ULTIMA - 16/1/19 - OGGI JUVENTUS E MILAN SI CONTENDONO LA SUPERCOPPA ITALIANA

Juventus e Milan, oggi alle ore 18.30 si contenderanno a Gedda, in Arabia Saudita, la Supercoppa Italiana. Sia i rossoneri che i bianconeri hanno già vinto sette volte il trofeo e stasera sperano di conquistare l'ottavo successo. I due allenatori adotteranno stasera un modulo molto offensivo con il chiaro intento di portare a
...[leggi]

PRIMA PAGINA

10/10/16
IL PUNTO SUL CAMPIONATO DI PROMOZIONE – 5^ GIORNATA

PROVESE E POVEGLIANO ABBRACCIATI A PUNTEGGIO PIENO, PARI PER IL DEBUTTO DI MISTER BREVE AL SONA, IL GREZZANA ESPUGNA DOSSOBUONO, MAROCCHIO NON FA SORRIDERE IL NOGARA, SONA SI’ IL CADIDAVID

La corrazzata dell'U.S. Provese di patron Gianfranco Chilese passa anche in riva al basso Tartaro, all’atezza di Nogara. I “cosacchi bianco-rossi” del presidente Andrea Martini cambiano direttore d’orchestra, ma lo spartito è sempre lo stesso, con le tre dolenti note. 5^ sconfitta consecutiva per i nogaresi, identico passivo patito lo scorso anno, quando la “troika” del Politburò, Andrea Martini-Lorenzo Garbellini-Gianni Frignani, fu costretta a chiamare al capezzale nogarese mister Claudio Sganzerla al posto di Andrea Bertelli, oggi sulla panca sustinentese. Ma, l’arrivo del trainer raldonate Simone Marocchio non ha sortito l’effetto psicologico sperato: e, domenica prossima si va a Garda, mica a Gardaland, eh! Per i potenti rosso e neri hanno segnato Andrea Peroni, Stefano Guandalini e Tecchio.
 
La Provese del coach Giovanni Orfei sale a quota 15 punti sui 15 a disposizione, appaiata dallo straordinario Povegliano, matricola di questo storico campionato. Le “libellule” dell’indio mister, Marco Pedron, si affermano, per 0 a 1, anche al “Guglielmi” di Lugagnano. E’ ancora l’albanese Dritan Gordi a decidere a chi l’intera posta deve essere consegnata. Altro gol dell’ex punta di Sona e Gabetti Valeggio, cresciuto di valore e di categorie.
 
Il San Martino-Speme dei “gemelli del gol”, i fratelli Irprati, in riva al suo Fibbio non riesce a ripetersi perchè di fronte c’era ieri una volitiva Pol. Virtus di mister Beppe D’Antonio, e negli scarpini san martinesi anche un mirino non proprio ad altissima precisione. La pugna termina sul nulla di fatto e i bianco-azzurro-neri sono ora terzi a -2 dalla coppia capolista.
 
L’esordio di Carlo Breve, il 47enne mister catanese che ha vissuto trionfi in sella a destrieri siciliani semi-professionistici, non viene irrorato dalla vittoria. Ed allora il Sona è costretto ad accontentarsi della divisione della posta in palio (1-1) con l’F.C. Valgatara del presidente Paolo Megarese e del “Che Guevara dei dilettanti”, mister Armando Corazzoli. Su rigore aveva illuso Lorenzo “Il Magnifico” Meda, perché era il “cosacco” del “Barça della Valpolicella” Goran Ivanov a negargli la soddisfazione dei 3 punti conquistati dal dischetto.
 
Al “Giobatta Battistoni”, mentre si pensa di festeggiare in grande i 50 anni di mister di Luigino, per tutti “Gin”, Toniella, i bianco-rossi lupacchiotti sguinzagliati dal falconiere Lucio Manganotti mettono la museruola, 3 a 3, al lanciatissimo A.C. Garda dello skipper Matteo Fattori. Nel ricco carnet dei marcatori, si individuano i gardesani Cesar Pereira (doppietta, anche su rigore) e Dos Santos. Per i “lupetti” del presidente Daniele Perbellini (e del suo splendido pastore tedesco Argo) segnano Nicola “tortellino” Avesani, Garzetta…”dello Sport” e il “samurai” Yao. Ex A.C. Garda, il “Pogba dei dilettanti”,Yao Doria, appunto.
 
Un’unghiata di bomber Andrea Castelli consente agli “oranges” dell'Union Grezzana di far propria, 0 a 1, la trasferta di Dossobuono in casa dell'Olimpica di mister Beppe Bozzini e di perfezionare l’operazione-aggancio ai giallorossi del presidente Rinaldo Campostrini a quota 4 punti in classifica, appena sopra alla zona calda.
 
L’A.C. Cadidavid di mister Fabrizio Sona da Marchesino si guadagna un bel 10 in pagella, pardon, in classifica, vincendo in casa sua a scapito della matricola Montebaldinaconsolini, guidata dal trainer caprinese Simone Cristofaletti. Ed è ancora il “bell’Alberto” Menini a imboccare il Corso della Vittoria per i bianco e blu del diesse Adelino Biondani. Grande amico del “Gin” Toniella.
 
Non spunta né l’Alba Borgo Roma di mister “Mou” Mario Colantoni né l’Aurora Cavalponica nella gara ieri svoltasi all’”Esterino Avanzi” di borgo Roma.  Verso la mezz’ora del primo round, i cavalponici perdono – per rosso diretto – il loro numero 11 Campesato e il team guidato dal mister-corniciaio di Porto San Pancrazio, Roby Pienazza gioca con un canino in meno. Aurora in ritardo nel suo atteso splendore, a quota 3, Alba invece molto tiepida in quanto a soli 2 punti dopo 5 gare, identico punteggio dell’F.C. Valgatara.

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(1948)