ULTIMA - 24/5/19 - FABIO BRUTTI (CALDIERO): "LA ROSA NON SARA' STRAVOLTA"

Per il giovane direttore generale del Calcio Caldiero Terme, l'ex portiere Fabio Brutti, al suo 7° anno consecutivo nel direttivo team giallo-verde termale, la società del presidente Filippo Berti è in continua crescita di gioco e risultati: "Sono contentissimo" ci confida Brutti "di come abbiamo giocato quest'anno, facendo
...[leggi]

PRIMA PAGINA

30/1/17
IL PUNTO SUL CAMPIONATO DI PROMOZIONE – 19^ GIORNATA

LA PROVESE ALLUNGA (A +6) SUL SAN MARTINO-SPEME, RAFFREDDATO A LUGAGNANO (3-3). IL CADIDAVID BATTE IL SONA E LO AGGANCIA AL 3° POSTO, IL GREZZANA VIOLA VERONELLA, IL GARDA PASSA A BORGO ROMA, FA TUTTO IL S.GIOVANNI LUPATOTO NEL 3-2 CONTRO IL VALGATARA
 
Sembra, con il trascorrere delle domeniche, sempre di più l’anno giusto per l’U.S. Provese del patron e diesse Gianfranco Chilese e di mister Giovanni Orfei. Ieri, i rosso e neri della frazione di San Bonifacio, sono stati messi davvero a dura prova, al “Gavagnin-Nocini”, per potere alla fine avere ragione di una Polisportiva Virtus davvero in palla. In vantaggio, i borgo-veneziani di mister Giuseppe D’Antonio, grazie a Francesco Rossetto, ancora in gol, si scatenano poi le bocche di fuoco rosso e nere, capeggiate da Stefano Guandalini, da Andrea Peroni (ex di turno) e da Romano. Il gol realizzato all’84’ da Butucaru ricorda la vittoria del re degli Epiri, Pirro.

U.S. Provese, che allunga il passo sul San Martino-Speme (il rapporto è ora di 46 a 40 per i rosso e neri dell'esperto difensore Simone Dal Degan), anche perché i diretti inseguitori non riescono ad andare oltre il 3 a 3 al "Guglielmi" di Lugagnano. In casa di un Tellosi davvero da scosse sismiche: 3 gol per il numero 7 giallo e blu (su rigore due volte) per “El Luga” di mister Luca Mancini. Superano invece il forte Joseph Hu, ex giovanili dell’Hellas Verona, Francesco “Vitel” Tomè, Giacomo Boseggia (su rigore; e siamo ora a 13 centri), e Francesco Ta-Rullo compressore…ma non bastano tre gol all'ex mister gialloblù Pippo Damini per raccogliere i tre punti.

Chi avanza in classifica è il sorprendente A.C. Cadidavid di mister Fabrizio Sona: 3 a 1 a spese del lanciato Sona M.Mazza, con la doppietta di Alberto Menini (anche dal dischetto) che aiuta i bianco e blu cadidavidesi a credere nell’impresa sempre di più. Ai rosso e blu di mister Alessandro Renica rimane la gioia, effimera peraltro, del gol realizzato dal 1999 Marco Marchesini, giovane interessante e grande promessa calcistica. Poi, a mettere la classica ciliegina sulla torta della bella e importante impresa cadidavidese è il vigasiano Davide Falavigna.

Domenica, la 19esima, che porta bene anche all’A.C. Garda dello skipper Matteo Fattori che passa 0 a 1 all’”Esterino Avanzi” di borgo Roma contro i giallorossi di mister Mario Colantoni, con gol risolutore a firma del giocatore più talentuoso, Cesar Pereira, al suo 14esimo sigillo stagionale. Al “Giobatta Battistoni”, il San Giovanni Lupatoto supera l’F.C. Valgatara, facendo, in pratica, il coperchio e la pentola: i gol e l’auto-gol (quello firmato all’incontrario dal numero 5 Giovanni Padovani, classe ‘90). Apre le danze delle reti Yao Doria, ex Garda, ex TrissinoValdagno di mister Renica, Stefano Murari pareggia per i blaugrana, ma, prima su rigore e poi su azione arrivano le 2 …Scardina-te (Dario, l’Arsenio Lupin, ex Provese) vincenti per i lupatotini guidati da mister Lucio Manganotti (bravo, ora che è in pensione, nel suo full immersion calcistico a preparare allenamenti specifici per ogni suo atleta bianco e rosso).

Il Nogara di “Galliani” (perché ha ritirato il suo Milan come quella notte di Coppa Campioni…) Andrea Martini, il quale, alla fine della fiera, ha avuto ragione se analizziamo il responso della sentenza della Disciplinare di Marghera (via della Pila, 1) – assolutamente non impietosa (ma, un grande merito per la convincente arringa difensiva va assegnato anche all’avvocato dei bianco-rossi, il dottor Matteo Rossini), od almeno meno crudele delle aspettative, ebbene, il Nogara, in riva al suo basso Tartaro, si vede raggiunto dal Povegliano da Bonetti su rigore. Aveva fatto intravedere la vittoria un altro rigore: quello trasformato dall’ex fioraio mantovano, bomber “Cece” Cesare Borghi, classe ’85, ex Provese, Oppeano, Altopolesine. Neo acquisto dicembrino, assieme ad Andreas Sbuciumelea e all’ex Dak Ostiglia Corradini.

L’Union Grezzana di mister “Mancho” Andrea Matteoni sferra il colpaccio a santo Stefano di Veronella: 0 a 3, con gli arieti valpantenati Rocco “Siffridi” Artioli, Martino Zanella ed Andrea Castelli, i quali sfondano la saracinesca inutilmente abbassata da Barbieri. Uno 0 a 3 da “arancia” (“orange”) Meccanica, come quel famoso film dell’inizio anni ’70 sulla mala vita romana, regista Stanley Kubrick.

Molto importante, in ottica salvezza, la partita fra l'Olimpica Dossobuono di mister Beppe Bozzini e la Montebaldina del presidente Davide Coltri. Alla fine si concretizza in un botta e risposta (1 a 1) con Mohammed Rkaiba che segna per i caprinesi di mister Simone Cristofaletti e ”Rooney” Maichol Aliperti che aggancia i gialloblù ad una manciata di minuti dalla fine. Alla fine il punto smuove la classifica per le due squadre che sono appaiate al terz'ultimo posto ma in una classifica molto corta con 7 squadre racchiuse in soli sei punti.

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(1978)