ULTIMA - 22/1/19 - OGGI VIRTUS VERONA-PORDENONE, LE PAROLE DI MISTER GIGI FRESCO

Il Pordenone dopo il Monza. Calendario beffardo per la Virtus Verona che tre giorni dopo il match del Brianteo incrocia le armi della capolista del girone, reduce da dieci risultati utili consecutivi (oggi, fischio d'inizio ore 18.30). Ecco le parole del presidente allenatore rossoblu Luigi Fresco rilasciate ieri alla vigilia della partita: "A
...[leggi]

PRIMA PAGINA

10/10/16
IL PUNTO SUL CAMPIONATO DI ECCELLENZA – 5^ GIORNATA

BELFIORESE SCATENATA, SUPERA ANCHE IL TEAM, “AMBRO” E CEREA INCORNANO LA 3^ VITTORIA STAGIONALE. SI RIALZA IL “VILLA”, L’OPPEANO PIOVE NEL SACCO, IL CALDIERO SCIVOLA AL “BERTI”

Davvero strabiliante la matricola Belfiorese: ieri i biancazzurri del coach sambonifacese Flavio Carnovelli infilzano la 5^ vittoria consecutiva della stagione e continuano a guidare, imperterriti, a punteggio pieno il girone “A” di Eccellenza veneta.

Faticoso, 2 a 1, il successo di ieri a spese del buon Team Santa Lucia Golosine di mister Michele Cherobin; addirittura i ragazzi del presidente Mosele vanno sotto quando il rionale Andrea Mantovanelli supera l’omonimo nonché estremo difensore Nicola Mantovanelli. Poi, la reazione belfiorese si materializza con il pari griffato dall’ex virtussino Michele Vesentini e bisogna attendere fino al 93’ per assistere all’urlo cacciato da Babacar Gueye.
 
Secondo in classifica il Pozzonovo di mister Massimiliano Sabbadin: ieri 3 a 0 dei patavini ai danni della Thermal Teolo dell’omologo Riccardo Caporello. Boudraa, Sabbion e Loris Giordani sono i marcatori dell’attuale vice-regina del raggruppamento “B”. Ad 11 punti la coppia Cerea-Ambrosiana: il “Piccolo Toro” di mister Emanuele Pennacchioni , l’abbiamo già fatto, nell’anticipo di sabato al “Pelaloca”, supera, 1 a 0, la Clodiense di mister De Mozzi grazie alla trasformazione del rigore da parte di bomber Franco “Balla con i lupi” Ballarini. Una promessa, quella della vittoria contro una delle papabili al titolo, il team lagunare, mantenuta da Mattia Barnaba, da noi stessi avvicinato – assieme a Pennacchioni – il venerdì sera: “Stiamo andando bene, manteniamoci su questa scia!”: questo in sintesi il Barnaba-pensiero.
 
L’Ambrosiana di trainer Tommaso Chiecchi, cui il presidente ambrogino Gian Luigi Pietropoli ha battuto le mani domenica scorsa per aver tatticamente e materialmente battuto la Clodiense, si riprete andando a fare la voce grossa a Bardolino contro i gialloblù di mister Beppe Brentegani: nello 0 a 3 esteno, i frombolieri rossoneri sono Nicolò Pangrazio, Riccardinho Testi, classe 1995, e l’ex Caldiero “Pinturicchio” Luca Avesani. Costui, su rigore.
 
Al “Berti” il Caldiero è campione in fatto di beneficenza – vedi amichevole di mercoledì pomeriggio, contro il Chievo, con incasso tutto a favore di chi soffre -, ma, non si ripete contro i vicentini del Cartigliano. Tra le cui fila si esalta il nipote di Roby Baggio, Nicola Baggio. I “termali” reagiscono più volte ed è “Il Conte” Giovanni Guccione il più pericoloso; ma, per l’estremo Bortignon la saracinesca è abbassata fino a tarda sera.

“Piove”… anzi grandina in casa dell’A.C. Oppeano del mister polesano Mariano Canola: lo 0 a 4 patito dalla Piovese di mister Perrone mortifica non poco gli attoniti, silenziosi, quasi choccati giocatori bianco-rossi da noi incrociati a fine gara. Ma, per Andrea Cortese, prossimo all’alloro in Chimica a Ferrara, e all’esterno alto d’attacco, il 1995 ostigliese Alberto Formigoni, ex Dak Ostiglia, il passivo è indigesto come la tassa sui rifiuti o l’Imu. Per i padovani segnano Correzzola, Morandi, Deinite e Lombardo.
 
Si rialza in piedi il Villafranca del diggì Mauro Cannoletta e del “sergente dei fantamarò” mister Gigi Possente: prezioso lo 0 a 1 ottenuto ieri a Loreo, nella ventosa cittadina del Rodigino. Mattatore dei blaugrana è Marangi-o io, sennò chi altro la caccia dentro! I tre punti proiettano i castellani del presidente Mirko Cordioli da soli a metà classifica con 6 punti.
 
Nel derby tutto vicentino, quello tra l’EuroMarosticense di mister Belardinelli e il Leodari, scacco matto lo fa la formazione ospite granata presieduta dal più alto scranno da Giorgio Oselladore ed allenata da Filippo Lelj. Finisce 2 a 3 con le reti di Bressan, Sgrigna ed ancora l'ex Hellas Alessandro Sgrigna per i granata, il classe 1997 Daniele Farronato e il classe 1995 Nicola Topparelli, invece, per i “rosso-neri degli scacchi”.

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(1470)