ULTIMA - 21/3/19 - SEMIFINALI DI COPPA VERONA: SAVAL "CORSARO" A GAZZOLO

Ieri sera si sono giocate le partite di andata delle semifinali della Coppa Verona 2018-19 che mette in palio, oltre al prestigioso trofeo, anche un posto nel prossimo campionato di Seconda categoria 2019-2020. Sfortunata la gara per il Gazzolo 2014 del presidente Paolo Valle che alla fine ha perso 1 a 2 in casa contro il bravo e fortunato Saval Maddalena
...[leggi]

PRIMA PAGINA

9/1/17
IL PUNTO SUL CAMPIONATO DI 1^ CATEGORIA (GIR. B) – 16^ GIORNATA

TREGNAGO ED ALBARONCO AL RALLENTY, NE APPROFITTA IL VALDALPONE, ORA A -4 DAI GIALLO E BLU DI MISTER BOGONI. SQUILLANTE COLPACCIO DEI SANGUIVENERABILI A SOSSANO (1-5), COLOGNA VENETA E CASALEONE INIZIANO SOTTO LA MIGLIORE STELLA IL 2017
 
Il pari esterno di 0 a 0 dell’A.C. Tregnago di mister Antonio Bogoni strappato dal “fortino” delle Alte Ceccato e il contemporaneo 2 a 2 dell’Albaronco (clamorosissimo, ci hanno riferito, un gol grande come una casa sbagliato dall’asso di Perzacco, al secolo Alessio Soave) in quel di San Giovanni Ilarione, consentono all’S.S.D. Valdalpone di mister, il ferrarese (nonché interista) Totò Mantovani di fare un bel passo in avanti in graduatoria, rosicchiando un paio di punti alle due compagini che hanno rallentato il passo ieri pomeriggio.

Più pericoloso il Tregnago, con la difesa dei vicentini in continua ansia di mantenere “immacolato” il risultato, più sprecone l’Albaronco di mister Davide “mi te…” Mazzo nella non certo facile (né riscaldata) trasferta di San Giovanni Ilarione. In alternanza la successione delle 4 reti: dall’albaronchesano Christan Urbani (ex Altovicentino, classe ’97, ottimo giocatore!) a Mattia Marcazzan, e da bomber Alessandro Bottaro (ex Chiampo) per i sangiovannei di trainer Omar Lovato, al rigore (molto contestato da chi l’ha dovuto subire) realizzato da Alessio Soave, il “talebano” (per via della barba!).

A Montecchia di Crosara, nel frattempo, si è dovuto attendere fino all’ingresso dell’ex “airone” sambonifacese Giovanni Scalzotto (classe ’96) e fino alla zona Stock 84’, per assistere alla vittoria dei monscledensi del presidente e commercialista Emilio Cavazza, ieri in piumino color blu cobalto e generoso in fatto di offerta di birre, a fine gara, ai suoi ragazzi, capitanati dal “sindacalista” Caslav Jovic, futuro psicologo serbo, dal “Braggio…armato” dei montecchiesi, il soavese Federico Braggio (ottima la sua prova!), compagno di merenda dell’ex chierichetto altrettanto soavese, Matteo Ballarotto, con ancora in testa gli algoritmi e i logaritmi di futuro laureato in Informatica (a Verona, zona borgo Roma) al posto della famosa diagonale.

Buona anche la prestazione di bomber Emilio “Eliseo” Brunazzi, dalla splendida e riuscita pittoricamente gheisa tatuata sul suo abbronzato dorso e la rivelazione che a iniziarlo al tattoo è stato il tronista, nonché ex centrale zeviano Manuel Vallicella. Da una parte, la gioia che sprizzava perfino dalle elegantissime e all’ultima moda scarpette griffate Gucci (complimenti per l’eleganza pedatoria) del diggì monsclendese, il vicentino e appena reduce dalla sfarzosa  Mosca, Gionatan Pancera, dall’altra il silenzio assordante degli isolarizzani di mister Stefano Sacchetto. Con il capitano e bomber, il mite quanto forte, Massimo Mantovani, non troppo servito in fase di finalizzazione, e, quindi, incapace di pungere l’estremo difensore del Valdalpone, quel Marco Fracasso, classe ’92,  ex a lungo in forza al mitico Lonigo.

