ULTIMA - 23/5/19 - MISTER ANDREA CATURANO LASCIA IL GIOVANE POVEGLIANO

Dopo sei anni di stretta collaborazione, le strade del Giovane Povegliano e di Andrea Caturano, prima diesse e poi mister, si dividono, come lui stesso ci conferma: "Ci siamo lasciati con una bella stretta di mano amichevole, con decisione unanime. Ho voglia di intraprendere nuovi progetti e nuove ambizioni. Faccio un grosso in bocca al lupo
...[leggi]

PRIMA PAGINA

13/2/17
IL PUNTO SUL CAMPIONATO DI PROMOZIONE – 21^ GIORNATA

SOAVE (PROVESE) STORDISCE IL BEL CADIDAVID E VOLA A +10 DAL SAN MARTINO-SPEME, BOMBER BORGHI RIANIMA IL NOGARA, IL CAVALPONICO MILETO ESPUGNA LUGAGNANO, IL SONA RINCORRE IL POVEGLIANO, IL S.GIOVANNI LUPATOTO…SCARDINA  LA MONTEBALDINA.  LA POL. VIRTUS VA PIU’ FORTE DEL GARDA, L’ALBA NON RIESCE AD ACCECARE IL GREZZANA
 
Che sia l’anno – si tocchino pure i sonagli i giocatori rosso e neri della frazione di San Bonifacio! – dell’U.S. Provese, beh, era solo una questione di tempo per appurarlo, per verificarlo. L’undici di mister Giovanni Orfei estrae dal cilindro magico un’altra sua perla e va a vincere a Cà di David, in casa di una delle più belle realtà del momento e del girone “A” di Promozione, i biancoblù di mister Fabrizio Sona. 0 a 2 per i ragazzi del presidente ed artigiano metalmeccanico, lo juventino Gianfranco Chilese, ex giocatore dell’A.C. Tregnago, con giornata di grazia vissuta dall’ex Team S.Lucia Golosine Matteo Soave, classe 1989.

Ora la Provese è a +10 (il rapporto è di 52 punti a 42) sulla prima avversaria che la rincorre, e cioè stiamo parlando del San Martino-Speme di mister Pippo Damini, ieri bloccato sul nulla di fatto a Dossobuono, in casa dell’Olimpica di mister Beppe Bozzini, espulso per proteste dal direttore di gara verso la metà della ripresa. Più vicino al gol il San Martino, ma non è che i giallo-rossi dossobuonesi siamo rimasti a guardare (e a subire)  come belle statuine. La squadra del presidente Rinaldo Campostrini è ora a -2 dalla salvezza diretta e con ancora una gara da recuperare contro il Garda.

L’A.C. Cadidavid rimane ugualmente terzo, a 38 punti, quarto è sempre l’A.C. Sona M.Mazza di mister Massimo Carli (lo ricordiamo come secondo di Gigi Possente a Trento nella stagione 2006-07, quella della ricostruzione juventina e di mister Dechamps). Ieri, i rosso e blu del presidente, il buon emiliano Paolone Pradella, non sono riusciti a spuntarla contro il Povegliano del mister ed indio Marco Pedron: 1 a 1. La botta è della “libellula” poveglianese Matteo Tezza, ex Bussolengo, classe 1996, la risposta è a firma del giocatore più in luce in quest’anno calcistico dei rosso e blu della famiglia Valbusa: Marco Marchesini, classe 1999 al suo 10° centro stagionale.
 
Lo scivolone dell’A.C. Garda dello skipper Matteo Fattori libera la corsia del sorpasso alla matricola San Giovanni Lupatoto: i “lupetti” sguinzagliati da mister Lucio Manganotti e del presidente Sebastiano Perbellini che scardinano la saracinesca abbassata dal caprinese Omar Montalenti (1994) soltanto su calcio di rigore trasformato da Dario Scardina, ex U.S. Provese, classe 1987. Biancorossi ora quinti a 35 punti e Montebaldina di mister Simone Cristofaletti terz'ultima a quota 16.

In borgo Venezia, la Pol. Virtus deve aspettare che il veliero gardesano ammaini le proprie vele perché si vivono gli ultimi palpiti della partita, per scaraventargli addosso – dritto in cambusa – il ciclone Leoni (Andrea classe 1997). Doppio giallo comminato al polivirtussino Daniele Damian, classe 1998, il quale salterà  il prossimo turno. Con questi tre punti i virtussini di mister Giuseppe D'Antonio si portano a metà classifica a +6 dalla zona play-out. garda ora sesto a -1 dal San Giovanni Lupatoto ma con una gara in meno.

Infortunatasi la punta arrivata a dicembre, il rumeno Andreas Sbuciumelea, ex Fabbrico (Promozione del Reggiano, ex Villafranca e Somma), al Nogara per continuare a sperare non resta che affidarsi ai colpi di un altro acquisto dicembrino: parliamo del mantovano Cesare “Cece” Borghi, ex Vigasio, ex Provese, ex Oppeano ed ex Altopolesine. Ebbene, l’ex fioraio del centro virgiliano, classe 1985, grazie a una superba doppietta tiene in vita le speranze – mai sopite – degli “ussari rosso e neri del Basso Tartaro”, affidati ora a mister Walter Bampa, profondo conoscitore della piazza, già in panca alcune stagioni fa e da molti anni Responsabile del vivaio bianco-rosso, oltre che mister degli Juniores Regionali. La vittima è l’F.C. Valgatara di mister Armando Corazzoli, il “Che Guevara del nostro calcio”. Lucio Aldrighetti prova a innestare la marcia alta al 91mo, ma oramai è troppo tardi per il “Barça della Valpolicella” per cercare di raggiungere il pari. Finisce 2 a 1 e tre punti importanti per i biancorossi del presidente Andrea Martini.

“El Principe” Andrea Mileto impugna nuovamente lo scettro di bomber, regola il mirino approntato sui propri scarpini e fa volare al “Guglielmi” di Lugagnano l’Aurora Cavalponica di mister, il bresciano Loris Boni, sul più alto trespolo, quello della vittoria. I cavalponici del presidente Stefano Bressan sono ora al 7° posto con 28 punti. All’”Esterino Avanzi”, ai punti era l’Alba Borgo Roma di mister “Mou” Mario Colantoni che avrebbe dovuto aggiudicarsi la sfida, quella contro l’Union Grezzana di mister Andrea Matteoni. Ma, il portiere e bomber degli “oranges” valpantenati, Luca Morandini (ottimo cubista!), sa bene come calciano i “punteros” avversari e para anche l’impossibile. Finisce 0 a 0.

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(1988)