ULTIMA - 19/1/19 - LA VIRTUS VERONA RIABBRACCIA MASSIMO GOH N'CEDE

L'attaccante scuola Juventus classe 1999, dopo essere stato uno dei protagonisti lo scorso anno della promozione in serie C dei rossoblu di mister Gigi Fresco con 7 reti realizzate in 30 partite disputate, nella giornata di ieri ha firmato un nuovo contratto con il sodalizio rossoblu che lo legherà ai virtussini fino al 30 giugno 2020. Goh, che
...[leggi]

PRIMA PAGINA

24/10/16
IL PUNTO SUL CAMPIONATO DI 2^ CATEGORIA (GIR. D) – 7^ GIORNATA

ZANINI-GOL SALVA IL PRIMATO BOVOLONESE AL 98°! INCREDIBILE “VILLA”, MANNA PER BOYS GAZZO E “CONCA”, CADEGLIOPPI “CORSARO”, ALBAREDO SENZA FRENI ALLA VITTORIA. BRUSCA FRENATA DELL’ATLETICO S.VITO A RALDON
 
Gli anni giusti hanno dei segni: quello di ieri potrebbe essere uno di questi – anche se il campionato è ancora eternamente lungo – per l’ACD Bovolone di mister Devis Padovani (il padre Valentino ieri era a Sustinenza) e del fido collaboratore di panca, Aldo Falchetto. I “mobilieri” vincono al “Nicola Pasetto”, dopo che il’incolore punteggio era rimasto in ghiacciaia a lungo e pareva restarci per sempre. Invece, toh, un guizzo del giovane guitto, l’ex nogarese Denis Zanini (1996) ha acceso di luci la ribalta pozzana e come un autentico colpo di fulmine e di teatro ha bruciato le resistenze e le speranze dei rosso e blu di casa del presidente Roberto Praga e di mister Giuliano Andreoli.
 
Bovolone sempre al comando a quota 18 carati, lasciandosi alle spalle e a 14 punti il Pozzo e quell’Asparetto Cerea di mister Pippo Crivellente, che, dopo aver espugnato sette giorni pria il “Roberto Bortolotto” di Concamarise, ieri ha superato per 1 a 0, con l’identico punteggio, l’irriconoscibile GSP Vigo 1944 consegnato nelle mani esperte di Luciano Malaman. Ancora un graffio letale, mortale e fatale di Manuel Vicentini azzanna la preda di turno.
 
Ma, è l’Albaredo (4° ex aequo col più gettonato Atletico San Vito di Cerea, a 13 punti) a stupire gli addetti ai lavori di questo girone “D” della Bassa: per anni, i biancazzurri del Basso Adige del presidente Daniele, ma, “per cortesia, mi faccia un bel”…Piasere si sono dimenati nelle sabbie mobili della classifica, riuscendo ogni volta a salvarsi dal naufragio (del resto, Albaredo è stato un importante porto fluviale verso Chioggia Sottomarina fino all’ultimo barcone scorto fino a metà del 900). Gli albaretani di mister Gian Matteo Malagnini hanno letteralmente cambiato pelle e direzione: ed alè, 0 a 1 ieri in casa della nobile e ben laccata (dal suo presidente, mastro Leonello Migliorini) Gips Salizzole. Mattatore è stato l'ex Albaronco Dorjan Molla…non la preda, eh!
 
L’Atletico San Vito Cerea cade in casa dell’A.C. Raldon di mister Silvio Donadello, per 1 a 0. E’ del 1994 Simone Garofolo, sì, ancora lui, il gol-vittoria, uno di quelli che fanno meditare il trainer di fede helladina Gianluca Corso, il quale vorrebbe impiegare per tutti i 90 minuti, e non a rate, la sua punta di diamante Andrea Pesarìn, cuoco alla Carlo Cracco (il suo piatto forte è lasagne al sugo di lepri cacciate da lui stesso nell’Oppeanese) ed isolarizzano doc.
 
Il Villabrtolomea non lo tiene più nessuno: l’avvento dell’ex controfigura di “Pablito” Rossi al L.R.Vicenza, bomber – ed oggi mister dei bianco-neri dell’estremo Adige – Giovanni Ziviani, classe 1958, continuano a mietere, come il grano, punti su punti e vittorie su vittorie. Ieri, alla Villa, 2 a 1 a spese dell’A.S.D. Coriano, matricola coraggiosa quanto volitiva e ben guidata dal trainer, il “cagliaritano” Manuel Cuccu da Roveredo di Guà e di là…
Lorenzo “baffetti alla Freddy Mercury” Pasquin, e l’immenso Tosato per i bianco e neri del Villa. Su rigore Marco Covassin aveva illuso i “granata mulinari” corianesi.
 
Primi 3 punti, e colti in trasferta, al “Davì” di Sustinenza, per i “tartari del Concamarise” del traghettatore trainer Remì Bresciani: 0 a 1 per i rosso e neri di “Caino” Mantovani, e record negativo di 4 gare senza un gol per l’ex Legnago e Nogara Matteo Bedoni. Porta bene la copertina fatta indossare allo splendido esempio di spinoncino bianco, di nome Enea, e di proprietà di Simone Gasparini, ultimo arrivato in casa del Conca. Anche il cane deve aver gioito quando ha visto la punizione calciata da Elia Soffiati superare l’estremo dei “Celeste della Bassa”, Bissoli.
 
Comunque, un “Susti” di mister Andrea Bertellli ancora vivo, tutt’altro che rassegnato, con un Andrea “Cardellini” Garbellini che, a nostro modesto, avviso doveva essere tolto dal serraglio della panca dove scalpitava e lanciato in mischia già sullo 0 a 1 maturato alla mezz’ora del primo round, per poter essere più a lungo utile ai compagni (la sfera gli ha accarezzato la fronte a 2 minuti al termine, quando la palla chiedeva solo una spinta minimale per poter uccellare il “dai, raga!” Ermanno Beraldo da Valmorsel. Mister Andrea Bertelli arriva alla sconfitta numero 5, ma, ripetiamo la squadra c’è, il gioco anche; mancano solo i punti.
 
Se i concamarisani, attorniati dalle loro belle pupe, non piangono, di certo, non si disperano i Boys Gazzo di mister Matteo Gobbetti: 2 a 3 per i maccacaresi a Castel d’Azzano, con sull’altare degli dei del gol Thomas “El Principe” Soragni, Isacco Cappellaro e il neo-entrato Mattia Nali. Benvenuti e Gobbi hanno illuso i castellani, ora ultimi assoluti a quota 1 punto e in picchiata già dall’anno scorso.
 
Una tripletta di Omar “Sivori” Andreoli mette in ginocchio – 1 a 3 – il Real Vigasio di mister Luca Bortoletto. E’ una trasferta molto fruttuosa quella cadeglioppina, con una squadra, quella di mister Daniele Dalla Vecchia, che gode della serenità dell’ambiente, della piazza garantita dal presidente Maurizio Marchiotto e soci. Il solo Lardiello segna per i realvigasiani di mister Bortoletto che viaggiano a corrente alternata.
 
Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(1471)