ULTIMA - 24/5/19 - FABIO BRUTTI (CALDIERO): "LA ROSA NON SARA' STRAVOLTA"

Per il giovane direttore generale del Calcio Caldiero Terme, l'ex portiere Fabio Brutti, al suo 7° anno consecutivo nel direttivo team giallo-verde termale, la società del presidente Filippo Berti è in continua crescita di gioco e risultati: "Sono contentissimo" ci confida Brutti "di come abbiamo giocato quest'anno, facendo
...[leggi]

PRIMA PAGINA

16/1/17
IL PUNTO SUL CAMPIONATO DI 2^ CATEGORIA (GIR. A) – 17^ GIORNATA

IL TEAM NON GIOCA E VIENE AGGANCIATO IN VETTA DAL CALMASINO. CROLLA IN CASA IL CAVAION DAVANTI AL LA VETTA, PESCANTINA E SANT’ANNA A FORZA 4 SU PIEVE E SAN MARCO. IL SAN PERETTO SUPERA IL MALCESINE
 
Nel girone “A”, il vertice della classifica non è ufficiale, in quanto a non giocare è proprio la capolista Team San Lorenzo Pescantina. Il velodromo, apparso in condizioni proibitive, non consente la sfida dei pescantinesi di mister Gianluca Marastoni contro il Real Lugagnano del presidente Sergio Coati e di mister Fabio Di Nicola.

La vittoria, quindi, del Calmasino assegna ai bianco e verdi del “Belvedere” un aggancio in vetta virtuale, proprio per quell’asterisco della gara che manca che occhieggia sul Team San Lorenzo. “El Calma” fa il suo buon dovere di piegare, 1 a 0, sul suo campo la matricola F.C. Valdadige; e il graffio più velenoso, quello più consistente e ficcante è inferto da “Abba” Alberto Zanolli, attaccante classe 1989, da Caprino. Sono ora 34 i punti ora che uniscono le due co-capoliste: il Team e il Calmasino di mister Mario Marai.

Non ci si aspettava il crollo interno, 2 a 3, dell’A.C. Cavaion, squadra che in alto sembra soffrire di discontinui capogiri da vertigini. Passa la matricola Polisportiva La Vetta di mister Alessandro Saiani, e pesa la doppia di Zanoni, cui si aggiunge l’assolo di Danese; costui appena entrato al posto di Pini “Bagnoschiuma Vidal”… Per i cavaionesi di mister Moreno Battisti aveva illuso il gol di apertura dei marcatori, quello di Elia Turrina; cui si è aggiunto, ahilui!, l’altrettanto inutile urletto cacciato da Stefano Coppini.

Cavaion, il quale scivola al 4° posto assoluto a quota 32, scavalcato dalla vera sorpresa del girone, il San Peretto del coach Cristiano Oliboni; che ricordiamo anni fa alla guida del Burecorrubbio del dirigente Mario Cordioli. Le giubbe rosso e nere del diggì Nicola Righetti superano quel tanto che serve, cioè 1 a 0, il Malacesine dello skipper Giacomo Brighenti; e lo fanno con la zampata sferrata – meglio dire, con un colpo di occhiuta coda – sventagliato dal centrocampista classe ’95 Bruno Pavoni.

Il Gargagnago di mister Gianni Pierno e il Lazise del collega Alfredo Brunazzo lasciano in frezeer il risultato di 0 a 0, mentre PescantinaSettimo e Sant’Anna d’Alfaedo viaggiano a forza 4 (reti): i rosso e blu di mister Francesco Marafioti e del presidente Lucio Alfuso sgretolano (4 a 2) la Pieve San Floriano di mister Massimo Scarlatti, lasciando solamente ai pievani l’illusione del gol d’avvio firmato da Damiano Giacopuzzi e quello di Giovanni Boscaini. Infatti, si deve dare spazio alla tripletta griffata da Giovanni Tosi e all’assolo vincente di Matteo Tommasi.

I “Falchi della Lessinia” beccano 4 volte sul collo dei “leoni rosso e verdi” del San Marco Borgo Milano di mister Emanuele Battocchio. Per i bianco-granata della famiglia Tommasi, allenati dal coach croato Rino Sestan, ad eccezione della rete dei borgo-milanesi realizzata come al solito da bomber Alfonso Giardino, esultano Simone Benedetti, Alessandro Marchesini e Alessandro Ledri, quest'ultimo per ben due volte!

Al resort di Castelrotto di Negarine, il BureCorrubbio non ce la fa a piegare il braccio della resistenza oppostogli dalla Pol. A. Consolini di mister Marco Paroni. In porta, tra i costermanesi – che festeggiano il centenario di nascita del loro più illustre concittadino: il discobolo mondiale Adolfo Consolini – giganteggia ancora con bravura e grande esperienza Andrea Artizzu. Giardini…in fiore e Mignolli per i valpolicellesi guidati da mister Giandonato Di Marzo, a fronte della doppia realizzata da Andrea Pachera, anche su rigore.

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(1982)