ULTIMA - 22/1/19 - OGGI VIRTUS VERONA-PORDENONE, LE PAROLE DI MISTER GIGI FRESCO

Il Pordenone dopo il Monza. Calendario beffardo per la Virtus Verona che tre giorni dopo il match del Brianteo incrocia le armi della capolista del girone, reduce da dieci risultati utili consecutivi (oggi, fischio d'inizio ore 18.30). Ecco le parole del presidente allenatore rossoblu Luigi Fresco rilasciate ieri alla vigilia della partita: "A
...[leggi]

PRIMA PAGINA

23/1/17
IL PUNTO SUL CAMPIONATO DI 2^ CATEGORIA (GIR. A) – 18^ GIORNATA

IL TEAM S.LORENZO TIENE, MA ORA IL PERICOLO E’ IL SAN PERETTO: ROSSO E NERI ORA SOPRA ANCHE IL CALMASINO. GUADAGNA PUNTI IL LAZISE, IL CONSOLINI LIMA LA VETTA, MENTRE IL MALCESINE SI ABBATTE CON FURIA SUL BURECCORRUBBIO. IL VALDADIGE BLOCCA A META' IL CAVAION
 
Lo temeva e da un punto di vista scaramantico e per la bontà dei suoi giocatori. Parliamo di Nicola Righetti, “el patron” del miracoloso San Peretto, splendida rivelazione di questo incerto girone “A” di Seconda categoria. Le giubbe rosso e nere della frazione di Negrar ora sono seconde e soffiano il loro alito sul collo dell’ancora capolista Team San Lorenzo Pescantina di mister Gian Luca Marastoni.

Team, eh, che non rallenta il passo e che viaggia con l’asterisco della gara in meno rispetto a tutte le altre: quella che dovrà recuperare contro il Real Lugagnano di mister Fabio Di Nicola e del deluso presidente Sergio Coati, ieri  bloccato sullo 0 a 0 in casa contro il Gargagnago di mister Gianni Pierno.

Tornando al “club del velodromo”, vittoria netta ieri per 0 a 3 a borgo Milano, in casa dei “leoni rosso e verdi” della San Marco di mister Emanuele Battocchio. Michele Bazzoni, classe 1982, Niccolò Vallenari (’89) e Bret Adobah, classe 1997: ecco i tre moschettieri dei rossoblù pescantinesi del factotum Claudio Zampini. Tra gli assenti del Team, Alessandro Meroni: il carrozziere milanista di Pozzo di San Giovanni Lupatoto ieri non ha diretto la difesa dei pescantinesi.

Il San Peretto va a vincere, 0 a 2, in casa del più nobile e più favorito – sicuramente così alla vigilia del Torneo – PescantinaSettimo di mister Francesco Marafioti. L’undici del coach Cristiano Oliboni ai affida all’ariete classe 1995 Mattia Lavarini, ex F.C. Valgatara: sua la doppietta stravincente che regala i tre punti ai rossoneri e che lo porta in vetta alla classifica cannonieri del girone con 13 reti.

Polveri, invece, umide, anzi, bagnate per i formidabili “punteros” del Calmasino: i bianco-verdi di mister Mario “baffo” Marai non riescono ad avere ragione, al Centro Polisportivo “G.Paolo Lonardi” di San Floriano di San Pietro Incariano, della Pieve San Floriano di mister Massimo Scarlatti e del bomber Giovanni Boscaini da Fumane. Ieri pomeriggio pure lui in bianco. Biancoverdi ospiti del presidente Gianfranco Zanoni che però sono costretti a chiudere la gara in nove giocatori.

All’”Adolfo Consolini” di Costermano, 2 a 1 per i ragazzi di mister Marco Paroni a spese della matricola La Vetta dell’omologo Alessandro Saiani e del presidente Dario Zampini. L’ex A.C. Garda, il classe ’87 Alberto De Beni e il 1990 Andrea Pachera segnano a distanza l’uno dall’altro perché intervallati dal marcatore lavettiano, il classe 1992 Daniele Camponogara.

A Cassone, sul sintetico, il Malcesine di mister Giacomo Brighenti coglie tre punti non d’oro, ma di platino vincendo per 3 a 1 contro il più quotato Burecorrubbio di mister GianDonato Di Marzo, in rete solo quando oramai i buoi avevano già lasciato la stalla e con l’ex Arbizzano Stefano Mignolli, classe 1988. Doppia di “Massimo” Matteo Raneri (1993), preceduto dall’assolo di Simone Nodari, annus domini il 1995.

Autorevole passo in avanti del Lazise della navigata diga difensiva formata da Davide Zanandreis e Diego Pasetto: in riva al lago, contro il Sant’Anna d’Alfaedo, 2 a 1 per i larilicensi dello skipper (e massimo dirigente) Alfredo Brunazzo, con centri del 1996 Francesco Perantoni e del 1994 Umberto Frassine, ex Peschiera. Per i “falchi della Lessinia”, ha segnato l'ex Roma e nazionale Damiano Tommasi.

A Rivalta di Brentino Belluno, 2 a 2 tra l’F.C. Valdadige della famiglia Cipriani e l’A.C. Cavaion di mister Moreno Battisti. Sempre però i cavaionesi a tenere il pallino del vantaggio, segnando prima con Yuri Brognara e poi con l’ex A.C. Garda, il classe ’96 Alessio Marconi. Per i valdadigini, invece, hanno urlato “gol!” l’ex Calmasino Guido Ballarini (’93) e il maturo (1982) Stefano Tommasi.

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(1296)