI PROMOZIONE – 4^ GIORNATA

IL SAN MARTINO VOLA CON I “GEMELLI DEL GOL” IRPRATI, MA NON LO MOLLANO PROVESE E POVEGLIANO. ROCAMBOLESCO 3 A 4 DEL S.GIOVANNI LUPATOTO A VALGATARA, GARDA SEMPRE A FORZA 3, RALLENTANO SONA E AURORA CAVALPONICA
 
La sfida da ex se l’aggiudica in primis mister Pippo Damini. Il quale a Lugagnano aveva svolto due anni stupendi. In riva al Fibbio, ieri pomeriggio, la sua nuova squadra – il San Martino-Speme – ha ragione – 2 a 1 – dell’A.C. Lugagnano affidato a mister Luca Mancini da Albarè di Costermano, oggi edicolante, ieri ex Chievo, con qualche gettone di presenza nei “giallo e blu della diga”. E’ l’”Irprati Day”, in quanto la vittoria è sotto il segno dei gemelli Irprati, Matteo e Marco. In mezzo al loro gaudioso coretto c’è l’acuto di Maicol Bonetti da Mozzecane, ma non basta a fermare l’avanzata degli ancora co-capolisti del girone “A” di Promozione.
 
Infatti, a punteggio pieno, troviamo anche l’U.S. Provese e il sempre più sorprendente Povegliano, splendida matricola di questo girone. I rosso e neri della frazione sambonifacese superano, 2 a 0, in casa loro nel posticipo serale la Polisportiva Virtus di mister Giuseppe D’Antonio. La premiata ditta del gol, la Stefano Guandalini (su rigore) e Stefano Fracasso non si smentisce e regala i tre punti ai rossoneri del patron Gianfranco Chilese.
 
Il Povegliano rifila uno stordente 3 a 0 al Nogara e fa letteralmente traballare, ora, la panca su cui si è seduto non ancora da un anno esatto mister Claudio Sganzerla. “Cosacchi del basso Tartaro” gelidamente ultimi a quota zero, con un passivo piuttosto pesante: quello di una media di 3 reti a giornata. L’anno scorso, il suo collega Andrea Bertelli aveva incassato ben 5 sconfitte consecutive prima di essere sollevato dall'incarico. Su questo sottile, esile filo si aggrappa la speranza di conservare il posto il pluridecorato trainer Sganzerla. Questa notte, intanto, si radunerà il Consiglio Direttivo, il “Cremlino” nogarese, e solo a notte fonda si saprà il destino del mister bianco-rosso. E, il calendario non è assolutamente favorevole al Nogara, in quanto domenica prossima arriverà la Provese e poi si viaggerà a Garda, gulp!
 
Non sono serviti i riti scaramantici, cui è dovuta ricorrere la società: né quello della benedizione “urbi et orbi” impartita dal dirigente e commercialista governolese Gianni Frignani, né il suo recarsi in bici al Santuario delle Grazie a Curtatone, dove il Frignani ha deposto un cero grande come un grattacielo, pur che la sinfonia cambiasse. Per le “libellule” gioiosamente in volo di mister Marco Pedron hanno segnato l’albanese Dritan Gordi (doppietta per l'ex Gabetti Valeggio) e Ronca.
 
L’A.C. Garda continua a veleggiare a forza di 3 reti a partita e senza aver collezionato, fino ad ora, un solo pareggio. Ieri, per la ciurma guidata da mister Matteo Fattori, un 3 a 1 rifilato all’Alba Borgo Roma di mister “Mou” Mario Colantoni, allenatore dall’ottimo carisma, che sa dare una buona idea di gioco ai suoi ragazzi, ma che sta raccogliendo fin qui molto poco. Per i rosso e blu gardesani - tutto in rimonta dopo il gol giallo-rosso segnato da Rebbas – esultano i “samurai” Babantube e Mohamed Sesay, doppietta per costui.
 
Rocambolesco 3 a 4 in F.C. Valgatara-S.Giovanni Lupatoto; per i lupatotini sguinzagliati da mister Lucio Manganotti doppia di Nicola Avesani, poi, acuti di Yao Doria (ex A.C. Garda) e Mussola. Per “el Barça della Valpolicella” del presidente Paolo Megarese e di trainer Armando Corazzoli, invece, la cacciano dentro Filipovic, Braz e Siro Franceschetti.
 
Pioggia di gol nel 3 a 3 giocato sul sintetico di Grezzana, tra gli “oranges” di mister “Mancho” Andrea Matteoni e l’Aurora Cavalponica dello skipper Roby Pienazza. In settimana, abbiamo raggiunto al cellulare “Rommel” Simone Romellini, il quale ci ha detto che i cavalponici sono in credito con la fortuna quanto a bel gioco svolto ed occasioni di gioco non andate in porto. Strepitosa la “remuntada” dei cavalponici, sotto di 3 reti, dati gli hurrà cacciati dai loro petti più o meno tatuati da Martino Zanella, da Marco Castelli (su rigore) e da J. Abedi. Poi, l’immenso Alessandro “Bugatti” Borgatti e una doppia di Andrea El Principe” Mileto hanno permesso ai ragazzi di San Gregorio di Veronella di non vedere più compromessa una domenica che aveva proprio del bestiale!
 
Spettacolare 2 a 2 tra il Sona, sempre in attesa della fumata del prossimo allenatore dai trionfi semi-professionistici, e l’A.C. Cadidavid di mister Fabrizio Sona, ex di turno. Intanto, i rosso e blu sonesi vengono portati avanti non dall’ultimo in fatto di esperienza, ma da uno tra i primi in fatto di esperienza calcistica: precisamente, da Massimo Carli, 40enne allenatore che da una vita si dedica al calcio e quasi metà a sfornare giovani talenti. Alla doppia di Paolo Pianezzola, classe 1990, per i bianco e blu cadidavidesi, risponde la doppietta di Lorenzo “Il Magnifico” Meda per il Sona del diesse isolano Francesco Boniardi, ex SanguinettoVenera, detto il “Moggi del Menago”.

Si accontentano del punticino che di solito mai scontenta i suoi beneficiari Montebaldina ed Olimpica Dossobuono. La sfida termina sull’1 a 1, con botta di Omar Antolini per i gialloblu locali di mister Simone Cristofaletti e risposta di pari eco ed intensità da parte di Kassum Papa (costui, il giallo-rosso dossobuonese di mister Beppe Bozzini, direttamente dal plotone di esecuzione degli 11 metri). Ospiti del presidente Rinaldo Campostrini che galleggiano da soli a 4 punti a metà classifica.

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(2056)