ULTIMA - 21/3/19 - SEMIFINALI DI COPPA VERONA: SAVAL "CORSARO" A GAZZOLO

Ieri sera si sono giocate le partite di andata delle semifinali della Coppa Verona 2018-19 che mette in palio, oltre al prestigioso trofeo, anche un posto nel prossimo campionato di Seconda categoria 2019-2020. Sfortunata la gara per il Gazzolo 2014 del presidente Paolo Valle che alla fine ha perso 1 a 2 in casa contro il bravo e fortunato Saval Maddalena
...[leggi]

PRIMA PAGINA

13/2/17
IL PUNTO SUL CAMPIONATO DI 1^ CATEGORIA (GIR. A) – 21^ GIORNATA

LA ZAI VA A PARONA E METTE IN CROZ LA CAPOLISTA: ED E’ AGGANCIO DEI GIALLO E BLU. SCALIGERA CHIUSA NEL CASTELLO DEL BASSO LAGO, CASELLE PROFANATO DALL’ARBIZZANO, IL PGS AFFONDA IL VALEGGIO, IL PESCHIERA ESPUGNA IL “MAGGIORE” DI PEDEMONTE. IL VALPOLICELLA INGUAIA IL BUSSOLENGO

La partitissima della 21ma giornata porta bene alla Croz Zai di mister “Trap” Matteo Meneghetti. I giallo e blu della Zai, del presidente Giampaolo Gaspari sbarcano in riva all’Adige, all’altezza di Parona, e fanno propria la gara con un acuto pavarottiano di “Dybala” Isacco Grigoli, proprietario di frutteti a La Rizza di Castel d’Azzano. Qualcuno, forse, ricorda che nei commenti tracciati nelle prime domeniche, noi avevamo tenuto in guardia i papabili al titolo proprio dalla Croz Zai del diggì Tarcisio Spada e del diesse Luca Marchesan, detto “El bomber”.

Ma, tanto di cappello, eh, al Parona di “Ferguson” Flavio Marai, come l’ama chiamare il presidente dei bianco-verdi Riccardo Portoghese: il gruppo è consolidato da 8 anni di convivenza e potrebbe giocare anche a memoria, tanto si conosce. 36 punti, dunque, per la nuova coppia di testa del girone “A”, quella formata ora da Parona e da Croz Zai.

Ma, attenzione, a un solo passo ecco l’A.C. San Zeno Vr, a quota 35 punti, incapace l’undici granata guidato da mister Piergiorgio Troccoli di sfruttare la grande occasione di balzare al comando, in caso di colpaccio messo a segno in Postumia. Infatti, la trasferta a Quaderni termina sull’1 a 1, e si materializza nella botta di Matteo Lui e nella risposta del quadernese Domenico Marino che regala il punto ai neroverdi di mister Luca Righetti.

Un colpo di scettro del “Faraone” Luca Simeone butta in terra la Pol. Caselle di mister Omero Polacco: 0 a 1 all’”Alberto Tosoni”, tempio casellino, ed Arbizzano di mister Ivo Castellani che cerca di sfuggire il prima possibile ai tentacoli dei play out di fine stagione. Gialloblù del presidente Silvano Gasparato quint'ultimi con 23 punti alla pari di Caselle e Pastrengo ma con una gara da recuperare, come il Pastrengo.

Al Peschiera dello skipper Vasco Guerra riesce l’impresa di fare la voce grossa (2 a 3) al “Paolo Maggiore” di Pedemonte. Per i bianco-rossi pedemontani, catechizzati dal tandem tecnico Stefano Modena e Giorgia Brenzan, segna (una doppietta) il solo Daniel Zamboni, classe ’90; viceversa, per gli arilicensi i “cecchini” in maggior evidenza per la maggior precisione sotto rete sono Luca Domenegoni (classe ’84), l’88 Omar Lorenzi ed un altro Omar, non Sivori, ma “Ciccio” Quaranta, classe 1991.

Il Pastrengo inanella la vittoria stagionale numero 5 e lo fa superando, all’ombra dei propri forti austroungarici per 3 a 1, quell’Audace calcio, che non ha mai voluto sapere di decollare una volta per tutte fino ad ora. Doppia di Jadid, poi, Compri, al 92mo per i ragazzi di mister Paolo Brentegani. Il solo Giulio Benini, classe ’97, segna per gli audacini di mister Marzio Menegotti. A Fumane, il Valpolicella del coach Luca Ponzini rende la vita difficile al Bussolengo di mister Franco Tommasi, battuto per 2 a 0. Fa tutto l’ex ambrogino Daniele Oliosi: la sua doppietta e il suo nome valgono ben 3 punti di rilancio a metà classifica dei valpolicellesi.

Il PGS Concordia tracima, 0 a 5, in riva al Mincio, in casa di una Gabetti Valeggio di mister Simone Bragantini che non vorremmo avesse già accettato di raccogliere la spugna della resa ai bordi del ring. Crepitano le doppiette dell’ex Real Grezzana Lugo, Francesco Giurgevich, classe 1995, e del “Capitano” Michele Martini, ma, anche Andrei Craciunescu, classe 1996, è capace di impallinare l’esperto estremo difensore avversario Stefano Veccia.

La Scaligera continua ad amare le montagne russe e rotola giù piuttosto rovinosamente (4 a 1) dal castello nuovo di Sandrà. Si scatena, per i ragazzi di mister Fabrizio Gilioli, l’osteopata Marcello Gambadoro (doppietta per lui, ex PGS Concordia ed ex PescantinaSettimo), poi, sull’altare della gloria balzano anche l’ex PescantinaSettimo Michele Zocca, classe ’99, e Rossi. Il solo Jonathan Filippini, invece, per i giallo-rossi isolani di mister Nicola “Fonzie” Bertozzo e del vice-presidente Mario Quattrina.

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(1671)