Si è subito rotto “Varenne” Giovanni Lorenzi, ma,  al posto suo ci ha pensato a risolvere i giochi il compaesano (di San Gregorio di Veronella), appunto, il già citato Giovanni (anche lui; e alto più di 190 cm, pure lui!) Scalzotto, una via di mezzo tra “Spillo” Altobelli alla prima maniera e un Torres; però, dai capelli più ricci e color corvino, il Varenne 2 in forza ai monscledensi-roncaresi (sempre più in versione talebana – per via della foltissima barba; che fra poco tocca i talloni! - l’ex presidente dell’F.C. Roncà, il parrucchiere Edi Tirapelle). Scalzotto, il quale ha battuto con calma olimpica l’estremo isolarizzano Negri dosando bene il rasoterra incrociato.

Gran bella vittoria, davvero squillante come i campanellini che hanno echeggiato a lungo sul carro dei dolciumi in cui si è issato Babbo Natale, del SanguinettoVenera (non giocano più Mattia “Acciuga” Ortolani, Maichol Andreossi né Alessandro Greggio: ma, è arrivato l’esterno Nicola Tavella, classe ’95, ex Legnago ed Altopolesine, originario di Roverchiara) di mister Alessandro Roveda: 1 a 5 in quel di Sossano, con i vicentini inchiodati ora davvero al fondo della classifica, mentre i sanguivenerabili restano agganciati al trenino di chi vuole evitare anche i play out. In rete i due Girardi, per un  totale di 3 reti 3 (Andrea e Francesco), poi, il classe ’97 Alberto Ferracin su rigore e il difensore, ex Sustinenza, Denis Bottura (classe ’87), costui su azione. Il solo Scanferla, invece, per i sossanesi del coach Di Massimo.

Finalmente un punto, della serie era davvero veramente ora!, per la Juventina Valpantena di mister “Freud” Andrea Scardoni: al “Lorenzo Bellamoli” di Poiano, contro il Bevilacqua, 1 a 1 e fallita per i bianco e neri valpantenati l’operazione-sorpasso ai danni dei propri dirimpettai grigio-rossi di mister Adriano Laperni. Infatti, al gol di Thomas Bertagna ha replicato Giacomo Bissoli, classe ’87, ex giovanili nel Chievo.

In riva al Guà, l’A.C. Cologna Veneta batte per 2 a 0 il ValtramignaCazzano di mister “Ferguson” Mariano Zenari, classe 1958: non segnano per i gialloblù di mister Salvatore Di Paola né Jacopo Dall’Omo, né bomber Fabio Sinigaglia, ma, l’ex A.C. Somma di serie D, l’albaretano (anche ex Albaredo calcio) Vittorio Creston, classe ’93,  e “Rodriguez” Luca Taddei, classe 1985.

Trascorso Natale, è già tempo (si fa per dire!) di auguri…Pasquali. Ed, allora, ecco il bomber ex Legnago Luca Pasquali ergersi a mattatore incontrastato e match winner nella gara giocata nella “tana” dei casaleoncini di mister Gianni Letteriello contro l’A.C. Zevio 1925 di mister Tiziano “Titti” per tutti Salvagno. 1 a 0 e tre punti importanti per il Casaleone del presidente Marco Faella che si mantiene lontano dalla zona calda.

A Buttapietra, in casa dei Boys di mister Paolo Novali, l’ex difensore lupatotino Riccardo Bolla, classe ’96, prova a mettere a… bolla gli avversari locatari pro-sambonifacesi; ma, prima, a non capitolare i ragazzi del presidente Gabriele Tessari, ci aveva pensato il gol realizzato per la Pro Sambo di mister Marco Burato (bancario e commediografo in vernacolo) dal neo arrivato Zumerle.

Imperdibile, domenica prossima 15 gennaio, la partitissima, in programma a Ronco all’Adige, quella tra gli inseguitori albaronchesani di mister Davide Mazzo e i capolisti giallo e blu altovalligiani del diggì Andrea “Re” De Fazio.  Un match da complessivi 68 punti (36 per la lepre Tregnago, 32 per il cacciatore albaronchesano), col vice-presidente dei bianco-verde-granata, il mastro pasticcere di Tombazosana, Daniele Dall’Oca, già al lavoro per una mega torta alla mille sfoglie tutta particolare, per scommettere di ricordare un gran bel giorno…

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(1826)