ULTIMA - 24/5/19 - FABIO BRUTTI (CALDIERO): "LA ROSA NON SARA' STRAVOLTA"

Per il giovane direttore generale del Calcio Caldiero Terme, l'ex portiere Fabio Brutti, al suo 7° anno consecutivo nel direttivo team giallo-verde termale, la società del presidente Filippo Berti è in continua crescita di gioco e risultati: "Sono contentissimo" ci confida Brutti "di come abbiamo giocato quest'anno, facendo
...[leggi]

PRIMA PAGINA

6/2/17
IL PUNTO SUL CAMPIONATO DI PROMOZIONE – 20^ GIORNATA

L’U.S. PROVESE ALLUNGA ORA A +8  SUL SAN MARTINO-SPEME E RISCHIA DI AMMAZZARE IL TORNEO! CADIDAVID SEMPRE PIU’ TERZO, CON GARDA E SONA CHE DIETRO SPINGONO. L’AURORA CAVALPONICA FA PIU’ LUCE DELL’ALBA, RINVIATA POVEGLIANO-LUGAGNANO
 
E’ sempre più Provese nel girone “A” di Promozione veneta: i rosso-neri di mister Giovanni “Circo” Orfei e del presidente, l’imprenditore metalmeccanico Gianfranco Chilese, allungano il passo verso il traguardo e nei confronti della diretta concorrente, il San Martino-Speme di mister Pippo Damini. Ieri, sul campo di Cologna Veneta, 2 a 0 di Simone Dal Degan e soci a danno di un Nogara molto volonteroso e combattivo, ma privo dei due nuovi arrivi dicembrini, Corradini (Dak Ostiglia) e la punta rumena (ex Fabbrico di Promozione) Andreas Sbuciumelea.

I “Cosacchi del Basso Tartaro” sono passati, in settimana, dalle mani del trainer raldonate Simone Marocchio (oltre tutto squalificato fino al 28 febbraio dopo i fatti accaduti a Sona) a quelle di Walter Bampa, mister degli Juniores Regionali nogaresi, esperto della piazza e in passato già sulla panca della Prima squadra. Ma, contro questa “freccia rossa e nera” lanciata verso la vittoria, come quella della Provese, nulla ha potuto fare il club presieduto dal massimo scranno dall’impresario edile Andrea Martini, ex centrale difensivo nogarese ed anche dell’Ostiglia. La Provese sferra la “T2”, che non è l’ultimo prodotto di casa Maranello, ma l’uno-due griffato Andrea Tecchio (ex Caldiero) ed Elia Targon (ex A.C. Cadidavid).

Rosso-neri che si portano a quota 49 punti, col San Martino-Speme dietro ora a -8, perché incapaci di passare a borgo Venezia, in casa di quella Polisportiva Virtus di mister Giuseppe D'Antonio che 7 giorni fa aveva mostrato la corda proprio alla Provese. In vantaggio, però, i borgo-veneziani grazie a Ettore “Fieramosca” Padoan, raggiunti da Nicola Ferrarese. Sanmartinesi ora a 41 punti, con il sempre più sorprendente A.C. Cadidavid terzo a 38 carati.

I bianco e blu guidati dal supermedagliato trainer lupatotino Fabrizio Sona passano, 1 a 2, anche a Caprino contro i gialloblù locali guidati da mister Simone Cristofaletti. E’ il solito tandem letale a decidere l'incontro, quello formato da Alberto Menini (al suo 12° centro stagionale) e dal vigasiano doc Davide Falavigna. In mezzo, tra i due hurrà cadidavidesi scorre il gol del forte ex Sona e Villafranca Mohammed Rkaiba, ma, il bottino è nel sacco della terza migliore forza del Torneo del presidente Francesco Dalle Pezze.

L’A.C. Garda di mister Matteo Fattori consolida il suo 4° posto a 37 punti asfaltando il San Giovanni Lupatoto di mister Lucio Manganotti. Che “si limita” al solo gol di Nicola Avesani. Infatti, il tabellino dei marcatori tracima di mazzieri gardesani, a partire da Olalekan Babatunde, da Cesar Pereira (altra doppia per il capocannoniere del girone con 16 reti) Mirko Dorizzi e dal classe 1998 Francesco Dall’Ora. 

A San Gregorio di Veronella, l’Aurora Cavalponica di mister Loris Boni fa più luce dell’Alba Borgo Roma di mister “Mou” Mario Colantoni (che aveva previsto il 3 a 1 della Juve nel derby d’Italia contro la sua Inter: è andata leggermente meglio!). La conclusione da 3 punti è di Michele Gecchele, difensore della classe 1991 che, proprio a una manciata di minuti al termine della contesa, regala la gioia al presidente Stefano Bressan.

Sul nuovo sintetico di Grezzana, 0 a 0 tra gli “orange” valpantenati del presidente Dino De Paoli guidati da “Mancho” Andrea Matteoni e l’Olimpica Dossobuono del presidente Rinaldo Campostrini guidati dal bravo mister-sindacalista Uil, Beppe “Mazzini” Bozzini. Un punticino che, tutto sommato, sta bene ad entrambe per smuovere la classifica alla ricerca della salvezza.

L’F.C. Valgatara fa 1 a 1 contro il Sona passato dalle mani di mister Alessandro Renica a quelle di Massimo Carli, mister davvero troppo poco considerato nel nostro calcio, nonostante un ottimo curriculum vitae e la sua specializzazione fatta in altri Paesi europei ed americani. Fa, in pratica, alla pari del diavolo, tutto il Sona M.Mazza: il coperchio e la pentola, cioè l’autogol e il gol del pari definitivo. Il gol all’incontrario è griffato da Alessandro Cottini, il gol ortodosso, vero, è di Matteo Messetti.

Povegliano e Lugagnano non si sporcano di pinzillacchere e spruzzi di pantano: la gara è rinviata da data da destinarsi e i più felici sono i guardarobieri di entrambi i club. Per una settimana non dovranno fare lavatrici. Domenica prossima, grande match a Cà di David dove arriva la supercapolista U.S. Provese!

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(1969)